Sabato 18 Novembre 2017
   
Text Size

PARTE RACCOLTA FONDI A FAVORE DELLA BANDA FALCICCHIO

banda musicale falcicchio

Commenti  

 
#4 Uffa 2017-08-25 10:32
Credo che i tempi siano cambiati e che la pubblica amministrazione non possa più elargire risorse a privati, per nessuna finalità, sebbene meritoria. Con le poche eccezioni di amministrazioni con bilanci ampiamente in attivo (non sembra il caso di Gioia) ma con criteri di scelta ed erogazione trasparenti e pubblicizzati e che davvero siano largamente di pubblico interesse, attraverso sponsorizzazioni.
Ovviamente ad eccezione di enti o fondazioni (una banda, un'orchestra, una compagnia teatrale, ecc.) che siano dirette dipendenti o di proprietà della pubblica amministrazione, e quindi con criteri di gestione (nomine, gestione ordinaria, gestione straordinaria ecc.) soggetti al diritto amministrativo ed al controllo degli organi competenti. Se non è diretta dipendente della pubblica amministrazione una associazione deve sostenersi da sola, raccogliendo i fondi necessari tra la gente. Che finanzierà quindi ciò che davvero riterrà utile ed interessante, con i propri privati contributi. Oppure ricorrendo a sponsor. Insomma, le regole di mercato che valgono ormai per tutto, anche per la cultura. Non c'è più posto per lo spettacolo o la cultura sostenuti da erogazioni estemporanee, che altrimenti potrebbero apparire elargizioni ad elettori ed amici. Perché chi stabilisce che una erogazione sia davvero di pubblica utilità ed interesse? Ognuno può alzarsi al mattino e sostenere di fare grande cultura, grande musica e grande spettacolo, autoproclamandosi un artista. Salvo poi che gli spettatori sono sempre la stessa piccolissima percentuale di fruitori. Beninteso, la banda in questione magari sarà anche eccellente, ma se è una struttura privata deve gestirsi da sola. Mezzi e strumenti erano assicurati? Se no, perché?
Quindi il Comune ha fatto male a proclamare una sottoscrizione pubblica in favore di privati, altrimenti dovrebbe farlo per tutti i soggetti che fanno cultura; ma fa bene a non sostenere con fondi pubblici una struttura privata.
Il mondo sta cambiando, abbiamo voluto l'Europa e la globalizzazione, ora non possiamo più pretendere assistenzialismo. I fondi pubblici devono essere destinati anche alla cultura, ma attraverso sponsorizzazioni dirette a chi davvero incontra larghi interessi popolari e con stringenti criteri di valutazione, trasparenti e condivisi.
 
 
#3 Franco Gisotti 2017-08-25 06:31
No n voglio polemizzare ma fare delle domande a chi per professione è in grado di cercare risposte. Perché nell'appello dell'amministrazione si parla di strumenti irrimediabilmente distrutti dell'incendio quando Invece all'indomani dell"incendio stesso gli organi di stampa segnalarono subito esattamente il contrario e cioè che musicisti e strumenti erano tutti sani e salvi?
Altra domanda, perché chiedere di inviare denaro sull'ibam di una fantomatica associazione musicale chiamata sette note per poi in seguito devolvere alla banda e non direttamente sull'iban della banda stessa?
Terza e non ultima domanda delle numerose che l'appello suggerisce: l'amministrazione, prima di diffondere un simile appello si è informata e opportunamente documentata sulla veridicità di quanto affermato a supporto della richiesta di denaro? E se si da quali organi di informazione o apparati dello stato?
Buon lavoro a chi cercherà risposte.
 
 
#2 io 2017-08-24 18:30
Ma io dico: Sindaco Lucilla e assessore Longo, non vi vergognate di promuovere ed elemosinare una raccolta fondi pro banda "PAOLO FALCICCHIO" rivolta all'intera città? E fino a che non si raggiunge la somma necessaria per l'acquisto della strumentazione con che cosa suonerà la banda? Con i coperchi delle pentole e con i flauti e trombette che si vendono sulle bancarelle?
Sarebbe stato più apprezzabile ed onorevole per voi se avessimo letto che per il momento l'Amministrazione comunale provvedeva all'acquisto della strumentazione e che i cittadini potevano comunque contribuire con loro donazioni anche ed eventualmente per comprare un mezzo di trasporto usato (per esempio)....
Complimenti !!!
 
 
#1 francesco30 2017-08-24 17:05
ma l'autobus non era assicurato per danni a persone e cose trasportate?

La Redazione
Tutti i mezzi di trasporto pubblico dovrebbero essere assicurati.
Saluti
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI