Martedì 17 Luglio 2018
   
Text Size

Indiesposizioni presenta Davide Mangione in “Canzoni quasi d’Amore”

davide mangione

davide mangione Si è conclusa nel migliore dei modi possibili la seconda edizione di “Indiesposizioni”, progetto dell’Associazione Culturale “Ombre” nato per diffondere la cultura indipendente italiana e non, venerdì 15 giugno presso la libreria “La Librellula” con il live acustico del cantautore Davide Mangione, nato a Matera nel 1987, dove studia canto e armonia e si diploma in Architettura presso il Liceo Artistico “Carlo Levi” di Matera. Successivamente si laurea in Pittura presso l’Accademia delle Belle Arti di Bari dove insegna Disegno per l’arte. È illustratore e scrittore, nel 2012 pubblica una raccolta di poesie, nel 2013 pubblica una seconda raccolta dal titolo “L’ombra dei sogni”, è autore della graphic novel “Primo Levi” sulla rivista “Sapere”, ha ideato e curato la grafica e la copertina del libro “Fra polvere e luce” di Amelia Sgobba, e del libro “Il rovescio del ricamo” di Annamaria Pappalardi. Ha poi realizzato un’opera pubblica su una delle panchine del Lungomare “Nazario Sauro” di Bari, grazie al sostegno del Comune e dell’Assessorato alla Cultura e dell’Accademia delle Belle Arti. A settembre dello scorsdavide mangioneo anno pubblica il suo primo libro illustrato intitolato “La morte delle Ninfee” presentato anche a Gioia, presso “La Librellula”, lo scorso dicembre nell’ambito del progetto “Indiesposizioni”.

Numerose le esperienze con realtà musicali nazionali e pugliesi: nel 2007 fonda il complesso musicale “Divinae Laude”, con il quale incide un album e nel 2010 realizza il videoclip del singolo “Malessere”, ricevendo un ottimo riscontro di pubblico e stampa, molto apprezzati gli arrangiamenti dei brani e l’originalità di testi e timbro vocale. Nel 2012 incide “Tra i baci degli arrivederci”, primo Ep da solista, girando i videoclip dei brani “Verità sfiorite” e “Tra i baci degli arrivederci”, quest’ultimo inserito nella colonna sonora del film “Il cielo non cade” del regista Domenico Laddaga.

L’anno successivo si aggiudica il premio “Matite indipendenti” del MEI (Meeting degli Indipendenti) di Faenza. davide mangioneNel 2015 autoproduce e incide l’album “La ruota panoramica”. Il 7 settembre 2017 pubblica il videoclip del suo ultimo brano “RoseMary”, prodotto da “Bloodynose”, con la collaborazione al mastering di Andrea Bernie De Bernardi, che ha lavorato tra gli altri con Zen Circus, Appino e Motta e patrocinato da “Puglia Sounds” e “Teatro Pubblico Pugliese”. Mangione, inoltre, ha condiviso il palco con nomi del calibro di Dimartino, Fabrizio Cammarata, Gianluca Grignani e Brunori Sas.

Il live acustico presso La Librellula è stata l’occasione per presentare in anteprima il suo ultimo lavoro musicale “Canzoni quasi d’Amore” che uscirà il prossimo settembre. Riportiamo i brani che ha donato al pubblico, attento e rapito: “E poi torna, torna la voglia di te”, "In casa”, “Qui dove tuonano gli angeli”, “L’addio di te”, “Come in un film”, “Bene” e “RoseMary”. Tra le “Canzoni quasi d’Amore” Davide Mangione ha inserito “Bruci la città” di Irene Grandi, scritta da Francesco Bianconi, e l’emozionante “Canzone dell’amore perduto” di Fabrizio De Andrè.

Prima di regalare le ultime canzoni, il cantautore ringrazia Giuseppe Procino dell’Ass.“Ombre” per l’impegno profuso nell’organizzare questa presentazione, la libreria “La Librellula” per l’ospitalità e tutti i presenti per l’attenzione. Si chiude con “Tu mi vieni a dire”, che probabilmente sarà il singolo di lancio di questo prossimo album e “Cosa non va”, quest’altra bella opportunità di conoscenza e promozione offerta da “Indiesposizioni” che si dicono assolutamente orgogliosi di aver ospitato Davide Mangione che definiscono: “una figura abbastanza singolare nel panorama pugliese, un artista a tuttotondo, una sensibilità meravigliosa e unica, un talento del cantautorato, delle arti visive, della poesia”.

Noi come redazione non possiamo che sottoscrivere quanto espresso da Giuseppe Procino e da tutto lo staff “Indiesposizioni” e ringraziarli per l’impegno profuso a sostegno della musica e cultura indipendente locale e nazionale. Durante il live erano esposte alcune illustrazione dell’artista, che era possibile acquistare insieme a delle cartoline da lui realizzate.

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI