Mercoledì 12 Agosto 2020
   
Text Size

FINANZIARIA: ANCHE L’AGENZIA DELLE ENTRATE SI …RIBELLA

HPIM1001

100_3913Inaccettabili, per i dipendenti dell’Agenzia delle Entrate - Ufficio Territoriale di Gioia, (e non solo) le misure contenute nella Finanziaria (DL 78/2010), un’indignazione sfociata in pubblica protesta con lettera diretta agli utenti per spiegarne i motivi.

In segno di protesta dal 9 luglio gli impiegati non utilizzano il mezzo proprio per missioni e accessi; effettuano contemporaneamente le pause di cui alla L.626/94, nella fase centrale della giornata, dalle ore 11,00 alle ore 11,30, si riuniscono in assemblea di 30 minuti, dalle ore 11,00 alle ore 11,30 nel salone front-office, nelle giornate di martedì e giovedì, trattano una sola pratica nell’espletamento del servizio fornito agli intermediari ed applicano rigidamente tempi di lavorazione e proce100_3916dure.

“Il DL 78/2010 non comporta nessun sacrificio da parte di chi ha provocato la crisi (evasori, speculatori finanziari, corrotti)dichiarano i lavoratori - ed invece attacca frontalmente le retribuzioni, i diritti e la dignità dei dipendenti pubblici”.

E’ l’ennesimo attacco alla già moribonda Pubblica Amministrazione e rappresenta un ulteriore colpo alla possibilità per gli utenti di accedere a servizi efficienti”.

Il decreto prevede sul versante salariale il blocco delle retribuzioni – dichiarano indignati – questo provocherà un ulteriore diabolico effetto, considerato che al blocco indivi100_3917duale della retribuzione si aggiungerà il “vecchio” taglio del Comma 165 (30% in un anno solare) e, prevediamo, anche il blocco delle carriere”.

“La gravità e l’incidenza sul piano retributivo della manovra-rapina non può farci dimenticare però, altri ancora più gravi punti, come: il bavaglio al sindacato e il tentativo di indebolire ulteriormente la presenza organizzata dei dipendenti. Infatti, attraverso il blocco della contrattazione, si punta a depotenziare i Contratti Collettivi per favorire quelli aziendali”.

L’obiettivo – sottolineano i dipendenti - è quello di ridurre il grado di tutela dei lavoratori pubblici in un contesto privo delle g100_3912aranzie generali derivanti dai Contratti Collettivi di Lavoro. Le amministrazioni avrebbero, quindi, buon gioco nel proseguire sulla via delle finte riorganizzazioni finalizzate ad avviare una gestione di un rapporto di lavoro ancor più sottomesso ad ulteriori e più insidiose nefandezze (divisione del personale, precarizzazione, gabbie salariali) nonché ad una progressiva privatizzazione dei servizi pubblici con ricadute negative per il cittadino, sia sul piano economico che su quello dell’efficacia. Argomenti questi sui quali nel fronte di contrasto alla manovra si riscontra il silenzio dei più”.

Con il “federalismo fiscale”, il futuro assetto decentrato, innescherà i tentativi più o meno espliciti e rapidi di appropriazione delle funzioni fiscali da parte degli enti locali. La cessione di funzioni statali, come quelle fin ora svolte dai lavoratori del comparto Fisco, passerà dallo Stato centrale alle istituzioni periferiche. Questo sarà l’ennesima manovra finalizzata a dividere ed indebolire l’intera Pubblica Amministrazione. Dietro il “federalismo fiscale” si nasconde il tentativo di sbarazzarsi dell’attuale governance fiscale centralizzata e sbarazzarsi di regole e principi uguali su tutto il territorio nazionale. La fisca100_3918lità non può e non deve essere “federale”, altrimenti gli evasori evaderanno ancora più facilmente e il prelievo fiscale continuerà a tartassare, non più con tributi statali ma regionali, provinciali, comunali, e persino rionali, i soliti noti”.

La Pubblica Amministrazione non vuole essere il Bancomat del Governo”, né rischiare di diventare una “cambiale” in protesto a causa del fallimento della politica.

Uno stato di agitazione, quindi, che parte da molto lontano, le cui motivazioni saranno spiegate ed approfondite in una conferenza stampa organizzata per giovedì 15 luglio alle ore 11.00, presso la stessa sede dell’Agenzia delle Entrate di Gioia del Colle, sita in via Noci.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.