Lunedì 18 Dicembre 2017
   
Text Size

“LE SORELLE MATERASSI” DI UGO CHITI AL TEATRO ROSSINI

le sorelle materassi

teatro rossini Questa sera, mercoledì 6 dicembre alle ore 20.30, il Teatro Rossini ospiterà “Le Sorelle Materassi” tratto da un libero adattamento di Ugo Chiti dal romanzo di Aldo Palazzeschi.

Le Sorelle Materassi di Aldo Palazzeschi mostra come l’ingenuità caricaturale e la repressione delle passioni siano la causa della propria rovina. Dirette da Geppy Gleijeses, Lucia Poli, Milena Vukotic, Marilù Prati sono le tre sorelle Materassi, tra pathos e ironia, grottesco e pietà, il gusto satirico del Pinocchio di Collodi e del Decameron di Boccaccio, che viene ripreso proprio per la sua carica narrativa, che celebra i valori terreni dell’Amore, del Caso, della Natura.

“L’opera, attraverso le vicende di due sorelle della piccola borghesia toscana del tempo, ripresenta i temi caratteristici dell’opera di Palazzeschi: la parodia dello stile di vita e della visione del mondo borghese, il fascino per il nonsense e i giochi di parole, il gusto per l’irrisione dei formalismi, la combinazione di drammatico e comico”.

Ambientato nei primi anni del XX secolo nel sobborgo di Firenze Coverciano, l’opera racconta di quattro donne. Tre di loro - Teresa, Carolina e Giselda -, sono sorelle: le prime due sono nubili, la terza è stata da loro accolta essendo stata respinta dal marito. Teresa e Carolina sono abilissime sarte e ricamatrici e vivono cucendo corredi da sposa e biancheria di lusso. Una vita di lavoro e sacrifici, che viene scombussolata dall’arrivo di Remo, giovane, bello e simpatico figlio di una quarta sorella morta ad Ancona. Remo però spende più di quanto le zie guadagnino con il loro lavoro e le sue pretese non hanno mai fine.

Nell’adattamento di Ugo Chiti, il regista Geppy Gleijeses con straordinaria maestria e sensibilità ha creato un capolavoro. Perfetta l’interpretazione di Milena Vukotic e di Lucia Poli cui fa il verso Gabriele Anagni. Lo spettacolo reso unico dalla caratterizzazione dei personaggi, l’acida Giselda, la spavalderia di Marilù Prati, la dolce e protettiva Niobe che invano veglia sul focolare domestico.le sorelle materassi

«Grazie a Palazzeschi siamo diventate davvero un po’ sorelle ». Ridono e scherzano in camerino, affiatate come sul palco, le due signore del teatro, Milena Vukotic e Lucia Poli.

Ricordiamo nel film del 1944 di Ferdinando Maria Poggioli le magnifiche Ema e Irma Gramatica, sorelle anche nella vita, affiancate da Clara Calamai e Paola Borboni. Mentre ebbe grande popolarità nel 1972 lo sceneggiato Rai di Mario Ferrero con le grandi Rina Morelli e Sarah Ferrati affiancate da Nora Ricci, Giuseppe Pambieri, Ave Ninchi e un giovanissimo Roberto Benigni. Milena Vukotic, 79 anni e Lucia Poli 76 recitano con estrema bravura e freschezza.

«La mia Carolina è introversa - confessa Milena Vukotic - si esprime con grande affetto e amore nei riguardi del nipote che è il loro unico erede. Cambia lo stile, ma gli uomini nei secoli provano la stessa solitudine, lo stesso bisogno di amore, gli stessi sentimenti.»

Per Lucia Poli Palazzeschi è un autore che oggi andrebbe riscoperto e paragona le due sorelle Materassi a «…due formichine forti, dedite al lavoro e al loro piccolo cerchio familiare. Si amano, ma anche litigano fra di loro, specialmente la più giovane che ha scelto la libertà. Una commedia di donne, dove comunque, nonostante tutte le amarezze, la solitudine, le conflittualità irrisolte, si arriva a un finale sereno».

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI