Mercoledì 23 Ottobre 2019
   
Text Size

Diritti di libertà: i diritti umani e civili visti dagli occhi di una ragazza

diritti di libertà

diritti di libertà Quest’anno “Le Quattro fontane” di Largo Scarpetta ospitano la rassegna “Diritti di Libertà”, un viaggio tra i diritti civili e umani che ripercorre delicate tematiche sociali, dal ruolo della donna oggi, alle politiche di genere, dalle ONG alle relazioni internazionali. Tra gli incontri, in programma fino al 19 agosto, vi è quello svoltosi lo scorso lunedì 5 agosto dal titolo "Diritti umani: evoluzione storica e forme di tutela" a cura della Dott.ssa Ilaria Antonicelli con la collaborazione di Tonia Scarnera, coordinatrice della Biblioteca “Liberi di Volare Rosa Protino Vinci”. L’incontro-dibattito ha toccato differenti tematiche inerenti ai diritti sociali, politici, umani ed ai diritti fondamentali raccontati attraverso un’attenta esegesi di Ilaria Antonicelli che ha illustrato ogni argomento in rapporto a testi ed articoli. Non sono mancati riferimenti alla Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, approvata e proclamata dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 10 dicembre 1948. I diritti umani come tutela costituzionale e come una vexata quaestio che tocca tutte le nazioni e che tuttavia ancora oggi sembra non trovare la dovuta attenzione.

Ad intervenire durante la discussione anche Tonia Scarnera che ha ricordato il disastro aereo dell'Atr 72 della Tuninter, il volo Bari-Djerba precipitato in mare il 6 agosto 2005 al largo delle coste di Palermo per insufficienza di carburante, strappando la vita a 16 persone.

Al termine dell’incontro le parole di Ilaria Antonicelli hanno lasciato il posto ad alcuni interventi da parte dei presenti che hanno espresso le loro domande ed alcune personali riflessioni.

L’INTERdiritti di libertàVISTA AD ILARIA ANTONICELLI

Come nasce l’idea di questi incontri sui diritti umani? chiedo ad Ilaria “L’idea è nata in modo del tutto casuale, mia madre aveva trovato delle informazioni sui social network e dopo aver conosciuto Tonia Scarnera mi sono letteralmente immersa in questa nuova esperienza”.

Da quanto tempo ti appassionano le tematiche sociali?

“Mi sono accostata al tema dei diritti ai tempi delle superiori, dopo aver letto il libro del politologo Antonio Cassese Il sogno dei diritti umani. Da quel momento ho compreso di voler intraprendere la facoltà di Scienze Politiche, rapporti internazionali e Diritti umani presso l’Università di Padova, dove poi ho studiato. Ho quindi avuto la possibilità di fare tirocinio presso l’ONG padovana Incontro fra i popoli grazie alla quale ho incontrato un tutor che mi ha spronata molto lungo il mio percorso”.

Ilaria,esiste a tuo avviso un diritto all’informazione che sta venendo meno oggi?

“Purtroppo sì, nell’era in cui le informazioni viaggiano alla velocità della luce, dovremmo perseguire il diritto ad un’informazione non manipolata, come fosse un nuovo diritto”.

Cosa auspichi per il tuo futuro?

“Voglio dedicare la mia vita agli altri. Desidero continuare questo percorso di dialogo e di confronto con le persone, perché il confronto è alla base di tutto”.

Si ringraziano il Comune di Gioia del Colle, la Biblioteca Liberi di volare "Rosa Protino Vinci", Libertá e Giustizia Circolo "Vito A. Vinci" e la Libreria Minerva.[foto Mario Di Giuseppe]

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.