Mercoledì 28 Ottobre 2020
   
Text Size

Mostra fotografica ed escursione in gravina con il GASP! gioiese

speleo-1

speleo-2Il GASP!, gruppo archeologico e speleologico della Sezione CAI di Gioia del Colle "Donato Boscia", in collaborazione con l'associazione "Amici delle Gravine di Castellaneta", in occasione della Giornata Nazionale della Speleologia, ha organizzato a Castellaneta lo scorso 3 e 4 ottobre, un duplice evento di avvicinamento al mondo sotterraneo in tutti i suoi aspetti, con una mostra fotografica ed una escursione in gravina, grazie alla quale si è potuto osservare da vicino il fenomeno carsico.

L’appuntamento con la speleologia è cominciato il pomeriggio di sabato 3 ottobre presso le “Officine Mercato coperto”, un moderno contenitore culturale all’interno del quale i ragazzi del GASP! hanno mostrato video e foto che raccontano le esplorazioni e le ricerche scientifiche effettuate nella "Grave Rotolo", la grotta più profonda di Puglia, con lo scopo di coinvolgere non solo gli addetti ai lavori, ma soprattutto chi non è mai andato "oltre la soglia del buio". La mostra è ad oggi ancora visitabile, sarà esposta nelle Officine in via Mercato nr. 12 a Castellaneta.speleo-3

A causa delle restrizioni imposte dall'emergenza in corso non si è potuta visitare alcuna grotta, tuttavia nel pomeriggio di domenica, grazie alla locale associazione "Amici delle Gravine di Castellaneta", si è svolta una escursione presso la maestosa Gravina grande, dove, oltre ad apprezzare la bellezza di un posto unico cesellato dal passaggio dell’acqua, totalmente immersi nella natura, uno speleologo del gruppo, ha illustrato alcuni aspetti riguardanti il fenomeno carsico e le diverse ere geologiche che lo hanno determinato.

Lungo il percorso, è stato possibile assistere inoltre speleo-4alla dimostrazione di alcune tecniche di progressione su corda, utilizzate in grotta dagli speleologi del Gasp!, tecniche che non hanno affatto esclusivamente una funzione ludica ma che vengono usate anche dallo stesso Soccorso Alpino allo scopo di recuperare feriti o persone in difficoltà in zone impervie come appunto la gravina o le grotte.

Manifestazioni del genere hanno lo scopo di incuriosire i non addetti ai lavori ed offrire opportunità di incontro per gli appassionati, nella speranza che l’attuale emergenza sanitaria si risolva e poter quindi promuovere nuovi corsi di speleologia nella prossima primavera perché il nostro territorio è davvero meraviglioso, sia in superficie che nel suggestivo scrigno che è il sottosuolo.

La manifestazione è stata promossa dalla Società Speleologica Italiana e dalla Commissione Centrale per la Speleologia e Torrentismo, in collaborazione con la Commissione Centrale per la Tutela dell’Ambiente Montano del Club Alpino Italiano”.

speleo-5

speleo-6

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.