Venerdì 22 Giugno 2018
   
Text Size

Storia, documenti, immagini e testimonianze della Banda di Gioia

concerto banda falcicchio

franco giannini Giovedì 24 maggio 2018 alle ore 18.45 nel Chiostro del Comune di Gioia del Colle il prof. Francesco Giannini presenterà il secondo tomo del libro La Banda musicale di Gioia del Colle 1818-2017. Storia, documenti, immagini, testimonianze.

Il volume, oltre che a delineare la storia della Banda musicale negli anni che vanno dal 1930 al 2017, riporta cronologicamente avvenimenti salienti  verificatisi a Gioia del Colle, riferiti a quegli stessi anni.

Il testo è articolato nei seguenti capitoli:

Dal maestro Paolo Falcicchio al maestro Carmelo Preite
Il ritorno del maestro Paolo Falcicchio
Dissapori e nascita della Cooperativa Musicale “La Lira”
La riunificazione delle Bande
Il dopo Falcicchio
I Maestri della Banda di Gioia del Colle
I solisti
I musicanti gioiesi
Vita da “bandisti”
Liti tra Bande, Bandisti e Maestri
La Cassa Armonica
Il Legato Favale
libro banda di gioia del colleLe Scuole musicali e i Circoli ricreativi
La Banda nella stampa locale
Testimonianze.

Alla presentazione interverranno, tra gli altri, il prof . Lorenzo Fico, Direttore dell’Istituto

Superiore di Studi Musicali “ G. Paisiello “ di Taranto e il prof. Rocco Eletto, Maestro, Direttore e Concertatore del Gran Concerto Musicale “ P. Falcicchio “ di Gioia del Colle.

Nel corso della presentazione saranno proiettati documenti e  immagini inediti,  inerenti la Banda musicale di Gioia del Colle.

Di seguito la prefazione a firma di Tonino Vasco.

“Carissimo Franco,

dopo avere avuto il piacere di leggere attentamente il primo volume della tua storia della Banda di Gioia, ho avvertito la necessità di prendere carta e penna, per complimentarmi con te, ma, soprattutto, per ringraziarti per il tuo poderoso, titanico impegno.

Oggi viviamo in una società dominata da mode, che nascono e muoiono e che spesso non durano più di una stagione. Siamo alla ricerca di un futuro vago ed indefinito, dimenticando il passato e banalizzando il presente.

Rischiamo così di perdere la nostra identità e con essa i valori più veri che i nostri antenati ci hanno trasmesso e che noi abbiamo il dovere di custodire e di reinventare.

Ben venga, quindi, un lavoro di ricerca come il tuo, che, abbracciando due secoli di storia, ci radica profondamente nel nostro tessuto etico, artistico, civile e sociale.

Ogni gioiese che si ritiene ttonino vascoale, non solo se appassionato di musica, dovrebbe procurarsi la tua opera, leggerla, gustarla e interiorizzarla.

Sei riuscito, con un lavoro certosino, non solo a ricostruire la storia della nostra banda, con una ricerca attenta e particolareggiata, ma ad offrirci uno spaccato di storia, che supera i confini ristretti della nostra realtà locale, per inserirsi nella più grande storia nazionale.

In più occasioni abbiamo lavorato insieme. Ricordo con piacere gli incontri presso la Biblioteca comunale e il Circolo Unione, dedicati alla banda di Gioia e al maestro Paolo Falcicchio,nonché il nostro tour nelle scuole elementari per parlare di San Filippo Neri e del suo legame con Gioia.

Aspetto con impazienza il tuo secondo volume che tratta di un periodo più recente, che sotto certi aspetti ci ha visti partecipi in prima persona.

Ancora grazie per il tuo appassionato impegno”. [Tonino Vasco]

La cittadinanza è invitata a partecipare.

 

Commenti  

 
#1 F. Giannini 2018-05-24 13:11
Contrariamente a quanto il titolo farebbe pensare, i due volumi seguono cronologicamente la storia della Banda musicale nel corso di 200 anni di vita e contemporaneamente riportano avvenimenti salienti riguardanti la vita a Gioia del Colle nel corso di tali anni.
Una storia, dunque, che dal ristretto ambito musicale e locale sconfina nella storia regionale, nazionale e persino internazionale.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI