Martedì 15 Ottobre 2019
   
Text Size

ROTARY CLUB: BILANCIO DI UN ANNO DI GUIDA “ROSA”

hafida-rotary

logo_rotaryIl 25 giugno alle ore 20.30 presso l’Hotel Svevo si svolgerà la cerimonia del passaggio del martelletto nel Rotary Club Acquaviva delle Fonti – Gioia.

L’avvocato Margherita Pugliese, prima donna a rivestire la carica del presidente nel Club,  passerà “le consegne” all’ingegner Antonio Oliva, concludendo un impegnativo anno sociale.

elezione-margherita-a-presi“E’ stata un’esperienza intensa – riconosce Margherita - fitta di impegni e di difficoltà nel conciliare i tempi di vita familiare e lavorativa con i tempi di vita rotariana, ma anche di crescita e di arricchimento personale. Prima di assumere l’incarico nutrivo non poche incertezze, soprattutto sulla capacità di riuscire a dare concretezza ai valori accettati al momento dell’ingresso, trasformandoli in azioni incisive nella realtà diversificata e fluida che sarebbe stata il campo di azione del Club. Strada facendo, grazie anche al sapiente e pronto sostegno di tutti i componenti del Consiglio, soprattutto quelli con maggiore esperienza rotariana, ma anche grazie ad un atteggiamento sempre collaborativo e proponente, e talvolta anche giustamente volto a frenare qualche eccessivo entusiasmo, il lavoro si è fatto più scorrevole.”

luca_gallo_2007L’intero Club ha beneficiato, in questo anno sociale, della presenza di un proprio socio, il professor Luca Gallo, presidente del Club nel 2007, tra i vertici rotariani. Gallo, infatti, ha rivestito l’incarico di Assistente del Governatore e curato con impegno e senza riserve, non solo il Club gioiese.

“Sono “uscita” dal mio ristretto campo professionale – continua la presidente - sia per non tediare con argomenti settoriali e monotematici e magari scontati, sia per la curiosità e la voglia di sperimentare nuove vie, di cimentarmi in campi diversi da quelli a me noti. L’idea guida era quella di non limitarsi a guardare dalla finestra, ma di provare ad entrare nelle stanze dell’ingiustizia, della povertà, dell’esclusione sociale. Ritenevo e ritengo con assoluta convinzione che di fronte a certi bisogni il Rotary dovesse e debba uscire da atteggiamenti auto- referenziali e, partendo da un’analisi attenta delle nuove emergenze sociali, mettere  in cantiere iniziative e strategie indirizzate ad una maggiore incisività sulla realtà locale, sensibilizzando, proponendo, sperimentando, ma soprattutto agendo.”

industria-e-ambiente-ansaldTra gli eventi più significativi proposti dal Club nell’anno 2009/2010 ricordiamo la tavola rotonda presso la sede LUM di Gioia del Colle sul tema de “Lo sviluppo industriale tra inquinamento e difesa dell’ambiente: possibili sinergie tra tecnologia e ambiente” in interclub con Putignano, Taranto Magna Grecia, Martina Franca, Massafra e Inner Wheel Taranto e Riva dei Tessali, con gli interventi del professor Assennato, del dottor Gigante, Lagravinese  e Conversano, dell’ingegner Quaranta, della professoressa Storelli, del sindacato e dell’Ansaldo Caldaie.

de_cataldo_e_margheritaUn altro incontro di estremo interesse ha visto relazionare sulla “Particella di Dio”, ovvero il bosone di Higgs il dottor Giacinto De Cataldo, che opera nel Cern di Ginevra sull’esperimento ALICE.

Sono stati anche trattati i temi del rispetto dei “Diritti della persona nella Costituzione italiana”, con il Magistrato dottor Colaianni, della salute con le brillanti relazioni del professor. Delle Noci e del dottor Giannattasio.

Con i professori Colafemmina, Lestingi e Loconsole e con le testimonianze di Hafida e Rozeta, il Club ha affrontato il difficile problema dell’integrazione parlando de “La condizione della donna nelle tre religioni monoteiste”.

“L’essere donna – sottolinea Margherita Pugliese - ha costituito lo spunto per riflettere sulle difficoltà di conciliazione dei tempi di vita e di lavoro nella conversazione con l’imprenditrice, dottoressa Stano, l’avvocato De Marzo, la donna militare Palmieri.”

ROTARY-CERNNon sono mancate le riunioni dedicate al territorio con le serate su “I padroni del vapore a Gioia del Colle” e “D’Annunzio aviatore” all’Aeroporto militare di Gioia del Colle.

Tra i progetti “internazionali” il Club ha acquistato teche per salvaguardare dall’umidità libri antichi e strumenti musicali per l’orchestra di Corfù, con Roma Olgiata ha acquistato medicinali e zanzariere per l’isola di Mafia in Tanzania.

“Il progetto che ritenevo più significativo per il territorio, l’acquisto arredi per il centro socio educativo diurno per minori a rischio a Gioia del Colle – dichiara la presidente - sarà realizzato non appena saranno superati alcuni ostacoli burocratici.”

Ulteriore e conclusivo “fiore all’occhiello” di questa annualità, la campagna di prevenzione dell’aneurisma dell’aorta addominale e lo screening di 800 maschi adulti tra i 65 e gli 80 anni a Sammichele di Bari.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.