Martedì 21 Novembre 2017
   
Text Size

REDDITO DI DIGNITÀ. AUMENTA PLATEA BENEFICIARI E DURATA

camper reddito di dignità

red reddito di dignità puglia “In occasione del primo anniversario dall'avvio della misura ReD (Reddito di Dignità), dalla Struttura tecnica per la gestione ReD, diretta dalla dr.ssa Anna Maria Candela, sono stati diffusi i dati 2016.

Sono 30.074 le domande presentate nel 2016 (tra il 26 luglio e l'11 gennaio 2017) da parte dei cittadini pugliesi: di queste 10.784 sono state ammesse al beneficio. Al 21 luglio 2017 è l'Ambito di Bitonto a contare il maggior numero di domande presentate (12,5 su mille abitanti) e di domande ammesse (5,5 su mille abitanti), mentre sono gli ambiti di Putignano (3,3 su mille abitanti domande presentate e 1,0 su mille abitanti domande ammesse) e Troia (3,4 su mille abitanti domande presentate e 1,0 su mille abitanti domande ammesse) a contare il minor numero. Le grandi differenze territoriali sono un indicatore indiretto del maggiore o minore impegno profuso dai soggetti istituzionali e del partenariato socioeconomico nel territorio di ciascun Ambito territoriale, assicurando un diverso supporto per la presentazione delle domande.

Tra tutte le domande ammesse in maniera definitiva 4.528 sono quelle ammesse al breddito di dignità pugliaeneficio SIA-ReD, mentre 5.114 sono quelle relative al solo ReD, il che porta a rilevare che l'introduzione della misura regionale ReD ha consentito di più che raddoppiare la platea degli ammessi, rispetto alla misura nazionale (SIA), soprattutto con riferimento alle famiglie senza figli minori. Nel 2016 l'incidenza delle domande ammesse è pari al 37% circa, grazie soprattutto all'allargamento della platea effettuato con la misura regionale del ReD.

Il Reddito di dignità (legge regionale n. 3/2016), sperimentazione raccordata con la misura nazionale del SIA, il sostegno all'inclusione sociale attiva, ha dovuto tuttavia scontare un certo grado di complessità per il necessario raccordo con le procedure SIA nazionali, nella fase dei pagamenti ai cittadini dei benefici economici concessi.

La Regione Puglia ha già proceduto alla liquidazione e trasferimento dei primi 20 milioni di euro su conto dedicato presso il Ministero dell'Economia e Finanze, su cui è autorizzato ad operare INPS per la lavorazione dei dispositivi di pagamento predisposti per ciascun bimestre da ciascun Ambito territoriale competente. La struttura regionale ha, inoltre, già provveduto a trasferire, in cooperazione applicativa ad INPS, i dati per i primi 1.308 casi cui erogare il bimestre marzo-aprile 2017 del ReD, e si accinge a trasferire tutti gli altri casreddito di dignità pugliai che percepiranno il bimestre maggio-giugno. Proprio in questi giorni moltissimi cittadini stanno ricevendo sulle proprie carte le prime somme. L'INPS, nel frattempo, rimane impegnata a mettere tempestivamente in lavorazione i dati trasmessi tramite piattaforma regionale da parte dei Comuni, al fine di assicurare tempi brevi di avvio di tutte le liquidazioni.

Grande il lavoro compiuto dai Comuni pugliesi per l'istruttoria e la lavorazione delle domande presentate dai cittadini, con poche eccezioni che hanno fatto registrare invece grandi ritardi in via di recupero.

Al 21 luglio il processo di presa in carico con la sottoscrizione dei Patti per l'inclusione sociale attiva riguarda la metà dei beneficiari, grazie al supporto dei servizi specialistici delle società a cui la Regione Puglia ha affidato un programma straordinario di affiancamento ai Comuni per l'attuazione del ReD.

reddito di dignità puglia

A fronte di 12.478 domande già presentate per il 2017, sono 7.443 le domande già istruite in prima fase dai Comuni e da INPS. 

Va precisato che nel corso del 2017 il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha modificato i criteri di accesso al SIA al fine di consentire a molti più utenti di poter essere ammessi al beneficio nel corso del 2017, anche in considerazioni delle notevoli economie che risultavano dall'implementazione dell'annualità 2016.

Oltre a rendere più accessibili i criteri di ammissione alla misura, il Governo nazionale ha previsto una sorta di "premialità" economica (l'aggiunta di ulteriori 80 € mensili) per tutti i nuclei familiari "monogenitoriali" ammessi a SIA-ReD. I nuovi criteri di accesso al SIA-ReD vengono applicati a partire dal 30 aprile 2017 ed anche per le domande presentate fino a quella data è previsto un "ripescaggio" automatico di quelle che sarebbero risultate afalsi braccianti. truffa all'inpsmmesse ai sensi dei nuovi criteri introdotti.

I nuovi criteri di ammissione alla sola componente ReD (risorse regionali derivanti dal FSE) saranno validi per tutte le domande presentate con riferimento all'ISEE 2017 (e dunque a partire dal 01 febbraio 2017).

Inoltre, la Regione Puglia ha inteso proseguire il beneficio ReD anche in caso di decadimento della misura nazionale SIA, per i beneficiari SIA-ReD, sempre per la durata di 12 mesi a partire dalla data di presentazione della domanda.

Le strutture tecniche degli Ambiti territoriali, d'intesa con la struttura tecnica regionale che sovrintende alla misura, sono già all'opera per "prendere in carico" i cittadini ammessi e per attivare i relativi percorsi di inclusione attiva oltre che al fine di erogare le risorse regionali disponibili in aggiunta a quelle nazionali.

Ricordiamo che per l'accesso alla domanda ReD bisogna rivolgersi presso un CAF-Patronato, l'INPS provvede alla verifica dei requisiti economici e, se ammessi, il Comune di residenza provvede all'ulteriore fase di istruttoria e alla convocazione dei beneficiari per la sottoscrizione del Patto individuale e formativo”.

(Fonte dati: PugliaSociale - Regione Puglia)

 

Commenti  

 
#2 Angelo.Lillo 2017-08-22 23:56
Chiacchiere piu credibili non ne conoscete dal 2000 senza lavoro "disoccupato"quando mi presentavo ad un patronato,uffici di lavoro locali e regionali,patronati vari,tutti fanno finta di non capire.....Ancora esiste gente che vi crede????
 
 
#1 Arcangela 2017-08-19 00:16
Ma io l ho fatta ad ottobre la domanda, nn credo la dovrei rifare???/oppure si
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI