San Filippo 2020. “State boni se potete” diretta live Studio Graphica

san filippo state boni se potete

san filippo state boni se poteteDi questi tempi, un anno fa, Gioia del Colle si preparava alle solenni celebrazioni civili e liturgiche in onore del suo amato patrono, San Filippo Neri: la piazza addobbata a festa, le maestose luminarie, il montaggio delle giostre, lo spettacolo dei fuochi, la processione, le sante messe e le celebrazioni eucaristiche, tutto pronto in vista del 26 di maggio.

Quest'anno però, il clima è ben diverso, e le feste patronali sono state annullate in tutta Italia causa Covid-19. Un segno eclatante dei tempi, figlio di quel divieto agli assembramenti che persiste -com'è naturale- anche in fase 2.

San Filippo si trasforma, sulla scia dei divieti e dei cambiamenti portati dal virus, e, spogliato dai fasti delle celebrazioni popolari, diviene un momento più intimo, un'occasione per riscoprire l'uomo e il santo.

Di qui l'evento online “State boni se potete”, fortemente voluto e ideato da Alessandro Capurso e Vincenzo Donvito - in arte Gegè - con la collaborazione di Augusto Angelillo, anima di Teatralmente Gioia, e i suoi attori.

Martedì 26 maggio, alle ore 17 in punto, sulla pagina di Studio Graphica, andrà in onda il “passaggio del Santo fra i balconi virtuali”, una chiacchierata alla riscoperta della festa più amata dai gioiesi, corredata di preziosi contributi audio-visivi, aneddoti e testimonianze. Gli ospiti annunciano una serata da non perdere: Sergio Gatti, Tonino Vasco, i professori Giuseppe Montanarelli e Vito Mastrovito, l'ex assessore alla cultura Pino Dentico, Silvio Bonavoglia e Mimmo Donvito del Comitato Feste Patronali, sono pronti a regalarci un San Filippo inedito, nuovo, raccontandoci ciò che è stato e ciò che sarà.

Grande attenzione anche all'aspetto liturgico della festa: Don Alfonso Giorgio, teologo e sacerdote gioiese, narrerà di Filippo da Firenze, l'uomo divenuto santo. Spazio anche all'arte, dalle performances dei ragazzi di Teatralmente Gioia e Angela Panessa, alle fotografie di Alessandro Capurso, passando per le esibizioni del M° Francesco Lamanna, violinista. Grazie a “State boni se potete”, avremo il nostro San Filippo, in continuità con la tradizione: “...gli eventi sono tutti bloccati, ma noi vogliamo comunque regalare emozioni ai gioiesi”, dice Gegè. E allora state boni -alla fiorentina- e sintonizzatevi su Studio Graphica, pronti a celebrare e scoprire Filippo, il Santo di tutti i gioiesi.