Sabato 07 Dicembre 2019
   
Text Size

IL NATALE DI GIOIA - EVENTI E PROGRAMMA COMPLETO

EVENTI NATALIZI

EVENTI NATALIZI Mercatini domenicali per tutto dicembre dalle 8 alle 14 in via Canudo ed animazione nel centro dal 1° dicembre al 6 gennaio.

Questa la novità di quest’anno che si va ad aggiungere alle “Casette” in via Roma e dintorni - circa una quarantina ma potrebbero aumentare - ed alla pista da pattinaggio su ghiaccio in Piazza Plebiscito.

Si preannuncia un periodo natalizio all’insegna della promozione del commercio, dell’animazione e della promozione del territorio a 360 gradi, per attrarre su Gioia turisti e rendere più piacevoli le serate dei residenti.

Lo slogan coniato da Leti Eventi - cui è affidata la regia del Natale gioiese - è proporre “il percorso ideale tra cultura, tradizione e divertimento”.

Nella conferenza stampa tenutasi il 28 novembre nella sala Javarone, il sindaco Johnny Mastrangelo, l’assessore all’urbanistica Maria Paola Valentini e Valentina Lippolis, responsabile di Leti Eventi accolti dal giornalista Gianmarco Filipendola, dopo una dichiarazione di intenti, hanno illustrato quel che ad oggi si è già calendarizzato, ma pare che molto altro sia in arrivo.

Tra i relatori anche Daniele Condotta che il 1° dicembre alle 19 in Piazza UmbeEVENTI NATALIZIrto I con Mariangela Cardone intratterrà il pubblico con uno spettacolo di cabaret ripreso dalle telecamere di Telenorba in attesa di poter gustare il panettone gigante offerto da “Covelli pasticceri” dello chef Nicola Covella.

Mastrangelo ha esordito affermando che con un budget pari a zero si poteva organizzare ben poco, con il rischio di “spegnere” ancor di più la città. L’idea di selezionare proposte progettuali si è infine rivelata vincente, per cui ha accettato con entusiasmo la proposta di Leti Eventi, una sperimentazione a costo zero di gestione delle attività e degli eventi natalizi, in quanto il Comune a parte l’allaccio alla rete elettrica e il montaggio delle luminarie comprate dai commercianti, non avrà costi ma solo benefici in quanto incasserà la Tosap, circa 106 euro per casetta.

La Leti Eventi di Valentina Lippolis si occuperà di ogni bega burocratica, guardiania inclusa, inoltre una apposita commissione esterna formata da Vigili del fuoco, Polizia municipale e rappresentanti della Asl - ha tenuto a sottolineare il sindaco - controllerà che tutti i criteri di sicurezza siano rispettati. Una sfida per la città che si pone un fine ambizioso: attrarre gente da fuori e rivitalizzare il commercio e il turismo. Un circuito virtuoso che ha coinvolto “anima, mente e cuore” dei suoi assessori e consiglieri e di Antonella Spinelli e Filippo Speranza, “ganci” esterni e volontari che hanno reso possibile tutto ciò.

L’assessore alla Cultura Lucio Romano ha aggiunto che per tutta la durata del periodo natalizio grazie alla collaborazione offerta dalle parrocchie e dalle confraternite, le EVENTI NATALIZIchiese gioiesi rimarranno aperte, ed in tre di esse saranno ospitate tele a tema natalizio a firma di Filippo Maria Cazzolla, lo stesso Castello resterà aperto ogni giorno fino alle 19.30.

Una delle casette ospiterà fogli territoriali, programmi natalizi e teatrali ed altro che il Comune distribuirà ai turisti insieme alle informazioni utili per godere al meglio le iniziative in essere.

Delle casette su richiesta del sindaco da proporre prima ai commercianti gioiesi e dopo a chi verrà da fuori, ufficiosamente ben poche sono ancora disponibili. Ospiteranno food, piante, addobbi natalizi, bijoux, oggettistica, presepi artigianali e molto altro. Le aperture saranno a discrezionalità degli esercenti, fermo restando la “garanzia” di esserci nei fine settimana e di domenica anche di mattina. Una casetta sarà riservata a Babbo Natale, mentre gli artisti di strada allieteranno i fine settimana ed i festivi.

Coloro che avranno bisogno di più spazio potranno anche utilizzare spazi esterni, purché non vengano compromesse la viabilità e la sicurezza.

Ora metaforicamente la “palla” passa alle associazioni che potranno collaborare con EVENTI NATALIZILeti Eventi, affiancando le iniziative o progettare per proprio conto. A breve verrà stilato un programma dettagliato che di ora in ora si arricchisce sempre più e che coinvolgerà il centro storico e non solo. Anche le rotonde adottate fino ad oggi da Imes, Nuzzi petroli, Rizzi Inox, Capurso gioiella, B&B la Marchesana. saranno “decorate a festa”.

Di seguito il programma delle prime iniziative di dicembre.

- Domenica 1° dicembre, ore 19.00, presso Piazza Umberto I

Spettacolo di cabaret con Daniele Condotta e Mariangela Cardone ripreso dalle telecamere di “Comó “, Telenorba e taglio di un panettone gigante offerto dalla pasticceria “Covella Pasticceri” dello chef Nicola Covella;
- Venerdì 13 dicembre, ore 20.30, presso Piazza Umberto I
Animazione ed intrattenimento a cura del dj Ciccio Marinelli;
- Sabato 14 dicembre, ore 18.00, presso il Palazzo Romano
Inaugurazione Mostra di pittura dell’artista Gino Donvito;
- Giovedì 20 dicembre, ore 20.30, presso Piazza Umberto I
Spettacolo di cabaret “Solo Solo” canzoni, voci e fatti di Renato Ciardo nel racconto del percorso personale ed artistico del musicista attore;
- Sabato 21 diceVILLAGGIO BABBO NATALEmbre, ore 20.30, presso Piazza Umberto I
Spettacolo Musicale con Mario Rosini;
- Venerdì 27 dicembre ore 20.30, presso Piazza Umberto I
Spettacolo musicale con la Royal band;
- Sabato 28 dicembre ore 20.30, presso Piazza Umberto I
Spettacolo Musicale con Danny Losito;
- Domenica 29 dicembre ore 10.30, presso Piazza Umberto I
“Corsa dei Babbo Natale” - Corsa non competitiva a carattere benefico, a cura dell’Associazione Gioia Running;
- Sabato 4 gennaio, ore 20.30, presso Piazza Umberto I
“La Luce della Stella Kreativa” - Spettacolo a cura della scuola di danza Asd Kreative con animazione ed intrattenimento del djset di Enzinosting.

INIZIATIVE COLLATERALI

- Visita speciale al Castello Normanno-Svevo, la cui sistemazione definitiva si deve a Federico II di Svevia intorno al 1230, e al Museo Museo Archeologico Nazionale ove sarà possibile ammirare i reperti archeologici provenienti dagli scavi delle aree di Monte Sannace e Santo Mola;EVENTI NATALIZI

- “Chiese aperte a Gioia del Colle” - Le chiese rappresentano un patrimonio culturale ed artistico significativo della città e, grazie alla sensibilità della Diocesi, dei parroci, delle Confraternite e dei volontari, dal 1° dicembre al 6 gennaio saranno rese fruibili a cittadini e visitatori. Le chiese interessate all’iniziativa saranno quelle di Santa Lucia, San Francesco, San Rocco, Sant'Andrea, Sant'Angelo, Matrice, Immacolata, Crocifisso, Sacro Cuore e San Domenico.

- Nei weekend e giorni festivi, dalle ore 18.00, si esibiranno gli artisti di strada, trucca bimbi e laboratori per bambini musicisti itineranti.

- Per la gioia di grandi e piccini sarà disponibile, nei week-end e festivi, in loco, una carrozza con cavalli che percorrerà in lungo e largo il centro della città;

- Una caratteristica “casetta” ospiterà Babbo Natale che sarà a disposizione dei bimbi per scrivere e consegnare letterine e fare foto;

Per informazioni: www.letieventi.com - Email: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. – tel.: 345/6434947.

 

Commenti  

 
#14 Federico lo Svevo 2019-12-05 16:52
Non si sbagliano i paesi limitrofi a definire molti gioiesi, giudei.
La prova sono i commenti e le reazioni dell'opposizione, la peggiore che Gioia abbia mai avuto.
 
 
#13 Uffa 2019-12-05 15:00
Chi vede strade piene e allegria forse di bicchieri mezzi pieni ne ha bevuti troppi. Leggete i dati della Camera di Commercio e capirete. Un paese in ginocchio, questa è la verità.
 
 
#12 Giuly 2019-12-04 17:57
In realtà le casette mettono in ombra i negozi e le loro vetrine. a parte il passeggio del sabato e la domenica dopodiché gioia e via Roma diventano un mortorio.
 
 
#11 Luisa R. 2019-12-04 10:14
Io mi chiedo, ma queste casette non influiranno negativamente alle vendite natalizie dei commercianti che pagano tante tasse ???
 
 
#10 Vito... 2019-12-04 08:28
Condivido pienamente l'opinione di franco....al di la' delle solite critiche ho notato molta gioia ed entusiasmo fra i presenti...e già è un primo passo
 
 
#9 Franco. 2019-12-02 23:52
Ieri ho visto una città in festa come da anni non la vedevo.
È inutile giudicare e vedere il bicchiere mezzo vuoto, questa amministrazione in poco meno di 6 mesi sono riusciti a creare movimento a gioia.
Gl'ultimi anni cosa ha proposto l'assessore alla cultura di espressione prodigio? Eventi teatrali, certo, sono stato il primo ad andarci ma il massimo coinvolgimento era la platea semi-piena.
Ieri le strade centrali erano piene e si sentiva l'aria natalizia come da anni non si vedeva.
Sicuramente c'è molto da migliorare e da fare però si può dire che questo è un inizio propositivo.
Premesso che non ho votato per questa amministrazione e forse mai lo farò però bisogna essere oggettivi
 
 
#8 Resta F. 2019-12-02 23:08
A Mastrangelo consiglierei di frequentare un corso accelerato di public speaking dato che non sa fare che comizi con tanto di chiusura tipica da campagna elettorale. Interviene per inaugurare le attività natalizie con un asta e le movenze tipiche da pubblico comizio. La propaganda avrebbe dovuto dimenticarla il giorno dopo l'elezione. Ma si sa, a tutti piace ascoltare le fiabe...Che poi qual'è il merito della sua giunta di competenti se l'organizzazione è stata affidata ad un'azienda esterna. Ah si dimenticavo sono esperti di convegni estenuanti...
P.S.Mastrangelo non fare i video su Fb solo quando devi difenderti, sei il Sindaco(quindi aggiornaci dell'attività amministrativa che porti avanti) e non più un consigliere comunale, lascia ai tuoi esperti consiglieri che conoscono il regolamento, lo statuto e il tuel difenderti e parlare di cosa avviene in consiglio.
 
 
#7 mabasta 2019-12-02 22:01
Penso proprio che le critiche sono del tutto infondate. non si è mai vista una manifestazione così bella a Gioia. Per coloro che sanno solo criticare appartenenti ai prodigiani vi chiedo di zittire totalmente. i vostri 10000 voti si sono volatilizzati in brevissimo tempo. Piu' nessuno vi ricorda e più nessuno vuole ricordare quel bruttissimo periodo. Godetevi lo spettecolo
 
 
#6 Dubbioso 2019-12-02 19:27
Mi chiedo se ci sono i margini di sicurezza riguardo alle casette di Natale su via Roma. Ho qualche dubbio in merito.
 
 
#5 Virussetta 2019-12-02 19:26
Ma io mi chiedo di invece di criticare e giudicare sempre... Un Grazie... No eh? Lo sapete quanto duro lavora c'è dietro a tutto questo? Quante energie buttate... Può essere una ripartenza per Gioia. NATURALMENTE SI PUÒ MIGLIORE DATO CHE LA PERFEZIONE NON ESISTE. Ma invece di giudicare un contributo per rendere gioia e i suoi eventi migliori si può dare non a chiacchere
 
 
#4 Uffa 2019-12-02 15:16
A Gioia occorrono iniziative di rilancio importanti, stabili e innovative. A Natale si può anche propinare le solite cose che da decenni si vedono in giro. Ma poi? Gioia non è nell'indotto di nessuna grande zona industriale (tipo Putignano o Altamura), non ha un polo culturale (tipo Matera o Altamura), non ha un avviamento nell'enogastronomia (tipo Noci). Piuttosto è a questo che bisognerebbe puntare, a una legittimazione ampia e stabile in uno di questi comparti trainanti, invece di affastellare senza un filo conduttore eventi e iniziative scollegate tra loro, anche se magari forse accontentano questo o quello. A Natale va bene tutto (ferma restando l'esigenza di trasparenza sui soggetti a cui si affidano gli eventi) ma terminato il Natale Gioia ha bisogno di risposte. Le aspetta da oltre vent'anni e nessuno le ha ancora date.
 
 
#3 Simonpietro 2019-12-02 13:22
Il "costo zero" non esiste a meno che non si chiami VOLONTARIATO! Tutti quelli che hanno dato una mano a questa amministrazione stanno avendo o avranno la loro ricompensa sotto forma di contratti ed appalti elargiti in maniera del tutto arbitraria. Tutti, a cominciare dall'Amministrazione Longo, hanno fatto il possibile per allietare le feste dei gioiesi, ma a quanto pare sembra che il Natale verrà festeggiato per la prima volta a Gioia del Colle. A quanto pare i gioiesi vogliono il PASSEGGIO e gli amministratori li accontentano. Il meno palpabile è il contributo dell'onnipresente assessorato alla cultura che farcisce qualsiasi spazio disponibile con iniziative alla rinfusa che lasceranno i gioiesi più ignoranti di prima. Ma tant'è...! Basta che ci vedano in TV, anche col volume basso magari, per non sentire le banalità, i falsi storici e le mortificazioni che abbiamo subito rispetto ai comuni limitrofi. Viva l'orgoglio gioiese!!! Viva qualsiasi cosa! :P
 
 
#2 Mariolino 2019-12-02 09:31
Che dire tanta gente in giro.
Ma quanto durerà?
Poche casette aperte, molto brutto vedere oltre la metà di queste chiuse.
Perché un turista dovrebbe venire a Gioia? Cosa c’è di tanto attraente rispetto a Monopoli, Noci, Polignano?
Tanta buona volontà da parte di questa amministrazione ma tanta tanta incompetenza e pressappochismo
 
 
#1 Victor 2019-12-02 07:35
Ieri sera ho passeggiato per strade finalmente piene di gente. Gioia sembrava rinata. Bella iniziativa
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.