Mercoledì 28 Ottobre 2020
   
Text Size

Covid-19. Sollecito al Sindaco per utilizzo ex Ospedale Paradiso

ospedale paradiso

Al fine di rendere partecipe l’intera cittadinanza su quanto sta accadendo nel nostro paese in ambito sanitario, a seguito dell’emergenza determinata dal Covid-19, provvediamo a pubblicare la pec di sollecito, inviata al Sindaco di Gioia del Colle in data 17 aprile, in cui, a seguito di precedenti missive rimaste inevase, le associazioni firmatarie chiedono al primo cittadino, nella sua qualità di massima autorità locale in tema di difesa della salute e della sicurezza dei cittadini, di intervenire e far luce su alcune scelte che contrastano con quanto da lui precedentemente richiesto, ufficialmente, alle autorità sanitare e politiche regionali. Buona lettura.

----------------------------

giovanni mastrangelo “Gent.le sig. Sindaco, in data 10 marzo 2020, anche dietro sollecitazione della sig.ra Angela De Corato,  dell’associazione “Cittadinanza attiva”, sede di Gioia, referente del T.D.M., del prof. Francesco Giannini, presidente dell’ ”Osservatorio Permanente Ospedale Paradiso di Gioia del Colle” e della dott.ssa Domenica Misceo, direttrice del Distretto Socio-sanitario di Gioia del Colle, la S.V. inviava una pec indirizzata al Presidente della Regione Puglia, dott. Michele Emiliano, alla Direzione Generale della ASL/BA e alla Protezione Civile, con la quale caldeggiava la possibilità che il PTA di Gioia del Colle potesse essere utilizzato per contrastare l’emergenza COVID-19.

Atteso che ad oggi sono trascorsi 38 giorni senza aver avuto contezza sui risvolti di tale richiesta, alla luce anche del fatto che da notizie giornalistiche apprendiamo che altre strutture pubbliche e private (come a Turi e a Conversano) rientrerebbero in questa ottica di contenimento e di contrasto al COVID-19, con aggravi di costi per la requisizione di strutture private, mentre nella pec si chiedeva di utilizzare l’ex struttura ospedaliera Paradiso, struttura pubblica e quindi meno onerosa per le casse ASL.

In aggiunta a quanto appena scritto le ricordiamo che l’Ass. “In Movimento per Gioia” in data 16.03.2020 e in data 05.04.2020 ha inviato al Presidente Emiliano delle ulteriori PEC con in allegato le 2.500 firme raccolte dalle nostre Associazioni in cui si chiedeva nuovamente l’utilizzo del nostro ex. Ospedale.

I SOTTOSCRITTI

Le chiedono cortesemente di sollecitare il Presidente dellaemiliano-coronavirus Regione Puglia e il Direttore Generale Vito Montanaro a fornire un’immediata risposta. Le ricordiamo inoltre che con determinazione n.285 del responsabile del settore Area Ambiente e Sviluppo del Comune di Gioia, dietro indicazioni di Enti superiori regionali e nazionali, in data 1° aprile scorso è stato approvato il preventivo per la fornitura di sette reti ed altrettanti materassi, cuscini e comodini, come allestimento di arredi a Palazzo Sant’Antonio (ex Convento dei Francescani Riformati) nell’ambito delle misure volte a contenere il diffondersi del COVID-19. A questo proposito, siccome quella struttura non risulterebbe pienamente agibile, come da sopralluogo effettuato a fine 2018 dall’allora Commissario Prefettizio, e richiederebbe costosi interventi di manutenzione, gradiremmo sapere se fosse possibile percorrere la strada proposta il 10 marzo scorso, quella che la ASL utilizzasse l’immobile ex Paradiso, di propria competenza, dato che è ubicato a due passi dalla sede su indicata e avrebbe i requisiti richiesti per tale scopo.

Le auguriamo buon lavoro e, in attesa di un sollecito riscontro, porgiamo distinti saluti.

Angela De Corato
Francesco Giannini
In Movimento per Gioia 5 Stelle

 

Commenti  

 
#4 DX 2020-04-21 12:45
Si continua a mischiare la le frasche con i fichi. A molti non è ancora chiaro (ma forse non è chiaro nemmeno alle stesse associazioni che promuovono l'iniziativa) se si vuole riaprire l'ospedale con le sue funzioni tradizionali, oppure per far fronte all'emergenza corona-virus. In entrambi le ipotesi,la cosa non è fattibile in questo momento. Peccato che nonostante la DIMOSTRAZIONE CHIARA ED EVIDENTE, qualcuno che fa "informazione" gioca a nascondere le evidenze...e le opinioni contrarie ai propri gusti (!!)

La Redazione
Invece di fare inutili supposizioni dicci, la DX da che parte sta? E come mai la stssa dx sta dotando parte di Palazzo Sant'Antonio di sette posti letto? Per caso saranno posti Covid? E come mai lì e non in una struttura già dotata di tutto posta alle spalle? E se non sono covid, a cosa serviranno?
Diccelo tu, visto che la comunicazione istituzionale latita, a meno che non ci si sottometta a determinate condizioni o si faccia parte dell'entourage? Cerca però di essere sincero.
Saluti
 
 
#3 Roby 2020-04-19 09:17
Molte volte mi son chiesto perché Gioia debba essere priva di un ospedale, considerando che oltre alla cittadinanza ne usufruirebbero anche coloro che lavorano in aeroporto e non vorrei immaginare se dovesse accadere un incidente all’ interno dello stesso e bisognerebbe intervenire con la massima urgenza cosa che potrebbe accadere.
 
 
#2 gioiese 2020-04-19 05:58
dare una risposta anche negativa sarebbe stato un gran senso di buona educazione.ma forse la parola educazione nel vocabolario del governatore emiliano non è mai esistita.
 
 
#1 Addabbo 2020-04-18 18:04
Da utilizzare quale residenza per quarantena di asintomatici o pauci sintomatici.Ma ci vuole assistenza medica territoriale specialistica per cura Covid.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.