Lunedì 03 Agosto 2020
   
Text Size

Festa San Rocco 2020 dal “sapore del tutto diverso. PROGRAMMA

festa san rocco

Immagine-copertina-San-Rocco “Mese di agosto, aria di ferie, aria di mare e per Gioia aria di festa per il compatrono San Rocco. Una festa dai caratteri diversi dal solito però, dal momento che i mesi da cui usciamo sono stati caratterizzati dalla chiusura a causa della pandemia e dallo stravolgimento delle nostre abitudini quotidiane, i cui strascichi sono ben lungi dal permettere un ritorno alla piena “normalità”. Ed in questo contesto abbiamo visto un cambiamento anche nelle nostre feste, il principale motore economico e turistico di ogni paese, soprattutto in Puglia, dove le varie feste patronali e sagre hanno dovuto adeguarsi a nuove direttive circa lo svolgimento. In questo clima trova comunque luogo nella nostra Gioia del Colle la festa di San Rocco, Santo taumaturgo del XIV secolo, invocato in tutta Italia contro le epidemie già all’indomani della sua morte e nella nostra città già dal 1530. Della vita di questo Santo si conosce poco, ma le sue opere caritative negli ospedali verso gli ammalati durante Grande Peste del Trecento sono giunte fino a noi. Oggi più che mai lo ricordiamo e lo invochiamo “in peste Patronus”.

Quest’anno la festa avrà un sapore del tutto diverso. Non ci saranno i fuochi d’artificio, non ci saranno concerti, bande, le luminarie saranno ridotte al minimo ma la festa si respirerà comunque, nello spirito della riscoperta di questa figura amante della carità e del prossimo. Una figura emulata dai tantissimi volontari che si sono spesi instancabilmente anche nella nostra città per portare gli aiuti a coloro che il virus ha messo economicamente in seria difficoltà.

Quest’anno il programma dei festeggiamenti sarà unicamente religioso nel rispetto delle normative e all’insegna della sobrietà che ci chiede di essere più impegnati nel sociale.

La novena avrà inizio il 7 agosto con la Celebrazione Eucaristica alle ore Manifesto-San-Rocco-202018,30 e sarà presieduta ogni sera da don Antonio Fico, sacerdote gioiese presso la parrocchia Sant’Andrea di Milano che ha già guidato la predicazione sul nostro Santo nel 2013, quando ci ha fatto dono di una reliquia di San Rocco proveniente dal duomo di Milano. Ogni sera animeranno la celebrazione le confraternite di Gioia.

Venerdì 14 agosto sarà la giornata dedicata in particolar modo alla carità con la partecipazione dei volontari del Centro di Ascolto “dal Silenzio alla Parola”, associazione di volontariato presente sul territorio che assiste diverse famiglie bisognose e in difficoltà.

Il 15 agosto, come da tradizione nel giorno dell’Assunzione di Maria in cielo, durante la Celebrazione Eucaristica mattutina delle ore 7,30 ci saranno alcuni momenti che coinvolgono più da vicino i nostri associati: il giuramento di una nuova consorella e di tre nuovi confratelli, la presentazione all’anno di noviziato in preparazione al giuramento di tre ragazzi e la rituale consegna degli attestati di fedeltà a coloro che compiono il 25°-50°-75° anno di associazione alla confraternita, gesto questo che mette insieme le varie generazioni e ne cementa lo spirito di collaborazione. La sera si concluderà la novena alle ore 18,30 con l’esposizione del Santissimo Sacramento, la liturgia della Parola ed il canto del Te Deum di ringraziamento con la partecipazione di tutte le confraternite.

Domenica 16 agosto, giorno del Signore e giorno della festa di San Rocco, le Celebrazioni Eucaristiche saranno presiedute alle ore 5,30 da don Biagio Lavarra, alle ore 7,00 da don Antonio Fico, alle ore 8,30 da don Francesco Ferrante, alle ore 10,00 dal nostro Arcivescovo S.E. Mons. Francesco Cacucci e alle ore 11,30 dal Vicario Generale della Diocesi Mons. Domenico Ciavarella. La sera non si svolgerà la tradizionale processione come indicato dalla nota dei vescovi di Puglia ma la festa vedrà comunque una novità: alle ore 19,00 l’immagine di San Rocco, da sempre portata in processione soprattutto in tempi di epidemie come invocazione per allontanare il male, verrà posta sul sagrato della Chiesa e la Santa Messa verrà celebrata all’esterno su Corso Cavour da don Tonino Posa, Padre Spirituale della confraternita, con la partecipazione delle autorità civili. Un gesto questo per affidare ancora una volta la nostra città alla protezione San Rocco come fece il Decurionato (Consiglio Comunale) nel 1860, quando lo elevò a compatrono insieme a San Filippo Neri. Questo sarà un momento molto particolare in cui si chiede la collaborazione da parte di tutti nel rispettare le regole e collaborare con i volontari di Croce Rossa, Protezione Civile Comunale e Gioia Soccorso che gestiranno l’afflusso dei fedeli davanti al sagrato della Chiesa. Già da ora si ringraziano tutte queste figure che collaboreranno nella buona riuscita di questi festeggiamenti che come si è già detto saranno diversi dal solito e richiederanno un’attenzione in più. Nella certezza che San Rocco continuerà a vegliare sulla nostra città tenendo lontano questo nuovo pericolo”.

Confraternita di San Rocco

 

Commenti  

 
#1 Vitogiuseppe 2020-08-02 06:11
Come già deciso che uscirete la statua sul sagrato ci sarà di nuovo un grande assembramento come si verificò con l'uscita della statua della Madonna del Carmine. Essendo una strada principale non si può bloccare un' arteria così importante. Io penso che fare visita in chiesa la situazione del pibblico verrà più controllata e nel frattempo entrando in chiesa ci sarà più raccoglimento.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.