Venerdì 20 Settembre 2019
   
Text Size

Guendalina Losito protagonista del film “L’invisibile essenza dell'anima”

46830935_515998332232997_777582272499941376_o

67553730_476212472942792_2274705028893638656_n In prima assoluta il 17 agosto alle 21 presso il Red Carpet di Monopoli, il 19 al Vignola di Polignano ed il 27 settembre a Conversano sarà proiettato il “film “L’invisibile essenza dell'anima” di Leonardo Ginefra che vede protagonista una giovanissima attrice gioiese: Guendalina Losito, nel ruolo di Melissa, dolcissima sorella di Petra, Abel (interpretato da Danny Losito) e Iris. La direttrice di produzione, Josefina Ruospo Correa, le ha dedicato bellissime parole: “Questa splendida ragazza di nome Guendalina ha svolto in maniera magistrale il ruolo da protagonista del film “L’invisibile essenza dell'anima”. La sua indiscussa bellezza è evidente e di una bravura incredibile. Devo dirle con tutto il cuore grazie e brava!”

“L’invisibile essenza dell’anima” è un film interamente girato nel sud l’estate scorsa ed è stato scritto in una notte, quasi fosse un sogno, come racconta il regista esordiente nonché scrittore e poeta Leo Ginefra, il quale ha anche scritto testi e sceneggiatura e composto le musiche e la colonna sonora. Un film c67441925_10216627505532770_4161771319244881920_nhe parla di sentimenti, “ma non come quelli odierni - precisa Ginefra - che si consumano dopo poco tempo. Oggi non si ha quasi più nemmeno il senso e la capacità di capire cosa sono i sentimenti, cos’è l’amore stesso, quel senso di eterno, quella promessa indelebile che oramai non esiste più. Io cerco di spiegare l’amore attraverso una rappresentazione ambientata tra gli anni ‘40 i primi anni ‘60, dove l’umanità stessa era molto lontana dalla tecnologia, dove le persone avevano un approccio molto più diretto e profondo tra di loro. Ho scritto e costruito tutto come fosse un sogno, narrando di questo amore eterno, di questo contatto pulito, puro, dove non esiste nessuna forma di sesso. I protagonisti della storia si muovono nella nostra terra e fanno capire a chi guarda il film che si sta parlando della Puglia e del sud in generale”.

I personaggi sembrano davvero dal passato… Leandro (Carlo D’Alessandro) è un ragazzo che lavora in falegnameria, Melissa è una ragazza orfana costretta a badare a due sorelline più piccole e un fratellino; poi c’è un falegname cattivo, ‘il tutore’, padrone di Leandro che vive con lui in una casa-bottega e l’antagonista Rèina (Anna Basile) innamorata non è corrisposta da Leandro, che dovrà lottare con se stessa per sconfiggere la gelosia nei confronti di Melissa della quale Leandro si innamora perdutamente. Un amore puro che darà il via ad una serie di vicissitudini, scontri e colpi di scena del film. Nel film appare un’amica della protagonista che si prende cura dei fratellini quando accompagna Leandro ad una festa, un marinaio - lo scrittore e poeta Luigi Mastropietro - che dispensa consigli e personaggi minori ma di egual bellezza, ad esempio l’anziano e la bambina che esprimono la purezza di un amore senza età.

La colonna sonora è un brano scritto da Ginefra per arpa (Lucia Pavone), violino (Mirella Rex) e voce. Sarà la soprano lirica Marzia Saba Rizzi ad eseguire una struggente Ave Maria nella chiesa del Purgatorio di Polignano.

Ricordiamo che Guendalina Losito nonostante la67608284_476212442942795_21323529077129216_n giovanissima età - deve ancora compiere quindici anni - ha un curriculum di tutto rispetto sia nel mondo della pubblicità che nelle produzioni cinematografiche ed è attualmente scritturata nella prestigiosa agenzia cinematografica di Sergio Martinelli.

Nel 2018 è nel cast di “Basta un paio di Baffi” in onda in Rai per la regia di Fabrizio Costa, prodotto da Pepito Produzioni di Agostino Saccà (Roma), con il sostegno logistico di Apulia Film Commission in collaborazione con Rai Fiction. Nell’ottobre del 2018 recita in una nuova fiction Rai "Le avventure di Imma" in onda su Rai 1. Nel 2016 ha partecipato a “Malattie misteriose” in onda su Deejay TV Nove. Nel 2013 inizia a frequentare i set, ha un ruolo nel docu-film di Micky D’AquinoUna vita spezzata”, nel cortometraggio di Dario AcocellaPiccoli poteri”, nella fiction su Rai 1Pietro Mennea la Freccia del Sud” di Ricky Tognazzi, in “Dove chi entra urla” di Fabrizio Pastore e un piccolo ruolo per una fiction dal titolo Furore2 in onda su Canale 5. Ha inoltre posato per cataloghi di moda nazionale e internazionale (Petit, Veneziano, Gaialuna, Incanto, luxury brand Nunzia Corinna), partecipato a servizi pubblicitari su prestigiose riviste (Vanity Fair, Grazia, Gioia, Gente…) ed anche per la Confindustria, ed è stata invitata a registrare spot televisivi con Bianca Guaccero ed un videoclip con Alessandra Amoroso. E’ anche testimonial della Lol Surprise, ed è stata “modella” della make up artist Luna Taddonio negli studi di “Buon pomeriggio” di Telenorba ed ha partecipato al workshop tenuto dal regista Matteo Garrone a Pisticci durante la Lucania Film Festival. Nelle scorse settimane ha anche registrato delle puntate per una serie tv di cui si prevede la messa in onda a settembre.

Sono tante le passioni di Guendalina: la moda, il teatro e lo sport - fino allo scorso anno era una delle atlete di ginnastica ritmica dell’A.S.D.” Gioia&Ritmica” di Francesca Casoria, cui ha dovuto rinunciare per seguire corsi di danza, doppiaggio e dizione -, adora leggere, è appassionata di youtubers ed è anche una studentessa modello, frequenta il liceo Classico “P. Virgilio Marone”, scrivendo anche articoli per “la voce del paese” ed ha ottimi voti in tutte le discipline.

Commenti  

 
#4 esercente 2019-08-21 17:33
Da esercente vorrei spiegare a Silvia e DX che il film ha una distribuzione indipendente, quindi non riesce ad avere una adeguata penetrazione nelle sale cinematografiche; suggerirei alla produzione di contattare direttamente le sale di Puglia e in particolare la sala SEVEN di Gioia.
 
 
#3 DX 2019-08-16 20:12
X Silvia: il motivo della mancata proiezione a Gioia potresti chiederlo alla Redazione, forse loro ne sanno più di qualche lettore scomodo.

La Redazione
In questi casi non sono gli attori che decidono, forse nemmeno gli autori o registi, ma i produttori e i vari manager.
Saluti
 
 
#2 DX 2019-08-16 15:43
X Silvia: vuoi sapere perchè non a Gioia? Perchè da quando sono scomparse le "sale" e sono comparsi i "multisala" non siamo piu italiani, SIAMO AMERICANI!". Sono certo che questo è il classico film fatto "con passione" dal classico regista esordiente, che purtroppo vedrà presto il suo sogno "finire in un cassetto", perchè "nessun distributore" lo vorrà distribuire.
LA GLOBALIZZAZIONE NON VA D'ACCORDO COI SENTIMENTI, NON LO SAPEVI?
 
 
#1 silvia 2019-08-16 13:39
Mi aspettavo che fosse proiettato in primis in una sala cinematografica gioiese.... : :-*
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.