Sabato 18 Novembre 2017
   
Text Size

CINZIA ERAMO ALLA RASSEGNA “MASSERIA ORLANDI IN JAZZ”

cinzia eramo

Vince-Abbracciante “L’Associazione Suoni dal Castello, per la rassegna musicale “Masseria Orlandi in jazz”, sabato 15 Luglio 2017, con inizio alle ore 22:00, nel suo secondo appuntamento propone la presentazione del cd “Sincretico” del Vince Abbracciante Trio. Ospiti della serata gli artisti Vince Abbracciante alla fisarmonica; Nando Di Modugno alla chitarra; Giorgio Vendola al contrabbasso. Nel quarto ed ultimo appuntamento del mese di Luglio, sabato 29, è prevista anche la presenza della cantante gioiese Cinzia Eramo in Trio con Giulio Scianatico e Bruno Montrone.

Ingresso  con prenotazione ore  20.30.

Per maggiori informazioni392 0284579 -  348 6042957 -  3396278928 - http://www.masseriaorlandi.it/

“Sincretico è un concept album di otto composizioni originali per fisarmonica, chitarra e quintetto d’archi, scritte dal fisarmonicista Vince Abbracciante.

L’opera (Dodicilune, 2017) sfugge ad un’unica definizione di genere e rappresenta una sintesi delle esperienze musicali in cui Abbracciante si è misurato nel csincreticoorso della sua attività artistica. Il jazz, la musica popolare brasiliana, la canzone italiana, il tango, la musica classica, le sperimentazioni elettroniche, le colonne sonore, la musica balcanica e le collaborazioni in orchestra, confluiscono in un magma emozionale che caratterizza l’intero lavoro.

Il Dizionario del Jazz Italiano nel 2014 citava: “Vince Abbracciante: è la stella nascente della fisarmonica in Italia, dotato di una tecnica notevole, un senso profondo del blues e dello swing. Padroneggia la fisarmonica come pochi e suona con talento qualsiasi genere musicale”.

“Sincretico” apre le porte di un mondo sonoro caleidoscopico ed appassionante. Un melting pot di suggestioni e atmosfere “mediterranee”. Spinto, audace, magnetico, materico, che sconfina. Come il virtuosismo di Vince Abbracciante e del suo accordèon, sostenuto dal passo discreto della chitarra di Nando Di Modugno, dal contrabbasso di Giorgio Vendola e dalla texture vellutata degli archi dell’Alkemia Quartet. Si vola da un’idea all’altra, in una tensione permanente, che continua ad avvertirsi anche nella distensione elegante dei temi. E’ un viaggio senza meta, una corsa verso la luce, che intriga, appassiona e coinvolge, in tutta la sua fisicità”.[ http://www.vinceabbracciante.com/]”

Ufficio Stampa Suoni dal Castello

masseria orlandi in jazz

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI