Sabato 06 Giugno 2020
   
Text Size

PandemiOrkestra con Nanni Chiapparino, Ilaria Stoppini, DiG Music

pandemi

nanni chiapparino - ilaria stoppini Giovanni Chiapparino - musicista e compositore italiano -, in collaborazione con Digressione Music (etichetta discografica e studio di registrazione per cui lavora) è il promotore di PANDEMIORKESTRA, un progetto che si pone l’obiettivo di riunire musicisti provenienti da tutto il mondo in una orchestra virtuale per “dare voce a un’idea” e realizzare la registrazione e la produzione discografica di musiche che testimonieranno ai posteri attraverso voci e scritture musicali questo difficile momento.

Nel video PANDEMIORKESTRA https://youtu.be/SZ_ykRkgrG8 la poesia di un momento difficilissimo per chi vive di arte e musica, con immagini particolarmente suggestive ed un canto che sgorga dal profondo e si espande, attraversando spazio e tempo in un virtuale abbraccio di conforto a tutti coloro che questa esperienza sta profondamente segnando e cambiando.

Il video diffuso nei più importanti siti musicali anche in versione inglese e francese, è stato ideato dal M° Chiapparino, colonna sonora una sua composizione scritta in questo periodo di quarantena, suonata insieme alla flautista Ilaria Stoppini che condivide questo progetto.

“Note - dichiarano i due musicisti - ispirate dalla terribile condizione che pandemi9stiamo vivendo e dedicata a quanti stanno lavorando per sconfiggere il covid-19 e a tutti coloro che hanno sfortunatamente già perso la battaglia.”

“Chi volesse unirsi - afferma Giovanni Chiapparino, musicista eclettico, percussionista, docente ed ingegnere del suono con dieci anni di esperienza nella composizione di colonne sonore per la cinematografia - potrà scarica le partiture e la pre-produzione audio sul sito www.digressionemusic.it, registrare con i propri mezzi a disposizione il suo strumento o la sua voce sulla pre-produzione audio e inviare il file a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. per unirsi alla PANDEMIORKESTRA. Invito i compositori che vorranno aderire ad inviare la partitura a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , la condivideremo nella nostra comunity. Tutte le partiture verranno poi elaborate e in collaborazione con l'etichetta discografica DIG, realizzeremo una testimonianza discografica di questo periodo storico drammatico, con la pubblicazione della composizione. Non lasciamoci fermare!”

Il progetto è stato apprezzato anche dalla Gazzetta del Mezzogiorno che ha pubblicato un articolo a firma di Livio Costarella, dal Corriere del Mezzogiorno con un pezzo di Francesco Mazzotta, e da Rai 3 che il 31 marzo ha mandato in onda un servizio su PANDEMIORKESTRA durante il Tg3 delle 19.30 a cura di Vito Marinelli. [https://youtu.be/SZ_ykRkgrG8 #PandemiOrkestra #RaiTgrPuglia #iorestoacasa]

“…Una luce inattesa e forte in queste settipandemi7mane di riflessione e paura - dichiara l’assessore Lucio Romano -, quella del progetto “Pandemiorkestra” che come Assessorato alla Cultura sposo in pieno, nato dal desiderio di condividere e realizzare con tutti i musicisti e i cantanti costretti a stare in casa, una composizione originale per Orchestra sinfonica e coro scritta dal M.° Giovanni Chiapparino e con il supporto del M° Ilaria Stoppini, flautista, compositrice e direttrice degli Hill’s Joy Choir, con la speranza che possa essere il seme per una futura collaborazione anche con altri compositori.”

Un ultimo grazie Nanni Chiapparino lo rivolge a don Gino Samarelli, che nel 2012 ha dato vita all’etichetta discografica, Digressione Music, una delle realtà più interessanti della scena musicale pugliese, tantDon Ginoo per il suo progetto culturale che mira a valorizzare i talenti del territorio della scena jazz, rock e cantautorale, quanto per l’importante opera volta al recupero dall’oblio di repertori e composizioni classiche.

DIGRESSIONE MUSIC - UNA ETICHETTA “ILLUMINATA”

Don Gino, direttore artistico di DiG e Maria Pansini, direttrice di produzione, hanno condiviso con entusiasmo il nostro progetto - dichiara il M° Chiapparino che oltre ad essere musicista, polistrumentista e compositore è anche l’ingegnere del suono cui è affidata la gestione tecnica dello studio di registrazione -, per cui la produzione della composizione sarà ospitata nello studio di registrazione di Molfetta all’interno di un palazzo ottocentesco in pietra viva con stanze progettate per offrire un suono completamente naturale e accogliente.”

Nello studio hanno registrato di recente Michel Godard, Emanuele Arciuli, Mirko Signorile e Giovanna Carone, Roberto Ottaviano, Francesco Palazzo e Tiziana Portoghese, per citare solo alcuni dei musicisti.

“Nello studio - continua il maestro - vi sono, una echo chambre e diverse sale in cui il suono si caratterizza, fisicamente in maniera differente. Sono ambienti naturali non trattato in modo anecoico. Le naturali irregolarità del tufo garantiscono una perfetta diffusione del suono, la sua porosità consente di contenere la riverberazione entro valori ottimali, è stato poi installato un pavimento flottante con struttura portante in legno e finitura in parquet, che isola alla perfezione e riduce i tempi di riverberazione dellepandemiorkestra frequenze più basse dello spettro. Il soffitto a volta è stato parzialmente trattato con pannelli fonoassorbenti curvi microforati di produzione francese, unici nel loro genere, in modo da evitare la disomogeneità di distribuzione delle riflessioni, tipica degli ambienti voltati non corretti. In fase di registrazione il suono è assolutamente naturale e privo di colorazioni dannose dello spettro quali flutter echo, cancellazioni di frequenza e riverberazioni non bilanciate. Le vetrate che mettono in comunicazione i diversi ambienti sono realizzate con doppi infissi a camera multipla dalle notevoli prestazioni termo-acustiche. Anche l’illuminazione a pioggia con led RGB conferisce all’ambiente di registrazione una diffusione non aggressiva della luce e la possibilità di scegliere anche la tonalità cromatica più gradita all’artista durante le riprese.”

Chiapparino quando parla di ciò che lo appassiona, è un fiume in piena

“La sala principale comunica con altre due sale di ripresa. La prima è completamente isolata acusticamente e permette la registrazione simultanea e totalmente gestibile in postproduzione di strumenti a percussione, solisti e voci. Questa saletta, dalla pianta volutamente irregolare per evitare l’instaurarsi di onde stazionarie, è caratterizzata da tempi di riverberazione più bassi per permettere un lavoro più accurato e meno influenzato dall’ambiente di ripresa in fase di mixaggio, pur garantendo un campo sonoro perfettamente diffuso grazie ad una parete in pietra lasciata a vista. Un punto di for importante è sicuramente la presenza di una visiva di grandissime dimensioni che dà al musicista l’impressione di essere “con gli altri” in fase di registrazione in ensemble”.

“La terza sala ospita la reception dello studio ma è allestita in modo tale da permettere la ripresa di strumentazione elettronica o elementi la cui registrazione possa essere eseguita con microfoni dinamici.vista.regia_ I silos ritrovati nei sotterranei dello studio sono stati sfruttati per creare una “reverb room” e questa è una vera rarità in Italia”.

“La regia dello studio è soppalcata, ben isolata e trattata acusticamente. La visione dall’alto permette un controllo totale delle condizioni di ripresa evitando l’imbarazzante e spesso distraente contatto ravvicinato e frontale col solista o con l’ensemble. Anche la filosofia progettuale della control room segue un preciso parallelismo fra ambiente analogico e digitale. Una sorta di concezione ibrida del trattamento del suono che espande le possibilità ingegneristica al massimo delle sue potenzialità. La strumentazione, garantisce al suono finale di ottenere una riverberazione maggiore coerente con la struttura in cui gli strumenti sono stati registrati e inoltre di equalizzare e trasformare a proprio piacimento i parametri del riverbero, agendo analogicamente e fisicamente piuttosto che con un plug-in digitale.”

E chissà che un giorno i musicisti che aderiranno a PANDEMIORKESTRA non realizzino il sogno di registrare dal vivo presso gli studi di Digressione Music! http://digressionemusic.it/.

Commenti  

 
#2 Maria Teresa Tracqui 2020-04-04 19:10
Bellissima iniziativa, complimenti.
 
 
#1 Angelog 2020-04-03 02:07
Che bellissima iniziativa!!!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.