Sabato 06 Giugno 2020
   
Text Size

San Filippo. Senza giostre e messe con numero minimo di partecipanti

festa san filippo programma 2016

 festa san filippo“Una festa di San Filippo improntata alla sobrietà quella di quest’anno a seguito della nota situazione di emergenza nella quale siamo ancora costretti a vivere, e nel rispetto delle norme di sicurezza pervenute dalla Regione e dal governo centrale.

A seguito di numerosi incontri cui hanno partecipato il sindaco Mastrangelo e l’assessore alla Cultura Romano coadiuvati dal comandante della Polizia Municipale, dalla Protezione Civile, dal Parroco della Chiesa Matrice e dai rappresentanti del Comitato Feste Patronali, si è giunti a stilare un protocollo d’intesa attento e prudente in vista dei solenni festeggiamenti in onore del nostro Santo Patrono.

Alla luce anche delle normative intercorse tra CEI e Governo Italiano, si è deciso di stabilire un numero minimo di partecipanti alle varie messe di martedì 26 maggio in Chiesa Madre; circa la celebrazione solenne delle ore 18,30, alla stessa avranno accesso solo autorità civili, religiose e militari individuati direttamente dal Comitato e dalla Parrocchia. I fedeli, inoltre, potranno fare ingresso alla Chiesa Matrice solamente attraverso l’unico varco presente su corso Vittorio Emanuele, angolo via Principe Amedeo.

La tradizionale consegna delle chiavi da parte del Sindaco al Patrono avverrà rigorosamente all’interno della chiesa; al termine della cerimonia, l’effige di San Filippo sarà portata all’esterno sul sagrato ove i cittadini potranno, con ordine e a distanza, sostare e pregare. L'effige sarà esposta sui drappi che con una offerta potranno essere messi a disposifesta san filippo programma 2016zione di chi vorrà esporli sul proprio balcone.

Ricordiamo che il 26 la prima celebrazione eucaristica avrà luogo nella chiesa di Sant’Angelo alle 7, altre quattro saranno celebrate in chiesa Madre alle 8, alle 9.30, alle 11 e alle 18.30, rispettando tutte le norme vigenti sulla sicurezza.

Niente attrazioni, niente giostre, niente bancarelle né banda in giro per il paese, ma solo una ricorrenza nel corso della quale far spazio solamente alla preghiera ed alla devozione.

Il comitato festa patronale, unitamente all’Assessorato alla Cultura del Comune di Gioia del Colle, hanno inoltre predisposto un suggestivo video movie all’interno del quale, dopo i saluti delle autorità civili e religiose, vengono declamati momenti dedicati alla vita ed alla fede del Santo scritti per l’occasione dallo storico Giuseppe Montanarelli e narrati dalla voce della giovane Mirea Milano. Il video gode della regia di Giulio Prezioso.

Commenti  

 
#8 Fedele gioiese/ 2020-05-28 20:15
purtroppo l'organo e usato da professionisti e non, per cui è logico che venga maltrattato e ha bisogno di accurata manutenzione. Avrei anche da far notare la soprano se così si vuol chiamare, che ha stonato notevolmente. Brutta figura per chi ha ascoltato. Pochi intimi? più silenzio e meno teatralità. Mi è piaciuto l'uscita di San Filippo sul sagrato. Un momento emozionante.
 
 
#7 Andrea 2020-05-27 18:13
x gioiese la chiesa non si smentisce mai! La chiesa e' sempre stata elitaria. La chiesa dei poveri, la chiesa che accoglie, la chiesa madre, nel senso di materna, e' solo merito di qualche singolo parroco, che spesso e' anche malvisto, quando non e' ostacolato e isolato, dalle alte gerarchie.
L'emergenza sanitaria ha fornito un ottimo alibi per allestire "una bella cerimonia per pochi eletti" , SIC TRANSIT GLORIA MUNDI!
 
 
#6 studentesco 2020-05-27 12:08
Credo che in un momento così complicato si sia fatto il meglio possibile per onorare il nostro patrono e per certi versi si è forse riusciti a ricondurre la festività ad un aspetto prettamente religioso e cristiano. Personalmente ho assistito dopo anni ad una bella celebrazione, cosa che mi ha riempito la giornata per via dell'atmosfera presente nella chiesa di Santa Maria Maggiore, insolita ma concentrata ed efficace. Se posso e se qualcuno dei lettori ne è a conoscenza, mi farebbe piacere sapere il nome dell'organista della messa delle 9.30. Lo chiedo poiché appassionato di organi a canne (credo che bisognerebbe restaurare quello presente in questa chiesa) e lo chiedo con piacere dopo averlo sentito suonare. Grazie
 
 
#5 Poorlydone 2020-05-27 07:08
Oggi 27 maggio 2020, passata la festività del santo patrono, in tempo di blocco sanitario, di divieto di assembramenti, di scarsa liquidità economica, la giunta comunale dopo circa un anno dalla nomina, non ha saputo inventarsi nulla per fare vivere ai Gioiesi un giorno diverso dagli altri in onore a San Filippo Neri. Poveri nelle idee più che nelle tasche.
 
 
#4 gioiese 2020-05-25 15:28
forse al parroco di santa maria maggiore piace più l'apparire che celebrare per e con il popolo, tanto è vero, cosa inaudita (ma ci si aspetta ormai di tutto dalla chiesa madre di gioia e non solo chiesa madre) che per accedervi il pomeriggio ci sarà bisogno di un PASS! ma dove stiamo a teatro..... a mmeno che la messa serale non sia una sceneggiata.
 
 
#3 MARAUDER 2020-05-23 13:58
Numero "minimo"?
Forse sarebbe giusto fissare un numero massimo...
 
 
#2 obiettivo 2020-05-22 08:35
un numero minimo di partecipanti alle varie messe????? SIcuri?
 
 
#1 Antonio55 2020-05-22 07:01
Sarebbe bello se le autorità rimangono fuori e la povera gente dentro
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.