PALAZZO ROMANO EVENTI CONTENITORE DI CULTURA

enricasimonetti a domus verba

enricasimonetti a domus verba Il nuovo appuntamento della serie di incontri organizzati da Palazzo Romano Eventi nell’ambito ha visto, sabato 15 dicembre, la presentazione del libro di Enrica SimonettiPuglia viaggio nel colore’ con le foto di Nicola Amato. Secondo Cesare Brandi, “presso Palazzo Romano parte dalla volontà dell’avvocato Lucio Romano di offrire un luogo di sua proprietà, diventato un punto di riferimento nella cultura gioiese, in qualità di ‘casa delle parole’, un luogo nel quale le arti possano dialogare per coniugare cultura e accoglienza, incontro e riflessione sul mondo”.

Domus verba” nella serata del 15 dicembre ha offerto l’opportunità di riflettere sulla bellezza e sulla necessità della rieducazione all’ascolto. L’evento è stato introdotto dalle preziose esperienze legate alla bellezza della musienricasimonetti a domus verbaca come terapia e mezzo attraverso il quale si stabilisce un dialogo sonoro con malati affetti da gravi disturbi. Il racconto delle esperienze professionali da parte del neurologo Ernesto Losavio, del musicista, ricercatore, Roberto Re David, e dell’artista Dante Spada, disegnatore, illustratore ed esperto di drum circle, è stato seguito dall’esecuzione dal vivo di brani musicali da parte degli stessi ad accompagnare le foto presenti nel di Enrica Simonetti ‘Puglia viaggio nel colore’.

Enrica Simonetti, giornalista della «Gazzetta», in ‘Puglia viaggio nel colore’ racconta quattro itinerari «cromatici» tra i luoghi dell’anima, quattro itinerari nel blu cielo, nel verde Murgia, nel bianco calce, nel rosso fuoco attraverso le splendide foto di Nicola enricasimonetti a domus verbaAmato. L’autrice ha sostenuto che per descrivere la bellezza è necessario compiere un viaggio slow, un viaggio che inizia con una predisposizione mentale: guardare con nuovi occhi, osservare, lasciare che il mondo veloce e chiassoso si allontani per immergersi nel nuovo o nel già visto con calma.

Gli itinerari cromatici consentono un tuffo nel blu delle isole Tremiti, nel blu dell’affresco della Cattedrale di Galatina. Il blu tanto esaltato anche dallo storico dell’arte Cesare Brandi nel suo famoso ‘Pellegrini di Puglia’: ‘La Puglia nel suo impireo di sole, nelle sue pieghe carsiche, nella sua ordinata resistenza di innumerevoli plotoni affiancati di ulivi, e il cielo sempre azzurro che lambisce il mare senza staccarsene’. Un viaggio nel verde degli ulivi, della Murgia, delle grotte, nel bianco dei vicoli delle città antiche, delle masserie. Un viaggio nel candore dei muri e del bianco abbagliante dei fari. La scoperta dei rossi dei teatri storici quali il Petruzzelli e il rosso dei teatri ritrovati quali quello di Noicattaro e il Margherita. Il rosso dei nostri vini, ma anche il rosso semplice dei campi di papaveri e quenricasimonetti a domus verbaello delle cripte di alcune chiese anche di Matera.

I quattro itinerari «cromatici» rappresentano un tuffo nella bellezza del silenzio, una bellezza che va preservata e conservata perché, sostiene Enrica Simonetti, la Puglia è un luogo e non un logo. La Puglia è bellezza e paesaggio umano e di civiltà, è storia di tanta umanità e sacrificio. La Puglia contiene paesaggi così diversi fra loro che le foto presenti nel libro sembrano scattate in tutto il mondo, come sostiene Raffaele Nigro ‘La Puglia è un continente. Montagnosa e rurale nel Subappennino dauno, rocciosa e arcaica nel promontorio garganico, si stende in una piana frumentosa nel Tavoliere, si fa siccitosa sulla Murgia, olivicola e mercantile sul mare, per diventare di sughero e neve a sud del capoluogo e tornare friabile e aspra nel Salento’.

L’iniziativa ‘Domus verba’ si conferma contenitore di cultura a tutto tondo, come momento di incontro e condivisione di esperienze e di saperi, una apertura sul mondo locale, regionale e nazionale e soprattutto ai temi cari a chi considera il territorio e la bellezza valori da proteggere, scrigni e patrimonio prezioso. [foto Sebastiano Mazzarisi]