Domenica 18 Agosto 2019
   
Text Size

4° TROFEO MEMORIAL FRANCESCO SCARNERA

memorial-1

4_memorial_scarneraDomenica, 13 giugno avrà luogo il 4° Trofeo Memorial Francesco Scarnera” presso il campo di Padre Semeria, alle ore 18.

Cronista dell’evento aperto al pubblico, patrocinato dal Comune ed organizzato proprio nella data in cui Francesco avrebbe compiuto 30 anni, è Piero Romanazzi.

Al Quadrangolare di calcio parteciperanno gli amici di Francesco, il G.S. D.M. Boscia, l’Inter Club "G. Facchetti" e la stessa amministrazione comunale.

Un incontro progettato per tener viva la memoria ed alta l’attenzione sull’incidente aereo che strappò ai loro cari Antonella Capurso, Grazia Berenato e Francesco Scarnera, il 6 agosto del 2005.

Tonia Scarnera, zia di Francesco, crede profondamente nel recupero della memoria.
Il valore del “memorial” è nel mantenere viva l’attenzione su chi si è perso, annullando le distanze che ci dividono. Inoltre, in prossimità delle vacanze estive – afferma con convinzione Tonia - è un modo per esortare i ragazzi a non abbassare la guardia, un modo per ricordare a chi è in procinto di partire per un viaggio, di prestare attenzione alla scelta delle compagnie aeree cui si affida, talvolta inconsapevolmente, la vita. In questi giorni viviamo un impegno ricco di emozioni, incontriamo gli amici più cari di Francesco, insieme cerchiamo di ricordarlo nel modo più adeguato, scegliendo le musiche, adattando le foto in nostro possesso, a seconda dell'evento dell'anno in corso e che lui avrebbe gradito. Abbiamo invitato le squadre che ogni anno partecipano al torneo con grande slancio e spirito sportivo, ancor più che agonistico. E’ grazie alla loro partecipazione che l’evento assume una connotazione di gradevole sportività, così come l’esilarante cronaca di Piero Romanazzi, alleggerisce l’atmosfera e diverte. Gli amici di Francesco, e sono davvero tanti, sono sempre presenti. I primi a rispondere all’appello e ad attivarsi per contattare gli altri sono il gruppo “storico”: Francesco, Pippo, Nicola, Angelo, Filippo, Piero, Ciro, Arianna e Marina.

Nella fase organizzativa l’emozione è sotto controllo, ma nel momento in cui si scende in campo sale a 1000 ed è davvero difficile trattenere le lacrime. E questo è un sentimento che accomuna le nostre tre famiglie - Scarnera, Capurso e Berenato - sempre presenti all'evento… è un dolore che non ha fine... anche se la vita continua e porta con sé gioie inaspettate, come l’arrivo memorial_2della pronipotina, che oggi ha quasi un anno, il nostro raggio di sole.

E’ importante non dimenticare, non abbassare mai la guardia, affinché queste tragedie non debbano più ripetersi. Francesco, Antonella e Grazia hanno attraversato questo universo, hanno vissuto con noi, hanno lasciato una marea di ricordi, le loro ansie, i loro sogni, i loro sorrisi… E’ un dovere morale ricordarli, parlare continuamente di loro… Ci sono accanto più di quanto noi non immaginiamo... ci seguono nel nostro percorso di vita, ci sostengono e quindi è giusto non dimenticarli e non dimenticare. Parlarne non è un piangersi addosso, né un voler essere capiti, il dolore e il vuoto che hanno lasciato sono emozioni da vivere nella sfera del privato... Il ricordo, invece, è un momento di condivisione con gli amici e la cittadinanza che tanto ci è stata vicina. A volte anche solo uno sguardo, racchiude in sé mille parole”.

Commenti  

 
#1 Daniele 2012-05-27 09:40
Ci sarò anch'io quest'anno, come lo scorso,è un torneo molto bello dove lo sport si inrocia con la solidarietà e la
memoria!
Daniele D'Aprile
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.