Lunedì 18 Novembre 2019
   
Text Size

MARCO LOSAVIO RACCONTA I PRIMI 10 ANNI DI JAZZITALIA

jazz10

Marco-LosavioCari Amici, cari Lettori, il 20 giugno 2000, iniziava l'avventura di Jazzitalia. Oggi, a distanza di 10 anni, siamo ancora qui a rendere disponibile uno strumento utile per chiunque voglia far conoscere il proprio lavoro nell'ambito della musica Jazz, per chiunque voglia essere aggiornato sulle evoluzioni, le tendenze, le novità di questo mondo musicale.

Grazie al contributo volontario di tanti collaboratori di cui alcuni oramai consolidati, Jazzitalia contiene oggi più di 7000 tra interviste, recensioni, lezioni, articoli nelle varie sezioni, oltre a più di 34000 schede di concerti, 15000 comunicati stampa, 10000 indirizzi, e poi ci sono i quasi 300 J-Blogs, una Gallery con più di 6000 tra foto e disegni, oltre 1500 schede di artisti, 12000 annunci, 13 forum con più di 10000 post, la Newsletter con 4000 iscritti, i già più di 1000 video selezionati da You Tube, più di 11000 sample audio, la nuova sezione sandomarco-2completamente dedicata a New York realizzata con la collaborazione di Roberta Zlokower, editore del magazine RobertaOnTheArts.com, una grande esperta di New York che vive nei pressi di Times Square. E' una giornalista, un membro della prestigiosa giuria del Drama Desk, oscar dei musical di Broadway, è un'esperta di jazz, balletto, opera, arte e, infine, è anche una persona molto cordiale. La sezione dedicata a New York, attivata ad inizio marzo, è stata già visitata più di 6000 volte. Vi si può trovare una selezione dei principali jazz club, negozi di musica ed eventi della Grande Mela...

Jazzitalia è stato inoltre il primo a ricostruire un periodo jazzistico italiano con documenti unici, grazie al contributo di Giovanni Masciolini e dei musicisti stessi ancora in vita o di chi vi ha collaborato. Un lavoro effettuato raccogliendo in tutta Italia le testimonianze dirette di chi ha preso parte di un periodo in cui in Italia il Jazz era una musica molto diffusa e amata.

Jazzitalia fino ad owww_jazzitalia_net__bigggi è stato visitato più di 52 milioni di volte per un totale di più di 137 milioni di pagine consultate.

Un lavoro imponente, che non poteva essere minimamente pensabile senza l'apporto prezioso e fondamentale di tante persone. Ringraziare è quindi doveroso e l'elenco dei nomi di coloro che hanno reso possibile questa iniziativa è nutrito e sicuramente qualcuno potrà mancare, ne faccio quindi alcuni tra coloro che collaborano ancora oggi, partendo da Alceste Ayroldi, il quale oltre ad essere una delle migliori penne di Jazzitalia, offre il suo contributo come Editor dell'intero sito e Coordinatore della nutrita sezione RECENSIONI (più di 1500 tra libri e CD), proseguendo con Roberta Zlokower da New York, Fabrizio Ciccarelli, Antonio Terzo, Marco Buttafuoco, Dario Gentili, Giovanni Greto, Giuseppe Mavilla, Vittorio Pio, Viviana Maxia, Enzo Saba, Luca Labrini, Gianni Montano, Enzo Fugaldi, Andrea Gaggero, Roberto Biasco, Eva Simontacchi, Alessandro Carabelli, Franco Bergoglio, Dario Gentili, Gianmichele Taormina, Marcello Migliosi, Luca Labrini, Cinzia Guidetti, Luca Civelli, Paolo Incani, Luca De Mattei, Francesco Peluso, Rossella del Grande, Elio Marracci, Morena Ragone, Pietro Scaramuzzo, Alessandro Armando, Adriana Augenti, Chiara Schillaci, Ambrogio De Palma, Elide Di Duca, Franco Donaggio, Gaspare Bonafede, Brunella Marinelli, Daniela Floris e i tanti tanti che hanno, in questi dieci anni, collaborato ed hanno avuto l'opportunità di ampliare la loro esperienza con altri magazine del settore. Poi i numerosi inviati, i fotografi (tantissimi!) che hanno sempre offerto i loro bellissimi scatti per dar vita alle parole del cronista come Roberto Aymerich, Roberto Cifarelli, Daniela Crevena, Piero Graziano, Sergio Cimmino, Francesco Truono, Daniele Mastrangelo, Paolo Acquati, Giorgio Alto, Enrico Grieco, Riccardo Crimi, Alberto Gottardelli, Elisa Caldana, Carmine Picardi, Jos L. Knaepen, la Phocus Agency, Giovanni Piesco, Pietro Previti, Alessia Scali, Davide Susa, Elena Venier, Thomas Van Der Aa, Nadia Guida, Emanuele Vergari, e, ovviamente, anche gli uffici stampa che accreditano Jazzitalia ovunque e ci consentono di offrire tutto ciò.

homepageCosa attendersi da Jazzitalia nel futuro? Andremo avanti su vari fronti: innanzitutto struttureremo sempre meglio la nostra redazione individuando precisi riferimenti, amplieremo lo spettro musicale di competenza cercando anche in altre musiche selezionate dal mondo afro-americano, daremo più spazio ai contenuti multimediali, modificheremo il layout per renderlo fruibile anche attraverso i dispositivi mobili e…valuteremo anche la possibilità di istituire un Award! Insomma, seguiteci ;-)

Non possiamo però non chiudere con una riflessione purtroppo amara. Viviamo un periodo non certo felice per la cultura. Tagli ovunque e comunque, senza spesso cognizione di causa, stanno rendendo la storia di molte manifestazioni difficilmente sostenibile. E quello che più rammarica, è che poi di molte di loro si perderà traccia, nell'indifferenza di chi c'è e di chi ci sarà domani a cui rimarranno delle fotografie, degli articoli, dei ricordi. Lavoriamo tutti per fare in modo che tutto ciò non decada, e offriamo a chi ha lavorato tanti anni spesso per pura filantropia il nostro sostegno. Diamo voce e facciamo sì che tutto ciò continui in attesa di tempi migliori.

Marco Losavio - Jazzitalia Director - Publisher



Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.