Martedì 21 Novembre 2017
   
Text Size

IL FUTURO DEL PARCO REGIONALE LAMA SAN GIORGIO-GIOTTA

lama-san-giorgio

lama san giorgioVenerdì 12 maggio, dalle ore 15.30, nella sala De Deo di Palazzo San Domenico, il Parco regionale Lama San Giorgio-Giotta sarà al centro del dibattito inerente la “Strategia territoriale per lo sviluppo ambientale ed economico dalla Peucetia all’Adriatico”. Moderatore dell’incontro Franco Petrelli, giornalista della Gazzetta del Mezzogiorno.

PROGRAMMA E INTERVENTI:

Ore 15.30: Saluto autorità locali

- Video proiezione il Parco di Lama San Giorgio-Giotta.

Ore 16: Pianificazione territoriale e parco, strategia territoriale

- Dott. Michele Abbaticchio - Vicesindaco della Città Metropolitana e consigliere metropolitano delegato alla Pianificazione Strategica generale e Pianificazione Territoriale Generale;
- Arch. Porzia Pietrantonio - Delegata della Città Metropolitana.

Ore 16.30: Agricoltura e parco, opportunità e sviluppo

- Arch. Fernando Di Trani - Dipartimento Agricoltura, Sviluppo Rurale ed Ambientale – Regione Puglia;
- Dott. Biagio di Terlizzi - Project manager - IAMB Valenzano;
- Dott. Stefano Genco - Presidente del GAL Terra dei Trulli e Barsento.

Ore 17.30: Ambiente, tutela delle acque, oasi naturali e parco

- Dott. Giovanni Zaccaria - Servizio Parchi e tutela della biodiversità - Regione Puglia;
- Iing. Giovanni Discipio - Responsabile Area e Gestione Depurazione - Acquedotto Pugliese.parco-lama-san-giorgio

Ore 18: Ricerca tecnico-scientifica

- Prof. Arch. Nicola Martinelli - Pianificazione Urbanistica - Politecnico di Bari;
- Ing. Vito D’Onghia Pianificazione Urbanistica - Politecnico di Bari.

Ore 18.30: Nuovo perimetro del parco nel territorio comunale di Gioia

- Arch. Daniela De Mattia - Assessore alle Politiche Urbanistiche;
- Cosimo Castellaneta - Consigliere Comunale delegato alle Attività inerenti alla “Perimetrazione Parco Lama San Giorgio Giotta.

Ore 19: Avvio della tavola rotonda

Sindaci e rappresentanti di Associazioni ed Enti interessati all’istituendo Parco.

 

Commenti  

 
#14 dissento 2017-05-15 17:52
Firme per cosa,redazione?

La Redazione
Contro la nuova sperimentazione sui rifiuti pericolosi chiesta da Itea e da effettuare presso la ex Termosud.
Saluti
 
 
#13 trasparenza 2017-05-15 14:02
Un flop tutto sommato.
La gente non si fida
 
 
#12 trasparenza 2017-05-15 09:45
Lamanna, Capano, e' un reato chiedervi quante firme sono state raccolte nell'iniziativa?
Predicate trasparenza, e non la fornite!!!!

La Redazione
Da fonti non ufficiali, un migliaio circa.
Saluti
 
 
#11 dissento 2017-05-15 07:38
Su un territorio intensamente coltivato,artificioso al massimo,e,oggettivamente,di scarso pregio paesaggistico,di vuole includere la zona dei monti di Gioia,giusto per dare un senso alla cosa.
Facendo credere che così,arriveranno finanziamenti a fondo ho.
Finanziamenti,in realtà, slegati completamente dall'istituzione o meno,del parco.
Carrozzone politico----
 
 
#10 dissento 2017-05-15 07:35
Della tutela del territorio,non frega una cippa.
Interessa capovolgere una decisione del tanto odiato Povia.Tenere contenti gli ambientalsti,fare un colpo alla botte e una al cerchio.
Creare qualche posto di comando.
Intascare quattro soldi una tantum.
Prendersi un po' di visibilità,dopo una vita senza meritati riflettori.
Si parla di territorio..ricco di bio diversità, praticamente in buono stato conservativo.
Ci sono vincoli e leggi che tutelano già,i boschi,che vogliono far ricadere nel perimetro del parco.
Il territorio è arrivato così a noi,grazie alla cura e all'nteresse dei proprietari.
Evidentemente,la tanto vituperata caccia,non ha distrutto ne alberi,ne fuori,ne animali.
Però,si vuole calare una campana di vetro è una cappa piena di vincoli ulteriori,di divieti,di 200 regole in più.
Lo sapete che,ad esempio,nel parco delle Gravinel non si può parcheggiare l'auto per andare a fare una passeggiata?
Che non si possono tenere le faraone in masseria?
Che se vuoi tagliare un albero perché non ci passa un mezzo agricolo,passino guai?A casa tua?
 
