Martedì 17 Luglio 2018
   
Text Size

Bando Ue per finanziare e innovare le imprese culturali e creative

industria-creativa.jpg (1)-kihC--835x437@IlSole24Ore-Web

Pilot_Project_835“È online il bando della Commissione Europea da 1 milione di euro per il progetto (ICC) “Finanza, apprendimento, innovazione e brevetti per le industrie culturali e creative (FLIP per ICC)”. Lo scopo del bando è selezionare un'organizzazione europea che si occuperà di coordinare l'analisi dei bisogni e delle azioni che il settore dovrà intraprendere per fronteggiare le sfide generati dai settori con cui si interfaccia.

È, infatti, ormai ampiamente riconosciuto che la combinazione delle skill specifiche del settore culturale aiuta a generare valore economico e portatore di innovazione (spill-overs); ad esempio, nella Risoluzione Parlamentare del 14 settembre 2017 (2017/2002(INI)) si sottolinea il ruolo delle ICC nella re-industrializzazione dell'Europa per le sue caratteristiche innate, tra cui il pensiero creativo, il problem solving, il teamwork e la ricerca di risorse economiche. Si tratta di un progetto pilota difficile, ma sicuramente necessario per lo sviluppo del settore ICC, per il riconoscimento del suo potere trasformativo e per essere messo a pari delle altre imprese. Il progetto dalla durata di massimo 28 mesi è suddiviso per quattro linee di intervento.

Finanza: linee guida e follow-up delle azioni Ue. La prima azione riguarda l'analisi dell'accesso ai finanziamenti, che è riconosciuta come una delle principali sfide del settore culturale. Al fine di aumentare l'accesso al credito, il progetto pilota dovrà definire le linee guida per migliorare le capacità delle imprese nel comunicare meglio i valori finanziari associati alle proprie attività e formulare raccomandazioni. I progetti candidati dovranno tener conto delle azioni già intraprese dall'Unione Europea e dagli stati membri per facilitare l'accesso alle risorse, come ad esempio Bancopass in Italia o il Creative Europe Guarantee Facility Scheme, il sistema di garanzia bancario lanciato nel 2016 dal valore di 121 milioni di euro che funge da assicurazione per gli intermediari finanziari che offrono finanziamenti a iniziative dei settori culturali e creativi.

Apprendimento: sviluppo delle competenze e diffusione. Il secondo obiettivo specifico riguarda la classificazione delle competenze di supporto e la loro diffusione. Partendo dalla consapevolezza che esiste un legame tra il livello d'istruzione e la partecipazione culturale, la Commissione Europea ha sostenuto il lavoro dell'OCSE su come insegnare, apprendere e valutare il pensiero creativo e critico, che nelle intenzioni del bando dovrebbe essere estesa a tutti i livelli di istruzione, passando dal modello STEM (Scienza, Tecnologia, Ingegneria e Matematica) a STEAM, che include anche le Arti. I progetti candidati dovranno proporre percorsi di formazione su misura volti a superare il divario di competenze, rilevato in particolare nelle aree di competenza: tecnico-professionali, capacità di gestione, e competenze trasversali relative alle imprese.

Innovazione: buone pratiche e nuovi modelli. Il terzo obiettivo specifico riguarda la costruzione di nuovi modelli educativi da integrare nel sistema d'istruzione formale. I candidati dovranno individuare buone pratiche e formati innovativi in grado di sostenere le necessità dei futuri lavoratori del settore.

Brevetti: analisi, studi e raccomandazioni. Il quarto obiettivo riguarda i brevetti, che a causa degli altissimi costi di registrazione internazionale spesso impediscono alle CCIs di beneficiarie delle loro stesse innovazione. I candidati dovranno perciò descrivere in che modo intendono effettuare l'analisi dei problemi relativi a questo tema.

Il budget di 1 milione di euro messo a disposizione potrà essere richiesto da istituzioni pubbliche o private, che abbiano personalità giuridica e siano attive nel supporto strategico di uno dei temi di riferimento per il CCI. Il budget potrà essere richiesto come co-finanziamento, per un contributo massimo dell'80%.

È possibile candidarsi fino al 10 agosto 2018 scaricando l'application form al seguente link.

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI