Lunedì 18 Dicembre 2017
   
Text Size

Come scegliere il miglior navigatore sul mercato

Il primo aspetto che deve essere valutato nella scelta del miglior navigatore a disposizione sul mercato è la disponibilità di mappe pre-caricate di tutta l'Europa o, almeno, del territorio italiano: è questa la caratteristica di base che non può mancare in unnavigatore GPS, dal momento che essa permette di usufruire delle indicazioni di cui si ha bisogno senza che si sia per forza costretti a connettersi a Internet. Ovviamente, è importante un aggiornamento periodico delle mappe, indispensabile per evitare inconvenienti e disagi. Il consiglio, nella scelta di un navigatore, è quello di affidarsi solo ai brand più conosciuti: sia per essere certi di ricevere gli aggiornamenti di cui si ha bisogno, sia per poter contare sull'assistenza necessaria in caso di problemi.

Nella ricerca del miglior navigatore è opportuno tenere conto anche della disponibilità di sistemi di informazione relativa altraffico in real time: non c'è niente di peggio che immettersi in una tangenziale bloccata da chilometri e chilometri di coda o essere costretti a saltare uno svincolo autostradale chiuso per un incidente. Ebbene, le informazioni in tempo reale prevengono questi inconvenienti, suggerendo il percorso più rapido e più comodo per giungere a destinazione evitando gli ingorghi.

Quali caratteristiche deve avere un navigatore?

La presenza delleistruzioni vocali può non essere gradita da qualcuno, a causa della voce che ogni pochi secondi fornisce le indicazioni da seguire, ma in realtà è molto importante perché permette di sapere qual è la strada da percorrere senza che si sia costretti a staccare gli occhi dalla strada per volgere lo sguardo verso lo schermo. Stesso discorso per icomandi vocali, grazie a cui è possibile selezionare gli indirizzi e impostare le destinazioni desiderate in modo semplice e sicuro. Ancora, vale la pena di prendere in considerazione l'utilità dell'assistente di svolta: si tratta di un sistema che, prima degli svincoli che devono essere imboccati, interviene non solo con messaggi visivi, ma anche con messaggi vocali. A rendere ancora più semplice l'identificazione degli svincoli contribuisce, poi, la visualizzazione 3D, che in realtà ormai caratterizza quasi tutti i navigatori GPS.

Le funzioni da ricercare

Nel novero delle funzioni che dovrebbero essere ricercate in un navigatore di qualità c'è perfino il controllo della velocità, in virtù del quale ci si può rendere conto se si sta superando il limite previsto sulla strada che si sta percorrendo. Per quanto concerne il display, non sono importanti le sue dimensioni né la qualità delle immagini: ciò che conta, però, è che lo schermo sia del tipo touch-screen capacitivo, e cioè che permetta di scegliere le opzioni desiderate con un tocco semplice. Le dimensioni, comunque, vanno dai 4.3 pollici ai 7 pollici. Chiaramente, a un display piccolo corrisponde tendenzialmente un costo inferiore.

Un esempio di navigatore che offre la maggior parte delle caratteristiche desiderabili è il Garmin Nuvi 2699LMT-D, che propone un display touchscreen da 6 pollici con risoluzione da 800 x 480 pixel e doppio orientamento, verticale e orizzontale. Sono disponibili le mappe pre-caricate di più di 40 Paesi di tutta Europa, ma si può usufruire anche di informazioni su traffico live e autovelox. Le indicazioni di svolta, grazie a Garmin Real Directions, vengono fornite tenendo conto di punti di riferimento ben visibili (benzinai, semafori, e così via), mentre la sincronizzazione con lo smartphone è resa possibile dal Bluetooth.

Un altro prodotto capace di offrire prestazioni eccellenti è il TomTom Go 610, con display da 6 pollici e risoluzione da 640 x 480 pixel. Incluso gratuitamente, senza scadenze né limiti di tempo, c'è TomTom Traffic, che consente di restare aggiornati in qualsiasi momento sul traffico, così da poter approfittare di soluzioni alternative in caso di code o di ingorghi.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI