Martedì 20 Ottobre 2020
   
Text Size

IL FESTIVAL DELLO SVILUPPO SOSTENIBILE A GIOIA

shutterstock-379916071

img-1947-2020-09-21-14-01-42 "Il comune di Gioia del Colle ha aderito come partner locale/regionale alla Prima edizione del Festival nazionale dello Sviluppo Sostenibile per organizzare sul proprio territorio un programma di iniziative per la comunicazione, promozione e diffusione del tema della sostenibilità in coerenza con i 17 Obiettivi della Agenda 2030.

In qualità di comune capofila della Rete Antenna Pon in Ricerca e Innovazione, l'amministrazione comunale di Gioia del Colle ha inteso lanciare una sfida per fare della sostenibilità un tema della sua azione amministrativa, chiamando a partecipare associazioni locali, soggetti istituzionali e di rappresentanza, cittadini, al fine di aprire una fase di partecipazione attiva e di co-progettazione e avviare una riflessione ampia e condivisa.

Il programma contiene una serie di incontri, dibattiti, presentazioni, che coshutterstock-405681193involgeranno nelle modalità possibili con il Covid-19 numerosi protagonisti e attori che hanno condiviso questa iniziativa in modo volontario.

L’innovazione tecnologica, digitale, energetica e lo sviluppo di città e territori ‘intelligenti’ rappresentano un obiettivo importante per le comunità della Rete Pon e dei comuni associati per una sperimentazione che coinvolga nelle specificità di ciascuna realtà verso una cultura dell'innovazione, della coesione sociale e della sostenibilità che costruisca insieme un progetto per un futuro che è già il domani.

Per saperne di più sulle iniziative e sul programma completo degli eventi clicca sul link sottostante".

https://festivalsvilupposostenibile.it/2020/il-festival-dello-sviluppo-sostenibile-in-puglia/?fbclid=IwAR0vkWXBGInYncdXsqjuZKb0EA1Dgq5l41iW27oCswIPD4bAlxT7YRRKyn8

 

Commenti  

 
#5 giorgio gasparre 2020-09-27 07:37
Ed io continuo a chiedermi il perché Gioia capofila di un simile progetto. Spero che si sostanzi qualcosa di utile. Che non sia "tanto rumore per nulla". C'è qualcuno che segue l'evoluzione di simili interventi? C'è qualcuno che ogni tanto relaziona sull'andamento di queste e di altre iniziative? C'è qualcuno che valuta gli effetti che tali iniziative hanno sulla cittadinanza? O il manovratore viene lasciato libero di manovrare salvo poi a criticare o peggio?
 
 
#4 Alice 2020-09-25 20:29
E non vogliamo parlare di due “giornaliste” locali..... chiamate dall’organizzazione e probabilmente pagate dalla stessa?
:D
Ora tutto si spiega

La Redazione
Ne sei sicuro?
Saluti
 
 
#3 Giorgio Gasparre 2020-09-25 15:34
Per DX condivido appieno. Meglio livellare tutto così si evitano le barriere architettoniche.
 
 
#2 DX 2020-09-24 18:40
X Gasparre: perchè..."Skate Board e Monoppattini cinesi" non le sembrano abbastanza per lo sviluppo sostenibile? Tanto ormai fra strade e marciapiedi non c'è più alcuna differenza.
 
 
#1 Giorgio gasparre 2020-09-23 13:24
E Gioia del Colle cosa ha da mostrare come primo o secondo o terzo intervento in direzione di uno sviluppo sostenibile? Se neppure le strade sono percorribili più. I marciapiedi non servono a svolgere il compito assegnato. I rifiuti aumentano in tanti posti extraurbani. Una piccolissima stazione per ricaricare un’auto elettrica c’è? I resti della produzione di latticini hanno trovato una giusta collocazione? Se qualcuno vuole altro sono disponibile.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.