 
#9 marco 2017-05-14 06:33
Certo che è tutta una contraddizione. innanzitutto anche su questa iniziativa siamo soggetti passivi. comandi che ci vengono imposti e noi che aderiamo a tutto. Un territorio pieno di anomalie, che faremmo meglio a controllarlo e tutelarlo diversamente, anzichè imporre delle rigide regole che aumenteranno le già tante difficoltà di quei pochi agricoltori presenti. Infine l'altra contraddizione riguarda l'ipocrisia della tutela dell'ambiente di questa amministrazione che la definirei "Leoparda" per il suo modo di intervenire "a macchie". Pubblicizzano tanto sui social l'istituzione del parco e non spiegano alla città le conseguenze di quell'atto scellerato che hanno fatto con l'ITEA. Ormai si va verso la sperimentazine, tanto chi ci governa pensa ad altro. Nessuno degli amministratori che ha risposto all'appello di portare i propri figli a respirare un po' di fumi durante la sperimentazione. Avete inferto una grossa ferita al territoio.

La Redazione
Le domande rimaste inevase sono tante. Evidentemente non hanno risposte da dare. Di qui il silenzio assoluto, o mfarsi scivolare addosso le giuste richieste, salvo ripetere le solite argomentazioni "utili" ma solo per chi da oltre un decennio sta "consumando" il nostro territorio. Delle beghe politiche si dovrebbe fare a meno, se per davvero si ha a cuore la difesa dell'ambiente e con esso il futuro del territorio e dei cittadini.
Buona continuazione di serata a tutte e auguri a tutte le mamme, indistintamente.
 
 
#8 Masi Remo 2017-05-13 17:47
Ieri pomeriggio,12 Maggio 2017,ho partecipato a questo evento,alla domanda fatta al Consigliere Castellaneta,riguardante la Rimozione dei rifiuti Speciali,presenti nel sito delle Acque Reflue di gioia del Colle,questi rispondeva:Quando sarà istituito il Parco,ricevuti i Fondi Europei,si provvederà!;Dunque se non arriveranno i Fondi Europei i Rifiuti rimarranno dove sono,fanno parte integrante del Paesaggio Ludico-Pastorale,ma per favore.....
 
 
#7 mitico 2017-05-13 13:27
Quante firme avete raccolto, fantomatico "cantieregioia"?
Di solito si diceva subito il risultato ottenuto.
Aspettiamo la fine dei Rosari, magari Sant'Andrea vi fa la grazia?
 
 
#6 Uomodellastrada 2017-05-12 22:53
Cantieregioia,a voi non vi frega nulla dell'ambiente e il movimento 5 stelle l'ha spiegato benissimo.
 
 
#5 basta 2017-05-12 21:35
Vi stanno conoscendo tutti cara amministrazione ormai...........
 
 
#4 #cantieregioia 2017-05-12 15:49
Proviamo a riscrivere qui il nostro commento già postato sulla pagina del Comune di Gioia del Colle, ma prontamente cancellato da qualche consigliere.
"Riteniamo questa un'ottima iniziativa, ma come si può da un lato predicare la tutela e salvaguardia dell'ambiente, e dal'altra autorizzare l'inquinamento tramite la sperimentazione della combustione dei rifiuti PERICOLOSI?
Mimmo Castellaneta (consigliere comunale) cosa dice a riguardo?...
 
 
#3 Guarda chi si vede 2017-05-12 07:49
Redazione non dubito della vostra buona fede (almeno in questo caso)ma il vero problema è che nonostante le continue "mancanze" da parte dell'Amministrazione nei confronti dei cittadini,quindi anche dei vostri, non perdete mai occasione "all'occorrenza" di REGGERGLI IL MOCCOLO...

La Redazione
Ne sei sicuro? Non lo abbiamo mai fatto con nessuno, perchè dovremmo farlo oggi? A parte il fatto che con i "moccoli" non si scherza.
Buon pomeriggio, a tutti.
 
 
#2 dissentol 2017-05-11 23:13
Perché credo che lo sapeste già.

La Redazione
E credi male. In merito non ci è pervenuto alcun comunicato ufficiale. Salvo una richiesta dell'ultimo momento e a titolo personale di un assessore.
Buona notte.
 
 
#1 dissentol 2017-05-11 20:18
Complimenti a tutti,anche al giornale.
Un appuntamento così importante,che sicuramente avrà richiesto tempo,che viene comunicato 24 ore prima.
Bella roba.
Di Venerdì,in orario di pieno lavoro per tutti ( allevatori in primis )tranne che per i soliti.
Eppure,avevano promesso ( i signori della trasparenza e correttezza amministrativa,che avrebbero avvisato PER TEMPO,con lettera,TUTTE LE CATEGORIE INTETESSATE.
Come da LEGGE.
Evidentemente non si vogliono contestazioni.
Evidentemente si vuole illustrare la tavoletta che si vuole.
Che alla fine porta solo poltorincinebe visibilità,prima di tutto, come già è successo,per il..responsabile della nuova perimetrazione.....

La Redazione
Perchè complimentarsi con il giornale se non fa parte degli organizzatori?
Saluti
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI