Domenica 19 Maggio 2019
   
Text Size

Il ricordo dell’angelo dei cani randagi: Lina Colacicco

arcangela colacicco

cani-randagi Arcangela Colacicco, per tutti Lina, i randagi raccolti per strada, i cuccioli nati in cattività, li amava e tanto, quasi fossero dei figli, al punto da dedicare loro trenta anni della sua vita ed ogni suo pensiero, finché la salute glielo ha permesso. Ogni cane aveva un suo nome, una storia, era speciale ed era affidato solo a persone altrettanto speciali… non concedeva a chiunque l’affido, ma solo a chi conquistava la sua fiducia e avrebbe amato ed accudito con sincera dedizione la bestiola adottata. Per i cuccioli ed i cani anziani Lina cucinava in casa, era convinta che i croccantini non facessero loro bene.

All’inizio erano quattro, cinque cani, per lo più randagi di quartiere, quelli accuditi, poi aumentarono, si arrivò a curarne più di cento, tanto da rendere necessario allestire un vero e proprio spazio per loro. Lina non si perse d’animo e mise a disposizione un suo terreno agricolo in via Matera. Lì vennero costruite da suo marito Donato Resta le prime cucce ed i recinti.canile_degrado

Ad aiutarla un gruppo di giovani incontrati per caso, che come lei amavano i randagi: l’avvocato Jolanda Pavone, fresca di laurea che le dedicherà un suo affettuoso pensiero, a lei si unirà sua sorella Lucilla, Eddy Nicassio, Mario Menegotto, il ricercatore Giuseppe Procino, Elvira D’Aprile ed altri che a turno badavano ai cani, portavano loro cibo ed acqua, ne pulivano gli escrementi, si autotassano per curarli chiedendo al dottor Diego Boscia “proroghe” e dilazioni per il pagamento, ed a volte li si curava direttamente, come faceva Lina, armata di siringa e Bactrim.

Eravamo tutti ragazzi, dotati di grande sensibilità e Lina, con la sua grande umanità e semplicità, ci teneva tutti uniti. Erano anni in cui si tornava dal canile pieni di terra e zampate - confessa Lucilarcangela colaciccola Pavone -, ma con la pace nel cuore… Credo che pulire recinti, preparare e distribuire cibo per tanti cani, correre in loro soccorso quando il canile si riempiva di neve o pioggia, sia stata davvero, per noi, una scuola di vita. E tutto questo grazie a Lina! Senza di lei i cani non avrebbero mai avuto un rifugio sicuro, Gioia non avrebbe avuto già da trent'anni un canile pieno d'amore e noi.... avremmo continuato imperterriti a far fronte agli attacchi feroci di chi non tollerava che portassimo cibo ed acqua ai randagi del paese.”

Avevamo lasciato dei salvadanai rudimentali, delle scatole di metallo nei negozi, per raccogliere offerte… eravamo studenti - ricorda Jolanda Pavone -, con poche lire, affezionati a quelle bestie… ognuno di noi aveva i “suoi” cani, anche Lina e se uno di loro non stava bene o moriva, ne soffrivamo molto. Quando arrivavamo al canile, liberavamo i cani e li facevamo giocare... Il nostro era volontariato puro. Fu Lina ad avere l’idea dell’associazione cani randagi, la stessa che oggi ha in gestione il canile con un altro logo e una diversa impostazione, ed a creare la tessera “socio”. Non c’erano contributi, solo speseSe un cane veniva accalappiato, pagavamo di tasca nostra la cauzione di cinquemila lire per liberarlo ed evitare che fosse soppresso. Con i nostri risparmi compravamo i croccantini ed a turno eravamo lì, in pieno agosto o sotto la neve, con taniche di acqua e cibo per tutti. Raccoglievamo il pane raffermo portato a scuola dai bambini o gli avanzi che Lina utilizzava per preparare dei pastoni da trenta chili per cuccioli e cani anziani. Lina ha sempre fatto fatica a separarsi dai suoi cani, temeva che non si sarebbero trovati bene e valutava con attenzione le famiglie affidatarie. Era anche abile nel mediare con commercianti e politici, con dolcezza e fermezza raggiungeva gli obiettivi. Dai primi aiuti in “natura” o economici per sostenere i cani, dai secondi permessi e contributi. Aveva entusiasmo, tanta energia ed un grande amore, una passione vera e contagiosa... con quei grandi occhi, i capelli rossi al vento, nulla poteva fermarla….”

Invece la perdita di suo marito Donato che, sia pur borbottando, tanto la aiutava, la morte dopo un doloroso calvario dell’amatissima figlia Grazia, il non poter raggiungere il canile con i propri mezzi in quanto costretta a chiedere di essere accompagnata, non poter tenere con sé, nel suo condominio il cane di Grazia e anche problemi di udito, l’hanno portata alla depressione ed a perdere la voglia di vivere. A Lina Jolanda dedica queste parole.

“L'amore per i cani ed in particolare per i randagi della nostra città, ci ha fatte incontrare, esattamente trent'anni fa. Mi bastò un attimo per comprendere la tarcangela colaciccoua indole ed i tuoi propositi. Il tuo volto parlava chiaro: pelle candida ed occhi limpidi manifestavano apertamente la tua rara bontà e la tua grande sensibilità. Le nostre anime si incrociarono per non perdersi mai più! Era l'aprile del 1989, anno in cui il randagismo era dilagante ma di poco interesse per i più. Risoluta come poche - considerato che in quegli anni la normativa prevedeva la soppressione dei cani accalappiati -, hai fatto dell'accoglienza dei randagi, la tua più grande battaglia. Hai messo persino a disposizione un fondo di tua proprietà sul quale ospitare i cani. È da qui che nasce il canile di Gioia del Colle. Certo, il fondo non era strutturato per accogliere dei randagi, peraltro era anche privo di collegamento idrico, ma la tua disponibilità portò noi, pochi volontari uniti da un amore incondizionato per i cani, a sposare la causa ed a realizzare, con grandi sacrifici in termini di tempo e denaro, un piccolo canile dotato di cucce e recinzioni confortevoli. Sono stati anni difficili, ma niente ci ha fermato, né la neve né il caldo torrido né le ingenti spese e men che meno la cattiveria e la noncuranza della gente... Il tuo sorriso ha portato luce su ogni ombra e difficoltà perché tu, con la tua abnegazione sei arrivata a privarti di tutto, anche del necessario per vivere, pur di salvare la vita di un cane abbandonato! L'amore, la determinazione ed il tuo essere semplice, ha fatto nascere un legame molto forte tra di noi, un affetto che ha continuato a legarci in questi lunghi anni, durante i quali non hai smesso di chiedere il mio conforto per la soluzione di eventuali problematiche afferenti ai tuoi amori ed io ho goduto della tua stima ed amicizia. Te ne sei andata in punta di piedi, a distanza esattamente di trent'anni. Il vuoto è incolmabile ma forte il ricordo delle tante e bellissime esperienze vissute insieme, i tanti cani raccolti, curati, fatti crescere con amore vero, ognuno con il proprio nome e la propria storia, senza riflettori, senza clamore ma solo all'ombra di una vera passione. Una passione per gli animali che grazie a te ho coltivato e che mi porto dentro... Ciao Lina, sono certa che ovunque sarai continuerai a brillare sul tuo canile di Gioia del Colle!

Anche i volontari dell’A.D.C.R. dedicano a Lina un loro pensiero.

“Ci ha insegnato la tenacia delle azioni sempre sostenuta dalla forza di volontà che ha reso fecondo il suo impegno nel salvare i randagi rendendo possibile quello che il canile oggi è diventato.

Cara Lina noi ti immaginiamo sul ponte arcobaleno accolta gioiosamente dai tanti amati cani che hai aiutato e accompagnato nella loro vita. Ricorderemo sempre il tuo sorriso, i tuoi racconti, il tuo essere instancabile, i secchi della pasta che ogni mattina cucinavi per gli anziani del canile… per noi sei un modello e un’ispirazione a fare sempre meglio. Ti abbracciamo Lina, sarai sempre nei nostri cuori!”

 

Commenti  

 
#32 Margherita 2019-05-11 14:08
Semplicemente Straordinaria donna
 
 
#31 Catia 2019-05-09 11:07
Grazie Signora Li
na.❤
 
 
#30 mario pugliese 2019-05-09 09:45
un mito
 
 
#29 Graziella 2019-05-09 08:35
Signora Lina donna meravigliosa il tuo immenso e puro amore per i nostri bimbi pelosi sosterrà tutti gli altri angeli che ogni giorno salvano e proteggono con tantissimo amore i nostri amori a quattro zampe. Tu sei un magnifico esempio che ci guarda dal cielo e sempre ci guarderà e ci guiderà. LINA COLACICCO RESTA SEMPRE VICINA A NOI
 
 
#28 Valentina 2019-05-09 07:56
:D un gesto bellissimo
 
 
#27 Luciana 2019-05-09 07:16
Grandissima donna piena di amore per esseri indifesi.
 
 
#26 Luciana 2019-05-09 07:12
Un 'angelo,grandissima donna piena di amore per esseri indifesi.
 
 
#25 MIRELLA 2019-05-09 06:59
Una meravigliosa favola fatta solo di realta'. GRAZIE VERA SIGNORA E GRAZIE A TUTTI VOI SPLENDORI !
 
 
#24 Graziella 2019-05-09 03:40
Grazie Signora Lina grazie per l'immenso amore per i nostri meravigliosi bimbi pelosi. Il tuo è, e sarà un esempio di puro amore che deve essere ricordato sempre e ovunque
 
 
#23 Lidia 2019-05-08 20:52
Grazie per il grande amore che hai dato a questi meravigliosi animali capaci di altrettanto amore
 
 
#22 Lidia 2019-05-08 20:50
Un esempio per tutti noi,un cuore grande e tanta sensibilità'.resterai nei nostri cuori.grazie per il grande amore che hai dato a questi meravigliosi e indifesi animali capaci di altrettanto amore.
 
 
#21 Maik 2019-05-08 18:59
Donna fenomenale
 
 
#20 Adelaide 2019-05-08 17:35
Amore incondizionato per gli animali!
Persona semplice,ma dal cuore d'oro!
Grandissima!????????????❤
 
 
#19 Barbara 2019-05-08 17:33
Grazie per aver aiutato queste fantastiche creature
 
 
#18 Giuseppe Paragliola 2019-05-08 15:46
O letto una parte di quello, c'è scritto ma non ci voleva molto per capire che persona era,
D'oro di cuore ultima con
gli ultimi.'Grazie Grazie
X
 
 
#17 Raffaella 2019-05-08 14:31
Anche se non la conoscevo, per quello che ha fatto è stata sicuramente una GRANDE DONNA. Ti immagino anch'io sul ponte dell'arcobaleno con i tuoi amati amici
 
 
#16 Carmen 2019-05-08 14:28
Animalista da sempre nn conoscevo questa signora così speciale di un cuore immenso, mi spiace che persone così ci lasciano xche la vita dedicata agli animali e il senso della vita. Spero solamente che mancando lei persone e volontari se ne occupano allo stesso modo.una grande perdita.
 
 
#15 Luciana Decandia 2019-05-08 14:26
Grazie per tutto quello che hai fatto.
 
 
#14 Margherita 2019-05-08 12:46
Amore incondizionato da prendere come esempio
 
 
#13 Margherita 2019-05-08 12:41
Grande donna dotata di grande generosità e amore verso gli ultimi..E amati incondizionatamente un grande esempio da seguire
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI