Lunedì 16 Maggio 2022
   
Text Size

“Non dare la corda ai giocattoli” di Nicola Vacca alla Librellula

nicola vacca

nicola vaccaVenerdì 24 gennaio alle ore 18 presso la libreria Librellula in via R. Canudo, 132, Nicola Vacca presenterà “Non dare la corda ai giocattoli” [Marco Saya edizioni, 2019] poesie in cui, a detta di Giulio Maffii nell’introduzione: “… Lo sguardo dell’autore è sempre rivolto verso un abisso gelido, su detriti sbriciolati dalla disumanità dell’essere vivente…”. Dialogherà con il poeta Giacomo Leronni.

L’11 gennaio scorso il libro è stato presentato in prima assoluta a Crotone. Il poeta invitato da Domenico Frontera e dalla professoressa Rosanna Frandina ha incontrato gli studenti dell’Istituto tecnico industriale Donegani in dialogo sulla poesia, scoprendo in loro curiosità e sete di cultura. “Oggi questi ragazzi sono stati per me la luce che si insinua nella crepa…” ha affermato il poeta che a loro ha dedicato a fine incontro questi versi: “Oggi mi avete regalato la luce/ nelle crepe delle parole./ Siete stati voi/ la vera poesia/ Un lampo di futuro /che ci dobbiamo giocare/ prima che la partita sia persa per sempre./ Oggi insieme/non abbiamo dato la corda ai giocattoli/ mi avete regalato la curiosità/ degli esseri liberi/ che hanno voglia di crescere/ in un mondo migliore.nicola vacca

Nella serata “Non dare la corda ai giocattoli” è stato presentato nella libreria Mondadori della città. Con Frontera lo scrittore ha parlato di alcuni dei personaggi presenti nell’opera, tra cui il grande pittore americano del secolo scorso Edward Hopper e Leonard Cohen.

Frontera ha ricordato che il poeta gioiese “collabora con pagine culturali di quotidiani e riviste, e il suo Blog di critica letteraria "Zona di disagio" rappresenta un faro per tutti gli amanti della buona letteratura che desiderano conoscere un punto di vista originale e "fuori dal coro" non solo sulle novità letterarie ma anche sui grandi classici del secolo scorso.”

Tra le sue numerose pubblicazioni – continua Frontera - è doveroso menzionare La grazia di un pensiero (prefazione di Paolo Ruffini, Pellicani 2002), Incursioni nell'apparenza (prefazione di Sergio Zavoli, Manni 2006), Frecce e pugnali (prefazione di Giordano Bruno Guerri, Edizioni Il Foglio 2008) e la raccolta di poesie Luce nera (Marco Saya edizioni 2015) con cui il poeta pugliese si è aggiudicato nel 2016 il prestigioso Premio Camaiore. La sua ultima raccolta di poesie rappresenta un’esortazione a non dare fiducia ai venditori di fumo, a chi predica un ottimismo ipocrita e privo di contatti con la realtà. Non dare la corda ai giocattoli è non dare il nostro cuore al nichilismo della falsa cultura. Grazie Nicola Vacca per aver dato una spallata alla banalità del male, alla banalità delle parole senza grammatica. Crotone ti ringrazia, come sempre. L'agorà appartiene alla nostra storia ed alla tua vita che si fa poesia. Una luce nera che si dissolve nella vera condivisione di una Comunità che accoglie e ci accoglie. Negli occhi dei ragazzi oggi i commercianti del sapere hanno perso…”

Di seguito una delle poesie tratte dal libro.

Nessun elogio per la grammatica

Non c’è più una lingua /che accoglie le parole/ è agghiacciante questo tempo/ in cui non si sopravvive alle pozzanghere/ anneghiamo nella pioggia./ È inutile bussare alle case del quartiere/ le porte sono sbarrate./ In questo stato d’assedio/ si cammina nell’oscurità. /Non andiamo d’amore e d’accordo con nessuno /solo concorsi di bellezza/ e nessun elogio per la grammatica”.

nicola vacca

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.