Mercoledì 17 Gennaio 2018
   
Text Size

Chiesa Santa Lucia. L’ultimo saluto alla vincenziana Elia Donatone

ELIA-DONATONE

23843094_1500322363415525_855281626075254807_n Alle 17.00 del 21 novembre 2017 la signora Elia Donatone vedova Boscia ha lasciato questa terra. L’ultimo saluto potrà esserle dato nel pomeriggio del 22 novembre, alle ore 16 nella chiesa di Santa Lucia.

Dopo una vita intera dedicata ai poveri ed alla carità operata sempre nel silenzio e nella discrezione, ha raggiunto la felicità eterna che spetta ai buoni ed ai giusti.

“Questa sera è mancata, dopo lunghi anni di infermità, la nostra socia Elia Donatone - Boscia. Ci ha lasciato un esempio di carità e virtù come pochi – afferma la presidente delle Vincenziane Mariella Buttiglione - , ed ha speso tutta la sua vita, anche nella infermità, come offerta... Siamo vicine alla sua cara sorella Lina Donatone, anche lei nostra socia e Presidente passata, che ha saputo proseguire, con lo stesso amore, il suo impegno nelle opere di carità.”

Rimasta vedova giovanissima, dopo la dipartita del marito, l'avv. Peppino Boscia, si è sem23795590_1500322343415527_7425272297094410290_npre dedicata alle opere di beneficenza, sacrificando ore ed ore della propria giornata in favore degli ultimi e dei bisognosi, convinta com'era che nel corpo del povero vi fosse l'immagine del Cristo nel quale fermamente credeva. Attivista per anni della Azione Cattolica e del Volontariato Vincenziano, sarà ricordata come donna giusta e benefattrice, autentica icona di fede e fedele interprete del Cristo e del Vangelo.

Zia materna di Germana Surico, lascia nel dolore e nella cristiana rassegnazione le sorelle: la dott.ssa Lina, Nella vedova Surico, Alba e Marcella vedova Saponaro.

“... quando la Carità, fraterna e silente, assume le vesti della terra, si confonde con gli ultimi e diviene servizio in favore dei poveri (quelli più graditi al Signore)...". [Un pensiero di Lucio Romano dedicato alla cara Elia]

 

Commenti  

 
#1 obiettivo 2017-11-25 20:20
La signora Elia è un'anima gentile che il Signore ha donato a tutti noi. E soltanto Dio conosce le azioni più belle da lei compiute: gli uomini ne hanno visto soltanto il bagliore, in lontananza, spesso senza comprendere.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI