Greta Lobefaro tra i “prodigiosi pianisti” esibitisi in Sud Africa-video

greta lobefaro

greta lobefaroGreta Lobefaro, diciassettenne pianista gioiese che vanta una laurea con il massimo dei voti in pianoforte ed oltre 35 prestigiosi premi - la più giovane dei 52 migliori diplomati nel 2017 dopo aver conquistato, di recente, un meritatissimo terzo posto nella XXXV edizione del Premio Venezia cui partecipano i migliori concertisti del panorama nazionale, è stata invitata a Città del Capo, in Sud Africa per tenere tre concerti con altri cinque suoi coetanei a fine febbraio. I concerti si sono tenuti in tre dei più importanti Auditorium della capitale.

Hanno partecipato alla kermesse sei pianisti internazionali i quali hanno seguito dei corsi di perfezionamento con il famoso pianista, insegnante oltre che giurato tedesco, prof. Wolfram Schmitt-Leonardy. Durante le masterclasses hanno preparato un programma speciale eseguito in tre diversi concerti a Cape Town.

Con Greta hanno suonato il giovane pianista sudafricano Qden Blaauw, la spagnola Carla Vazquez, il polacco Bartek Kokot, l’ungherese Enrico Czmorek ed il tedesco Lissy Hermelink e tutti gli Ambasciatori di Lang Lang Music.

Una carriera concertistica, quella di Greta, che promette grandi soddisfazioni e successo, frutto di immensi sacrifici che difficilmente vengono colti da uno sguardo esterno. Raggiungere infatti tali livelli di perfezione, richiede ore ed ore di studio quotidiano e sottrae tempo ad altri interessi che in questa età sono importanti.