Mercoledì 22 Novembre 2017
   
Text Size

SERATA DI CHIUSURA PER “LE CORTI DELL’IMPERATORE”

le corti dell'imperatore

le corti dell'imperatore Per l'ultima serata de “Le corti dell'imperatore”, sabato 23 settembre alle ore 20.00, presso l'Arco Nardulli, nel centro storico di Gioia del Colle, ospiteremo lo spettacolo “Il traino dei fessi” ovvero dietro ogni scemo c'è un villaggio, di e con Giuseppe Ciciriello. La testata di un vecchio letto, una sedia, un cappello, un ombrello tenuto chiuso da uno spago e un abito gessato scuro sono gli elementi di una narrazione che si sviluppa attraverso, luoghi comuni, modi di dire, strofe antiche di un modo arcaico e personaggi grotteschi che si raccontano tenuti assieme da un filo comune: la marginalità. Essere al margine di una comunità per raccontarla, rifletterla come attraverso uno specchio distorto che ci restituisce un’ immagine chiara e inequivocabile attraverso le voci fuori dal coro.

Mentre al Teatro Rossini di Gioia del Colle, alle ore 21.30, dopo lo straordinario laboratorio per i bambini di domenica scorsa, l'attrice Leonarda Saffi ritorna con la Compagnia The Rainbow Theatre a chiudere l'ultima serata de “Le corti dell'imperatore”, con il concerto spettacolo "COle corti dell'imperatoreNTROstoria - Memorie di briganti".

Un viaggio attraverso poesie, musiche e racconti dei briganti e sul periodo storico più controverso che li vede come protagonisti. Che cos’è la memoria? Che significa ricordare? Riportare al cuore.

La memoria come atto di appropriazione, la memoria come oceano in cui le identità si mescolano in un interminabile presente.

Ricordare non significa regredire o tornare indietro. Ricordare significa tuffarsi nelle parole antiche per trarne un senso inedito. Ricordare significa rivivere e restituire al presente ciò che è stato. Sotto questa luce anche un evento remoto come L’Unità d’Italia torna a possedere quell’urgenza pulsante di sogno vivo ed eternamente attuale. Siamo tutti, ancora oggi, briganti, soldati, fuggiaschi, terroni. Siamo un popolo che viaggia in sorrisi e lacrime che si ripetono come una pioggia.

L'iniziativa è inserita nell'ambito del programma Puglia 365 promosso dalla Regione Puglia.

Ingresso libero.

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI