Mercoledì 23 Ottobre 2019
   
Text Size

4 CITTàX4PROGETTi di Alessandro Capurso a MuRoBiAnCo

4 CITTàX4PROGETTi di Alessandro Capurso

4 CITTàX4PROGETTi di Alessandro Capurso "La città è colore ... è sapore è emozione ... è seme di rigenerazione la città ... riflesso di tante storie si costruisce da sola ... basta saperla ascoltare ..."

Il 6 agosto alle 18.30 si inaugura in via Barba presso MuRoBiAnCo 4 CITTàX4PROGETTi, mostra fotografica di Alessandro Capurso curata da Clelia Stasi che resterà aperta al pubblico fino al 10 agosto dalle 18.30 alle 20.30.

Negli "scatti" scelti vengono esposte al pubblico fotografie per forma e colore tra le più efficaci con contenuti di testimonianza e denuncia che spaziano dalla periferia di Bari alla metropolitana artistica di Napoli dalla nuova architettura di Tirana (paese delle Aquile) ai luoghi nascosti e abbandonati di Milano il tutto ambientato in un luogo storico ... mistico dove tutto viene assaporato in modo insolito attraverso un ponte  che inevitabilmente lega ... passato e presente.

Il 10 agosto alle 19.30 avrà luogo nell’arco Nardulli il phototalk “Hidden Città nascoste - I luoghi abbandonati di Milano e la proposta di recupero dello spazio urbano di Gioia del Colle”, progetto sposato dall’Amministrazione c4 CITTàX4PROGETTi di Alessandro Capursohe lo ha fatto proprio.

Alessandro Capurso, classe ’70, maturità scientifica, sposato con Marianna Paradiso e padre di due figli - Alessia e Samuel - è socio di “Studio Graphica” realtà di progettazione grafica e centro stampa digitale, ed appassionato di ogni espressione dell’arte (in particolare Musica e Arte Contemporanea) ed ha raffinato la sua predisposizione nel cogliere gli aspetti che andavano oltre la sola immagine. Il contatto con il paesaggio urbano diventa oggi la sua fonte primaria di ispirazione. Gli piace infatti raccontare i territori che analizza con uno spirito di ricerca della forma, della luce e del colore. La scansione delle linee orizzontali e verticali che compongono il paesaggio urbano diventano per lui una vera ossessione.

Simpatica la modalità con cui Alessandro presenta4 CITTàX4PROGETTi di Alessandro Capurso sui social gli ospiti ed i relatori… brevi ed essenziali schede monografiche per un parterre d’eccezione accolto dal sindaco Johnny Mastrangelo e dall’assessore all'Urbanistica, Mobilità, Decoro e Arredo Urbano, Sviluppo e Recupero delle Periferie e all'Innovazione Maria Paola Valentini - pragmatica, concreta e allo stesso tempo grande estimatrice dell'Arte nelle sue svariate sfaccettature: lettrice infaticabile e frequentatrice di mostre e musei - parte “attiva” nel progetto che darà vita ad un incontro destinato a passare alla storia: Pio Meledandri - esperto in fotografia microscopica e archeologica, fondatore nel Politecnico di Bari del Laboratorio Multimediale del Dipartimento di Architettura e Urbanistica, promotore, fondatore e direttore del Museo Universitario della Fotografia nonché ideatore, organizzatore e direttore artistico del primo Fotofestival in Terra di Bari nel 2015 - disserterà sulla fotografia contemporanea.

Leo Palmisano - etnografo e scrittore, docente di Sociologia Urbana al Politecnico di Bari che dopo Ghetto Italia e Mafia Caporale Leonardo Palmisano conclude la sua trilogia sullo sfruttamento con Ascia Nera, un’inchiesta sul campo fatta di incontri e interviste alle vittime e ai carnefici di un’organiz4 CITTàX4PROGETTi di Alessandro Capursozazione spietata che sta diventando una delle minacce più concrete alla sicurezza del nostro paese - tesserà una analisi mettendo in relazione territorio e comunità mentre il pittore Sergio Gatti – artista che milita in campo artistico dal 1976 con numerose partecipazioni a mostre e fiere nazionali e internazionali - darà vita ad un live painting. Interverranno con commenti sul video proiettato nel corso della serata la docente Carmela Mastrovito e Tommaso Lillo, infine Ottavio Surico, chef dell’osteria del Borgo Antico delizierà i presenti con un buffet. Ottavio, ricorda Capurso, ha affiancato lo chef Gianni Longo, presso I' "Hotel Villa Duse" di Gioia del Colle e realizzato un ristorante italiano a Rio de Janeiro, in Brasile. Tornato in Italia, nel 2007 con sua moglie Miriam, ha dato vita all’Osteria del Borgo Antico. “Ottavio ama il suo territorio e ciò che gli offre, rispettandolo e valorizzandolo. Ama scegliere le materie prime con le quali poi cerca di emozionare il cliente del suo ristorante, creando piatti eleganti e sobri allo stesso tempo.”4 CITTàX4PROGETTi di Alessandro Capurso

Negli stessi giorni in cui si terrà la mostra, avrà luogo “Scatti - La fotografia come linguaggio per tutti” un workshop curato da Alessandro che coinvolgerà i ragazzi dell’A.so.tu.dis. e non solo per raccontare Gioia con occhi diversi. Il primo incontro si terrà il 7 agosto alle ore 18 in Piazza Livia ed illustrerà l’arte della fotografia, mentre il 9 agosto si darà vita ad un photo-walking, una passeggiata nel Centro storico per cogliere con cellulari e macchine fotografiche dettagli e scorci del cuore antico della città.

Questo progetto in gestazione da due anni è stato condiviso con le ultime due Amministrazioni di Gioia del Colle che ringrazio. La mia idea è quella di ricercare nello spazio urbano quei luoghi "minori" o meglio "nascosti" che a volte non vediamo ma sono a portata di occhio. La fotografia di territorio ha questa missione portare a misura d'uomo lo spazio visibile e invisibile che ci circonda. Per chi vuole affrontare la fotografia con occhi diversi - conclude Alessandro Capurso - appuntamenti da non perdere.”

4 CITTàX4PROGETTi di Alessandro Capurso

4 CITTàX4PROGETTi di Alessandro Capurso

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.