Martedì 27 Ottobre 2020
   
Text Size

San Rocco, festa rinvigorita nella preghiera dalla pandemia/foto

festa-San-Rocco-2020

DSC05010 “Anche quest’anno è calato il sipario sulla festa di San Rocco, compatrono di Gioia del Colle. Una festa che la pandemia non ha intaccato ma che addirittura pare abbia rinvigorito stando all’afflusso di fedeli durante la novena ed in particolar modo nel giorno della festa. Una festa che si è svolta secondo un programma esclusivamente religioso, in ottemperanza alle disposizioni emergenziali ancora in atto.

Nei giorni dal 7 al 15 agosto Don Antonio Fico, sacerdote di origini gioiesi presso la parrocchia di Sant’Andrea a Milano, ha guidato la novena in preparazione alla festa concentrandosi ogni giorno su un aspetto diverso della vita e del culto del Santo pellegrino: storia e devozione, origine e significato del nome Rocco, clima spirituale dei tempi in cui visse, i segni della contraddizione, fratellanza e solidarietà, la peste, i segni che sostengono la fede, il dono di se stessi e l’umiltà. Una predicazione a 360° su questo Santo che dopo sette secoli continua a vivere tra di noi grazie alla grande fede di cui è stato testimone attraverso la carità. Ogni sera la Celebrazione Eucaristica è stata animata a turno dalle confraternite del Carmine, dell’Immacolata, del Rosario, del Purgatorio e di San Filippo Neri di Gioia come segno della fraterna unione tra questi antichi sodalizi che da sempre vivono in comunione nella Chiesa locale. Una delle giornate è stata appunto dedicata come ogni anno alla carità e come da tradizione degli ultimi anni hanno curato l’animazione i volontari del Centro d’Ascolto cittadino “dal Silenzio alla Parola”.

Il 15 agosto, giorno in cui la Chiesa commemora l’Assunzione di Maria in cielo, le celebrazioni sono state due: al mattino alle 7,30 ha avuto luogo il giuramento di due nuovi confratelli ed una nuova consorella, sono stati presentati gli associati che inizieranno il loro percorso formativo per l’ingresso ufficiale nella confraternita e come segno di continuità tra le varie generazioni che si susseguono all’interno della nostra realtà, sono stati consegnati gli attestati di fedeltà agli associati che hanno compiuto i 25-50-75 anni di iscrizione alla confraternita, gesto istituito nel 1978 per premiare e riconoscere la forte devozione negli anni e che funge da esempio per i nuovi iscritti: la confraternita non è una moda che va e che viene ma un esempio di vita familiare condivisa vot117819480-2740881136191504-895500903929882430-oata alla crescita personale oltre che spirituale.

La sera del 15 agosto si è conclusa la novena con la Celebrazione Eucaristica in via straordinaria in rito ambrosiano presieduta da don Antonio Fico, l’Esposizione del Santissimo Sacramento ed il canto del Te Deum con la partecipazione delle confraternite.

Domenica 16 agosto, giorno del Signore e della festa di San Rocco, le Celebrazioni si sono svolte secondo i consueti orari alle 5,30 con don Biagio Lavarra, alle ore 7,00 con don Antonio Fico, alle ore 8,30 con don Francesco Ferrante, alle ore 10,00 la Solenne Celebrazione Eucaristica presieduta da S. E. Mons. Francesco Cacucci, nostro Arcivescovo di Bari-Bitonto ed alle ore 11,30 con Mons. Domenico Ciavarella. Purtroppo quest’anno si è fatta sentire l’assenza della processione serale in ottemperanza alle norme di contenimento della pandemia ma alle ore 19,00 si è svolta la Solenne Concelebrazione Eucaris117726957-2740883186191299-5445646010539154056-otica sul sagrato della Chiesa presieduta da don Tonino Posa, padre spirituale della confraternita, insieme ai parroci gioiesi don Biagio Lavarra, don Antonio Fico, don Felice Iacobellis e don Alfonso Giorgio.

Un momento di comunione unico, primo caso nella cinquecentenaria storia della festa di San Rocco a Gioia. Con il Santo posto nel portone di ingresso della chiesa che guardava dall’alto i suoi fedeli disposti con ordine e dovuto distanziamento sul piazzale e parte di Corso Cavour, Gioia ha visto scrivere una nuova pagina della sua storia religiosa. Perché in tempo di epidemia, tutta la città si è ritrovata lì a pregare San Rocco, “in peste Patronus”, che non ha mai voltato le spalle alla nostra città, neanche al momento del rientro dell’immagine sotto le note del canto “Volgi a noi, Santo avvocato, oh San Rocco, gli sguardi tuoi”. Ha concluso la serata il Concerto Musicale cittadino “Angelo Lamanna” che con le sue marce ha voluto alleggerire il clima di questi ultimi tempi e rendere soprattutto omaggio al nostro Santo.IMG-20200816-192743

La confraternita di San Rocco non può che ringraziare tutta quanta la cittadinanza gioiese per aver rispettato le regole di distanziamento ed autoprotezione che purtroppo in questo periodo sono state imposte per la salvaguardia della nostra salute. Un grazie ai volontari di Croce Rossa, Protezione Civile e Gioia Soccorso che hanno prestato il loro indispensabile servizio per gestire l’afflusso dei fedeli in Chiesa e garantire la sicurezza dell’area in cui si è svolta la Santa Messa. Un grazie all’amministrazione comunale per aver sostenuto una parte delle spese sopportate. Un grazie alle attività commerciali di Corso Cavour che pur avendo vissuto la crisi di questi ultimi mesi hanno voluto comunque sostenere questa festa per far sì che se pur in tono minore, comunque riuscisse un successo. Un grazie a Maria Intini per aver come ogni anno addobbato gratuitamente la Chiesa con le sue composizioni floreali durante i giorni della festa. Un grazie ai tantissimi devoti che hanno voluto ed incentivato la festa spingedoci ad organizzare qualcosa di unico e suggestivo in un clima di preghiera intensa. In ultimo ma non per ultimo, un grazie al Signore ed a San Rocco che hanno voluto questo momento di preghiera e ci hanno donato la speranza che insieme, rispettandoci, potremo uscire da questo periodo difficile.

La pandemia ci ha privato di tanto, ma non della fede e questo momento ne è stato la dimostrazione”.[foto Mario Di Giuseppe]

Giuseppe Rizzi
Confraternita San Rocco
Per visualizzare la gallery clicca sul link sottostante.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.