Lunedì 18 Giugno 2018
   
Text Size

Lucilla interviene su sperimentazioni Itea e inceneritore a Modugno

fumate sperimentazioni

“Durante il Consiglio Comunale di sabato 17 febbraio c.a. della Città di Modugno, avente ad oggetto “Insediamento produttivo NEWO. Esame e dibattito generale” (tecnologia ITEA), è stato invitato a partecipare il Sindaco del Comune di Gioia del Colle, Donato Lucilla. Si riporta l’intervento del Sindaco”.

---------------------------

lucilla a modugno su itea“Grazie signor Presidente

Ringrazio la comunità di Modugno, nella persona del signor Sindaco Dott. Magrone, per l’invito e l’opportunità di confrontarci su una tematica che accomuna il vostro territorio con la città che rappresento, Gioia del Colle.

La tecnologia che verrebbe utilizzata nel progetto Newo è, infatti, stata sviluppata da una società che ha avviato uno stabilimento pilota a Gioia del Colle.

La società “ITEA Spa” (società del gruppo “Sofinter”) ha brevettato nel 2006 un processo di ossidocombustione, operante nella zona industriale di Gioia del Colle.

Ritengo opportuno ripercorrere, sinteticamente, le tappe di questa attività.

Il processo, precedentemente nominato “DISMO”, nel 2005 ha ottenuto la prima autorizzazione, rinnovata nel 2007, 2008, 2009, 2011 e 2013, mentre le prime sperimentazioni sui rifiuti pericolosi risalgono al 2011.

Nel 2014, con la variazione del procedimento autorizzativo, la Città Metropolitana di Bari autorizzò la sperimentazione per i rifiuti non pericolosi, mentre per i rifiuti pericolosi si avviò il procedimento di VIA, di competenza regionale, teso a verificare la sussistenza dei presupposti per l’estensione dell’autorizzazione, conservando la medesima capacità di trattamento indicata nei precedenti provvedimenti di autorizzazione.

Nel 2017, durante la mia Amministrazione insediatasi in estate 2016, all’interno del parere urbanistico rilasciato in sede di Conferenza dei Servizi, è stata apposta, per la prima volta, la clausola della “non nocività” dell’impianto, prevista nelle Note tecniche di Attuazione del PRG (risalente agli anni ’70) e mai richiamata all’interno dei diversi pareri rilasciati sin dal 2006.

Con Determinazione n. 47 del 30 marzo 2017, il Servizio VIA/Vinca – Sezione Autorizzazioni Ambientali della Regione Puglia ha autorizzato la Società ITEA al trattamento dei rifiuti non pericolosi e pericolosi, attraverso il processo di ossidocumbustione per l’attività dell’impianto pilota, autorizzando, con una serie di prescrizioni molto stringenti, a trattare al max 50t in un anno e massimo 5 tonnellate di rifiuti in un giorno.

La conferenza dei servizi aveva inteso superare il parere negativo reso dall’Arpa nel procedimento mentre né in sede di conferenza dei servizi né con l’autorizzazione rilasciata successivamente, era stato acquisito il fondamentale parere del dipartimento di Servizio Igiene e Sanità Pubblica dell’ASL SUD, pur invitato in sede di conferenza dei servizi, quale unico Ente preposto alla verifica della clausola esplicita di “non nocività” dell’impianto, apposta al parere urbanistico rilasciato dal Comune.

Sulla scorta delle criticità espresse da ARPA in sede di conferenza dei servizi e durante un tavolo tecnico richiesto dalla nostra Amministrazione, in qualità di Autorità Sanitaria Locale chiesi all’ASL di esprimersi nel merito delle sperimentazioni.

A maggio 2017 il SISP SUD trasmise il proprio parere, sconsigliando il rinnovarsi delle autorizzazioni alle sperimentazioni, per il trattamento dei rifiuti non pericolosi e pericolosi, non escludendo una possibile incidenza negativa sul piano dell’impatto di salute dell’impianto in questione.

Emergendo l’incompletezza dell’istruttoria effettuata in sede di conferenza dei servizi, nonché le criticità riportate nella stessa da ARPA Puglia e poiché il parere rilasciato dall’ASL ha introdotto un importante elemento di novità circa il potenziale rischio sanitario insito nella gestione delle attività autorizzate, la cui valutazione richiederebbe un maggiore approfondimento oltre ad un quadro conoscitivo e documentale più completo e pregnante, il 1 giugno 2017 chiedemmo alla Regione e ai restanti enti coinvolti nel procedimento autorizzativo di revocare l’autorizzazione rilasciata, ai sensi dell’art. 21 quinques della Legge 241/90, in quanto mutati i presupposti sui quali è stata condotta la fase istruttoria ed in subordine di avviare un procedimento volto all’acquisizione della documentazione progettuale integrativa, indicata dalla stessa ASL, proprio per appurare l’eventuale impatto sulla salute dei cittadini.

A tale richiesta ne seguì un’altra, indirizzata al Presidente Emiliano e all’ex Assessore regionale all’Ambiente Santorsola, poi rinnovata al suo successore Caracciolo, di apertura di un tavolo tecnico.

Il 24 agosto la sezione autorizzazioni ambientali della Regione Puglia, considerando che allo stato attuale non sussistono condizioni e concrete motivazioni tali da comportare la revoca dell’autorizzazione, nonché mutamenti della situazione di fatto, invitava l’Asl a chiarire se il progetto in suo possesso sia completo di tutta la documentazione fornita in sede di conferenza dei servizi; se siano sopravvenuti motivi di pubblico interesse non già esistenti al momento dell’autorizzazione, nonché mutamenti della situazione di fatto; se, atteso il carattere sperimentale dell’impianto e la massima capacità di esercizio autorizzato dello stesso (pari a 50 tonn/anno e 5 tonn/giorno) si ritiene necessaria ed opportuna una valutazione dell’impatto sanitario e l’Arpa a fornire le motivazioni che hanno indotto a ribadire durante l’incontro tecnico avvenuto con il Comune il parere negativo.

Il 20 settembre giungeranno i chiarimenti di ARPA; Il SISP SUD riscontrerà l’11 dicembre, a seguito di un nostro sollecito, anche per via delle preannunciate sperimentazioni comunicate da ITEA poi rinviate ad aprile.

Sarà la stessa ASL a concordare sull’opportunità che sia effettuata una valutazione di impatto sanitario, non obbligatoria, per l’impianto sito a Gioia del Colle.

Dal quadro appena delineato, emerge una situazione abbastanza complessa le cui valutazioni mutano nel corso del tempo: basta portare come esempio che l’amministrazione precedente nel 2014 presentava nel chiostro del comune il rinnovo dell’autorizzazione alla sperimentazione di Itea come un “approccio smart ed eco sostenibile”.

Tuttavia, l’impegno morale e civico, prima che giuridico, di un Sindaco è quello di puntare al miglioramento della qualità della vita della comunità che rappresenta, anche attraverso misure che potrebbero apparire impopolari.

In più occasione la mia Amministrazione ha ribadito che non è disposta a barattare il diritto alla salute con il diritto al lavoro, che inevitabilmente si ripercuoterebbe sulla qualità della vita di tutti, in primo luogo degli stessi dipendenti impegnati nell’attività produttiva.

Concludo sottolineando che l’atteggiamento della mia amministrazione, così come quello delle amministrazioni comunali di Modugno e di Bari, non è certamente ispirata ad una aprioristica chiusura verso quegli interventi che sono necessari per chiudere il ciclo dei rifiuti ma è altrettanto evidente che lo spirito con il quale queste amministrazioni si confrontano con questa problematica è quella di individuare le soluzioni migliori, prive di effetti collaterali per la salute dei cittadini e per l’ambiente che possano essere strategicamente allocate in territori non già oggetto di pesanti fenomeni inquinanti, per evitare di creare delle “bombe ecologiche”.

È di tutta evidenza che, rispetto a tematiche così complesse e che, inevitabilmente, hanno ripercussioni pesanti sull’opinione pubblica, le amministrazioni locali, quelle più prossime ai cittadini, quelle nelle quali i Sindaci sono chiamati ad essere i primi responsabili della salute pubblica, pur privi dei poteri necessari per ottenere risultati concreti, chiedano che vengano tenute in debita considerazione le osservazioni che le agenzie Regionali deputate al controllo dell’ambiente e della Salute, Arpa ed Asl, hanno mosso rispetto a questa tecnologia”.

Il Sindaco
dott. Donato Lucilla

 

Commenti  

 
#46 Gianroberto Luisi 2018-04-15 20:06
Gia',........non si fornisce nessuna informazione. Chissa' perche'! Eppure, invece che andare sempre contro questa amministrazione, potrebbe almeno postare i dati sulle sperimentazioni dei rifiuti pericolosi fatti a Gioia, visto che tanto si sta battendo adesso ed invece ha fatto ben tre campagne elettorali, ricordiamolo, con Longo, con Povia,.....ed infine con Gallo.
 
 
#45 Giulio 2018-04-13 22:46
Capano, Lamanna, Paradiso, Mastrangelo.... Vi preoccupate della chiusura del punto di primo soccorso, voluta da Emiliano, pero' non rendete ancora pubblici i dati delle sperimentazioni fatte da Itea, con rifiuti PERICOLOSI, nei periodi in cui voi stessi siete stati politici, e lo siete ancora, E DOVEVATE TUTELARE I NOSTRI FIGLI..... Mastrangelo ha chiesto di mettere un pullman per il volley. Ma ci rendiamo conto? Io devo andare a Barletta a fare una visita importante, Mastrangelo cosa dice, mettete un taxi anche per me? E se la Giunta lo mette, diranno dall'opposizione che con quei soldi si potevano chiudere 2,7 buche (18 se i conti li fa Zileni, che non e' tanto pratico vedendo come dava i numeri del bilancio, tutti smentiti), se non mettono il pullman, verranno accusati di essere insensibili, sempre dall'opposizione! Ma fatemi il piacere.... che se Gioia e' ridotta cosi' gli unici che non centrano niente sono i consigliere e la giunta di questa maggioranza Lucilla. Altro che le 240 commissioni di qualcuno. O i 33 voti ed i 27 voti. Io ringraziero' sempre e soltanto Lucilla e la sua amministrazione!
 
 
#44 vito di gioia 2018-03-19 16:42
Ai "questuanti"(elemosinanti) delle passate amministrazioni.........datevi una regolata, mettere....tutt a post...come dice quel tizio #.38 facciamo allora tornare ad amministrare:POVIA,VENTAGLINI,LONGO,MASRANGELO,LAMANNA,Ecc.insieme allo sciame di voltagabbana cosi' in maniera ultra veloce risolvono tutti i problemi del paese che sono stati elencati nel #38.Il decadimento di GIOIA DEL COLLE viene da lontano. Date il tempo necessario a questi amministratori e poi si tirano le somme!!!.Quindi nascondersi su FACEBOOK è facile lanciare frecce avvelenate...a volte possono diventare dei BOOMERANG!!!!!!! Ciao.........
 
 
#43 Fabio 2018-03-18 11:19
Noto che il sindaco Lucilla e Cuscito hanno tutti contro. E sono contento. Perche' avere contro tutte quelle persone che in 20 anni si sono susseguiti alla guida di questo paese, lasciandolo allo sfascio (solo un demente potrebbe pensare veramente che prima le cose andavano meglio ed in 16 mesi sono arrivate a questo punto) significa che questa Amministrazione Lucilla ha di fatto CACCIATO I MERCANTI DAL TEMPIO. E questo irrita terribilmente soprattutto quelli che erano convinti di poter continuare a fare i propri comodi. Tutti contro Lucilla dicevo, anche quella parte anomala di stampa locale, guidata da chi ha prestato servizio in amministrazioni finite miseramente, ridotta a scrivere articoli su polemiche su facebook oppure, come succede in tutta Italia, sulle buche nelle strade che tra l'altro a Gioia sono meno nei paesi limitrofi. Andate a verificare se non credete. Prima questi giornalisti non si accorgevano delle sperimentazioni Itea, non si accorgevano di indagini in corso sfociate poi in arresti eccellenti! Giornalisti che su facebook sembrano avere un occhio vigile ed aperto, ma che poi, chissa' perche', questo occhio si chiude! Contro Lucilla e Cuscito anche una associazione consumatori, mai esistita a Gioia, il cui predidente non perde occasione pet fare polemica. Sono contento perche' Lucilla e Cuscito non fanno sconti a nessuno e chi non scende a compromessi ha sempre tutyi contro!

La Redazione
In questi casi si pensa sempre che la gente abbia la memoria corta, purtroppo per loro, per quelli, cioè, che agiscono facendo leva su questo presupposto, non è così. I gioiesi, e non solo, hanno, finalmente, una memoria da... elefante!
Buona serata, a tutti.
 
 
#42 Amnesia 2018-03-16 21:24
#.favore.
non so se si è reso conto di aver scritto un nome che non ho mai letto.
Si calmi, è molto nervoso e si sa quanto questo possa essere fastidioso vuoi per il travaso di bile che può provocare e anche perché può indurre a scrivere cose delle quali ci si deve deve prendere la responsabilità.
Ho letto quanto ha scritto su" appost"... praticamente ha fatto l'elenco di tutti i problemi che sono stati dati in eredità a questa amministrazione.
la Coop, la Cerin, la Spes, la zona artigianale. Ci vuole veramente un santo protettore per risolvere questi problemi che stanno sotterrando gioia.
A proposito del sottopasso le voglio ricordare che non è stato promesso in campagna elettorale, fu presentato e protocollato prima delle elezioni il bello e fattibilissimo progetto.Ma guardi un po' non fu preso in considerazione.
Si riguardi, presumo sia giovane...
Chiudo scrivendo che le sue chiacchiere stanno a zero.
 
 
#41 Giulietto 2018-03-16 19:52
x favore. Mi ricordi altri tre o quattro personaggi che scrivono su Facebook e sono convinti che i loro indecifrabili commenti arrivino dritto dritto alla amministrazione. Io sono un cittadino e naturalmente non so risponderti. Ti dico però che sicuramente quelle tue domande sono partorite dalla tua conoscenza dell'eredità che i tuoi amici hanno lasciato a questa amministrazione. Mi chiedi di denunciare chi ha fatto le 200 commissioni. Mi auguro l'abbia fatto chi deve,ma siccome tu sai che L'amministrazione è composta da gente seria non farà mai il nome di quella persona che faceva le commissioni sicuramente per non favorire noi cittadini. sarebbe bello sapere il nome di questo individuo, però gli indirizzi ci sono tutti. non ho mai sentito dire una sola volta alle interviste del sindaco che la Coop era a post che le strade erano a posto che l'itea era a posto mai sentito. Chiedo lumi alla redazione se questa amministrazione ha mai detto che è tutto a posto. Comunque io mi gioco la testa che questa amministrazione risolverà il problema della Coop. Ci metto la mano sul fuoco che questa amministrazione risolverà il grave problema causato da altri
 
 
#40 Giulietto 2018-03-16 15:08
Mastrangelo è un ottimo termometro per misurare la qualità dell'amministrazione Lucilla.
Quanto più il consigliere si arrabbia tanto più L'amministrazione sta facendo bene. ora Mastrangelo si sta arrabbiando!
 
 
#39 X Favore 2018-03-16 11:57
L'ultima chicca: per l'Ufficio Tecnico è in arrivo un ing. dell'Autorità di bacino a tempo indeterminato .....sicuramente l'uomo giusto per il Comune di Gioia del Colle.... Nel Bando di concorso sapete cosa hanno indicato quale esperienza minima: 1(uno) ANNO in una pubblica amministrazione. SCANDALOSO! affidano un incarico così importante chiedendo solo 1 (UNO) anno di esperienza. Vi sembra normale oppure è una FOLLIA finalizzata ad altro? VOI DARESTE l'ufficio tecnico a chi ha solo 1 anno di esperienza tra l'altro in un Ente che si occupa di questioni IDRICHE? Credo che la trasparenza ed il buon senso avrebbero preferito indicare nel bando una persona di rinomata e qualificata "ESPERIENZA che in genere in tali bandi è di minimo 10 anni!!!!!"

La Redazione
L'esperienza decennale? Non sempre è sinonimo di competenza. E a Gioia c'è stata una più che certificata dimostrazione. O qualcuno ha già velocemente (fintamente) dimenticato la "crociata...sospetta", mai smentita, ricostruita e scritta nero su bianco dal cittadino Vito Antonio Vinci?
Saluti
 
 
#38 X FAVORE 2018-03-16 11:49
La differenza tra chi butta fango e chi no sta nel fatto di dire la verità. dal 2008n al 2016 nel consiglio comunale di Gioia del Colle non si è mai parlato di ITEA. La competenza era della provincia, le autorizzazioni le dava la provincia ed i controlli spettavano alla ASL-ARPA.
Il Sindica di Gioia prima di parlare e rilasciare pareri favorevoli avrebbe dovuto chiedere ad ARPA perché era contraria e lui no. Poi, grazie a chi ha giustamente sollevato la questione si è svegliato improvvisamente e ora, dopo le strigliate e la figuraccia vuol far credere di essere stato un campione. L'unio ente che ha dato parere contrario è stato L'ARPA. NON IL COMUNE DI GIOIA che ha dato l'ok. Ormai potete solo mistificare la realtà.
Ora voglio capire cosa centra LAMANNA con 200 commissioni e, se ritenete abbia commesso qualcosa di illegittimo DENUNCIATE come avete fatto sempre (a chi vi era avversario perché gli amici vostri non si toccano). Siete patetici e senza speranza. Avete ucciso lo sport, non avete risolto le zone F, un vostro assessore fa le proteste contro un parroco perché è ha perso la libertà di gestire a suo consumo una parrocchia, da tre anni non avete fatto nulla di buono.
Solo propaganda. Complimenti tutto. La COOP ? tutto appost.....le strade.... tutto appost...... il personale....tutto appost.......la cerin.....tutto appost.....la Spes.....tutt appost.....gli ingegneri fatti iscrivere last minut ed il giorno dopo ricevono incarichi.....tutt appost......i bandi persi perché presentati in ritardo....tutt appost....la zona artigianale....tutt appost.....le strade di campagna.....tutt appos.......gli incarichi a chi milita in prodigio.....tutt appost (ah se l'avesse fatto qualcun' altro).... il legale dell'ente che prende un voto bassissimo al concorso per il suo curriculum (dove carta canta!) e prende 9 agli orali....tutt appost...gli esercizi commerciali senza nessun supporto per le stagione estiva....tutt appost..... i dirigenti dell'UTC cambiati come mutande ....tutt appost......i direttori di ragioneria sostituiti ogni 3/4 mesi.....tutt appost......i dipendenti che dai tributi diventano vigili, poi tornano ai tributi...tutt appost.....il palazzetto ....tutt appost..... il basket costretto ad andare a giocare fuori ....tutt appost....... l'aspettativa promessa in campagna elettorale dal Sindaco.....tutt appost...il sottopasso di via dante promesso in campagna elettorale...tutt appost....... mah....qualcosina non quadra!
 
 
#37 Logica 2018-03-16 09:50
Mastrangelo, Lamanna zona 167 ed Itea! Leggo che Mastrangelo nel 2011 presiedeva la commissione che si e' occupata della zona 167. Lo leggo da un suo commento alquanto "nervoso" in calce ad un post del Comune di Gioia", che parlava di alcuni lavori di illuminazione finalmente iniziati in zona casetta di legno, poiche' questi lavori che sono stati avviati da QUESTA AMMINISTRAZIONE, sono frutto del suo lavoro. Di ben 7 anni fa. Come si dice, "la differenza tra il dire ed il fare, e' il fare". Rifletto anche sulla questione Itea, dove piu' volte proprio su questo blog, con Lamanna, sono stati sollecitati nel fornire i dati delle immissioni delle sperimentazioni fatte da Itea con rifiuti pericolosi. Su queste cose, i due signori, sempre pronti a puntare il dito su tutto, non rispondono mai. E non che fossero gente estranea alla problematica. Erano consiglieri di maggioranza che non si e' preoccupata di fornire ai cittadini una corretta informazione e soprattutto non hanno fornito i dati di quelle emissioni! Cosa abbiamo respirato? Cosa hanno respirato i nostri figli? Cosa si e' depositato sul terreno? Qualcuno puo' aver avuto qualche complicazione di tipo sanitario? Eppure, Lamanna scherniva proprio Lucilla sulla famosa "postilla di non nocivita'" apposta sotto la certificazione. E la richiesta ad Arpa, alla Asl. Tutte cose che Mastrangelo e Lamanna non hanno pensato. E non pensava nemmeno il signor Capano, che invece oggi si sbraccia per bloccare questo "disastro ecologico" quando prima gli e' quasi passato sotto il naso. Proprio grazie a Lucilla ed alla sua amministrazione, sono quasi ben 2 anni che Itea non puo' ancora fare sperimentazioni. Vero Mastrangelo e Lamanna? Allora forse quel dito accusatore dovreste rivolgerlo verso voi stessi e capire che, se ancora nel 2011, dopo molti anni di politica, eravate consiglieri e nel 2018 solo uno di voi lo e' ancora e di minoranza, forse credo sia arrivato il momento, visto che si e' cresciuti, di prendere coscienza che la politica e' altro ed i vostri metodi non vi hanno portato lontano.
Rinnovo l'invito a presentare in conferenza pubblica i dati sulle sperimentazioni con rifiuti pericolosi che Itea ha effettuato sotto il vostro mandato.
 
 
#36 Baldo 2018-03-07 15:32
Perche'...non sirisponde su Itea e 200 commissioni? Qualcosa da non dire?
 
 
#35 luzio 2018-03-05 14:32
# Michele Pugliese, ma quanto sei scollegato dalla realtà? Ti è piaciuto invece la botta che avete preso?
 
 
#34 Libero 2018-03-05 12:25
Pensa ai tuoi amici che ci hanno ridotto cosi', caro Pugliese. E scommetto che parli a vanvera. Denuncia, denuncia!
 
 
#33 Michele Pugliese 2018-03-04 15:53
Che tristezza vedere come se la suonano questi amministratori incapaci. Pensate che avete cambiato 5 direttori di ragioneria , che state assumendo tante persone che , per pura coincidenza , sono state vostri supporters, pensate a chi volete assumere ai servizi sociali (si dice venga da Modugno e sia molto vicino al sindaco di Modugno ) pensate che il basket non gioca più a Gioia, pensate che non avete riparato una strada, pensate alla farina che avevate promesso di togliere , pensate a recuperare i soldi dalle vigilesse che hanno perso la causa col comune e non avete ancora avviato l'azione di recupero, pensate a come date le strutture pubbliche senza fare bandi, pensate , pensate ai commerciznte che avete fatto multaree poi avete uno che occupa il piazzale del comune, pensate a fare i marciapiedi con la possibilità del passaggio anche dei disabili, pensate a sfruttare gli abusi delle case popolari, pensate a chi avevate messo ai tributi prima di toglierla dai servizi sociali, pensate a mettere soldi per le strade di campagna, pensate a lavorare presuntuosi ed inadeguati anziché pensare a scovare senza firmarvi
 
 
#32 X stoppini 2018-03-04 09:11
........ Ma questo giulietto che ponea stessa domanda con nomi diversi a me pare stia vaneggiando. Questa sarebbe il livello politico di sep-peodigio ? Mamma come siamo caduti in basso . Comunque in passato le autorizzazioni non sono passate dal consiglio comunale ma le dava la provicnia.

La Redazione
Che le autorizzazioni le desse la provincia , è vero. Sta di fatto che nessuno ha mai contrastato o detto nulla e controllato sia sule stesse autorizzazioni che in merito ai rifiuti utilizzati. E l'autorizzazione iniziale, che doveva durare solo 6 mesi fu data dall'ex sindaco Vito Mastrovito.
Buon voto a tutti.
Saluti
 
 
#31 Giulietto 2018-03-03 19:27
Lamanna Capano e Mastrangelo ancora muti. Non danno risposte ne sulle sprimentazioni pericolose di Itea ne' sulle 200 commissioni. Viva la trasparenza!
 
 
#30 Giulietto 2018-02-27 17:37
Capano, Lamanna, Mastrangelo due domande:
1) potete rendere pubblici i dati della sperimentazione Itea con rifiuti pericolosi nel periodo in cui due di voi, precisamente Lamanna e Mastrangelo erano seduti come consiglieri di maggioranza, mentre Capano, come sempre non eletto, non riteneva all'epoca opportuno fare battaglie in difesa della salute pubblica?
2) potreste rendere pubblico in nome del consigliere che, in quegli stessi anni, affrontava piu' di 200 commissioni?
Grazie per le eventuali risposte!
 
 
#29 Giulio 2018-02-21 19:11
Chiedete a Mastrangelo Lamanna e Capano se l'aria che abbiamo respirato nelle precedenti sperimentazioni fosse respirabile. Due di loro sedevano addirittura tra i banchi della maggioranza!
 
 
#28 Cittadino Onesto 2018-02-21 14:54
Redazione e che fa mi rigira la mia domanda?
ho chiesto se oltre a fare stucchevoli complimenti a Lucilla, qualcuno è in grado di stabilire se l'aria è respirabile, è stata analizzata?

La Redazione
L'Arpa e l'Asl, gli organi deputati ai controlli ambientali regionali, si sono già espresse in materia. E, a quanto sembra, non a favore della continuità delle sperimentazioni. Questo dovrebbe essere più che sufficiente, non credi?
Saluti
 
 
#27 Ex 2018-02-20 19:42
Chiediamo a Capano, Lamanna e Mastrangelo se hanno richiesto, quando furono fatte le sperimentazioni nocive, dei dati e se li pubblicano cortesemente!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI