Mercoledì 22 Novembre 2017
   
Text Size

NUOVE LOCATIONS ULTIMA SERATA "CORTI DELL’IMPERATORE"

le corti dell'imperatore

le corti dell'imperatore“A causa delle temperature rigide di queste sere, per consentire al pubblico di godere degli eventi in tranquillità, oggi, sabato 23 settembre, la presentazione del libro "Regioni d'Italia" del giornalista ed illustratore Gianluca Biscalchin è spostata nel foyer superiore del Teatro Rossini sempre alle ore 19.30.

Lo spettacolo “Il traino dei fessi”, previsto per le ore 20.00, si terrà invece nel Chiostro del Comune di Gioia del Colle.

La manifestazione “Le Corti dell'imperatore” si concluderà alle ore 21.30 con il concerto spettacolo "Contro-Storia - Memorie di briganti" al Teatro Rossini.

Tutti gli eventi sono ad ingresso libero. Passate parola! Vi aspettiamo! L'iniziativa è inserita nell'ambito del programma Puglia 365 promosso dalla Regione Puglia”.

 

Commenti  

 
#5 pulcinella 2017-09-28 07:53
Perché a commento di questo articolo si parla di spazzatura? A parte questo, ci rendiamo conto che la qualità delle proposte culturali a Gioia, da qualche mese è davvero bassa? Pazienza per i privati che fanno eventi per mettersi in mostra...., ma almeno quando è l'amministrazione ad organizzare o a patrocinare che si faccia qualcosa di più alto. Basta con le presentazioni a cura delle solite, basta con le passerelle. Può avere la città il piacere di ospitare un evento importante? Ospiti del mondo della cultura con cui confrontarsi ed arricchirsi di contenuti? Va bene la propensione del gioiese per eventi spettacolo conditi di carne arrosto e bancarelle, ma non ci sono solo quei gioiesi.
 
 
#4 LINGUAGLOSSA 2017-09-27 15:59
Mi sembra di aver scrittto bene che l'azionista è pubblico (ARO5) e il gestore del servizio è privato. Forse mi sono espresso male ...

La Redazione
Gli azionisti esistono sono nelle società. Qui si parla di Enti che danno in appalto all'esterno (ad una società privata) un servizio pubblico. Il socio esisteva con la società Spes spa, di cui l'Ente comunale era azionista di maggioranza, e di conseguenza proprietaria di una quota azionaria pari all'82% circa.
Saluti
 
 
#3 LINGUAGLOSSA 2017-09-27 11:26
Non vorrei fare accademia ma di privato nel settore dei rifiuti c'è chi GESTISCE il servizio di raccolta, trasporto e smaltimento. Il "PADRONE", l'AZIONISTA o comunque, chi controlla a livello operativo e politico le prestazioni contrattuali del privato è sempre un ente pubblico, che sia un Comune o un consorzio ( ARO ). Significa che, la responsabilità per qualunque disguido operativo o economico, legato ai servizi della NAVITA & soci, sarà sempre ricondotta all'azionista pubblico di riferimento ! Teoricamente il privato dovrebbe garantire maggiore efficacia ed economicità del servizio stesso ( in ragione di una differenziazione e riciclo più spinto ) legata anche ad una organizzazione maggiormente specializzata alla realizzazione delle attività in oggetto, ivi compresa una maggiore produttività del personale che avrà in dotazione. Mi corregga la Redazione se sto dicendo inessattezze.

La Redazione
Nel caso dei contratti stipulati dall'ARO BA5 non c'è alcun azionista pubblico. La gestione è totalmente privata. In capo al soggetto pubblico c'è solo il controllo che quanto contenuto nei contratti sia rispettato.
Saluti
 
 
#2 Uffa 2017-09-27 08:50
Questa amministrazione sta perdendo l'occasione di rinnovare la scena culturale. Sempre le solite cose e le solite persone, buone per tutte le stagioni. Sembra che la cultura a Gioia sia oggetto da anni di lottizzazione. La speranza che questa amministrazione cambiasse le cose è fallita.
 
 
#1 Rosilda 2017-09-26 15:11
Mi chiedo come mai questa amministrazione sia tanto interessata a privatizzare i servizi:poi vedo che molti "sostenitori"di colpo da disoccupati sono occupati,tra poco privatizzeranno anche la scuola,gli asili etc..di voti ne hanno presi tanti!!!!! Cosi senza metterci la faccia.Ma non esiste un organo di controllo al comune?!!!!!!!!!!! E l'opposizione dorme?

La Redazione
Solo una informazione. A parte la Spes, la cui privatizzazione era già iniziata con la costituzione dell'ARO Ba5, la riscossione dei tributi, un fiore all'occhiello dell'ex sindaco Povia, e la manutenzione del cimitero, sempre sotto Povia, questa amministrazione cosa avrebbe privatizzato?
Buona serata, a tutti.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI