Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

“Bellissime” del Premio Campiello. Flavia Piccinni al Rossini

Flavia-Piccinni

flavia piccinni bellissime Questa sera, martedì 30 gennaio alle ore 18.00, presso il Teatro Comunale Rossini Flavia Piccinni presentaBellissime”. Baby miss, giovani modelli e aspiranti lolite. L’evento è promosso dal Centro Antiviolenza Li.A. e dall’assessorato al Servizi Sociali.

Dietro i glitter e i sorrisi delle baby miss, delle giovani modelle e delle aspiranti lolite, "poteva esserci dell'altro": è da questa riflessione che nasce il libro "Bellissime" di Flavia Piccinni, già vincitrice del Premio Campiello Giovani e flavia piccinni bellissimecoordinatrice editoriale per la casa editrice Atlantide.

Dopo aver percorso in lungo e in largo l'Italia nei vari centri commerciali come nelle periferie più estreme tra selezioni, sfilate e concorsi di bellezza, nasce un'analisi dettagliata quanto sconvolgente di quel mondo in cui il consentito va oltre ogni limite, dimenticando spesso che quegli esserini in costume da bagno o in abito elegante, spesso truccate in maniera spaventosa ed eccessiva per la loro età, sono delle bambine che - quasi sempre - hanno perso la percezione di una realtà che a malapena hanno conosciuto e il tutto per colpa degli adulti. Sono loro, infatti, uomini e donne, papà e mamme disposte ad ogni cosa pur di vedere il proprio figlio o la propria figlia sfilare a Firenze, a Pitti Bimbo, "la meta finale, il posto dove vanno tutti e dove tutti sognano di essere protagonisti".

Come è possibile non innervosirsi e rattristarsi quando si ascolta la risposta di una di loro che con voce sicura afferma: "Sono felice, perché ho vinto. I concorsi sono belli. C'è la gente che ti guarda, ci sono i fotografi, ti metti dei bei vestiti. E poi papà è contento?". O ad un'altra che le spiega che tra i suoi amici non ci sono bambini brutti, "perché i bambini brutti sono tristi?". Dove sono i genitori quando succede tutto questo?

Leggendo le pagine di questo libro necessario, vi accorgerete – purtroppo – che sono spesso lì accanto a loro, con "sorrisi congelati" e con gli sguardi "fissi come di un trionfo", il primo di un'intera vita.

Saluti istituzionali del sindaco di Gioia del Colle Donato Lucilla e dell'Assessore ai Servizi Socio Sanitari Enzo Cuscito.

Dialogano con l’autrice Rosy Paparella e Orietta Limitone, responsabile del Presidio del Libro di Gioia del Colle. Ingresso Libero.

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI