Martedì 21 Novembre 2017
   
Text Size

NUMEROSE LE ATTIVITÀ PER IL GRUPPO VINCENZIANO GIOIESE

gruppo vincenziano gioiese

gruppo vincenziano gioiese Abbiamo incontrato la presidente del Gruppo Vincenziano di Gioia e dall’interessante incontro, riportiamo notizie, considerazioni e prospettive. “Il gruppo gioiese delle Volontarie della Carità di Gioia del colle, così come sarà certamente per tutti gli altri gruppi nazionali, è sempre in attività, adoperandosi, industriandosi con i modesti mezzi a disposizione, per venire incontro ai bisogni delle persone in difficoltà. Si è appena concluso l’impegno teatrale che ha portato in scena al nostro Rossini la compagnia teatrale dei dilettanti dell’UTE di Adelfia, con il bellissimo recital su Madre Teresa Di Calcutta, la questua del giorno delle Palme al Cimitero e già sono pronti altri progetti, di routine, come la bancarella per la festa della mamma ed altri nuovi, inventati per l’esigenza di “fare cassa”.

La presidente, dott.ssa Mariella Buttiglione insieme a tutto il direttivo del gruppo, desidera che la città conosca il loro impegno perché tutti i cittadini se ne facciano partecipi e perché sia conosciuto, diffuso e preso ad esempio, come lievito di bene e di solidarietà. Le volontarie della Carità, non potendo prescindere dal messaggio cristiano del loro fondatore, San Vincenzo de Paolis, si occupano anche di evangelizzazione per il gruppo e per gli assistiti, ed in generale per tutti coloro che entrano nel loro percorso.

Per la prossima Pasqua è prevista una preparazione spirituale volontaria di gruppo vincenziano gioieseevangelizzazione per gli assistiti, insieme a buoni spesa per le famiglie più bisognose. Il 23 aprile si terrà una serata – burraco presso il Circolo Unione di Gioia, dalle ore 17:30.

Ci saranno inoltre varie iniziative per la Festa della Mamma, oltre all’ormai tradizionale bancarella di fiori, dolci ed oggetti regalo.

La presidente inoltre è felice di comunicare alla città il coinvolgimento di tutte le regioni del Sud nel progetto di rilancio nelle reti nazionali delle attività dei Gruppi di Volontariato Vincenziano, con il preciso scopo di collaborazione e di apertura ai giovani ed agli uomini che si sentano portati per la Carità Sociale. I gruppi di Volontariato Vincenziano sono composti da donne, prevalentemente di una certa età. Il nuovo progetto di rete per il Sud che abbraccerà le regioni di Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia, spera in un ricambio generazionale al fine di garantire la continuità dei servizi, ovviamente con lo stesso spirito dei fondatori.

Questo Progetto per il Sud potrà contare anche su fondi triennali per il rinnovamento dell’associazione impegnata nella diffusione del messaggio di Carità. Fra le attività del gruppo, occupano un posto importante le visite bimensili al centro di assistenza per gli anziani “Padre Semeria”.

Questi appuntamenti sono molto graditi ed attesi dagli ospiti del centro, ma anche dagli operatori che vedono apprezzato e sostenuto il loro impegno di assistenza al benessere psicgruppo vincenziano gioieseologico degli anziani.

La presidente ricorda che quest’anno ricorre il 400° anniversario dalla fondazione del Gruppo Vincenziano, ad opera delle Suore Della Carità, fondate da Santa Luisa De Marillac. Nella nostra città le suore “con il grosso cappello”, cominciarono ad operare nel 1917, e, come tutti sanno, si occuparono per decenni, dell’educazione delle bambine. Quindi, anche per quella scuola, se esistesse ancora, questo sarebbe un importante anniversario.

La presidente, nella lunga chiacchierata con la nostra redazione, ha voluto citare anche il Messaggio che il Santo Padre Papa Francesco ha inviato “…ai membri dell’Associazione Internazionale della Carità (A.I.C.)”. Ha definito gli operatori della Carità strumenti della Provvidenza e li invita a trovare nell’insegnamento di Santa Luisa “la finezza e la delicatezza della misericordia”. E noi tutti conosciamo, vediamo ogni giorno il garbo dei loro interventi per i fratelli in difficoltà. Perciò non ci sia pesante dare, ove possibile, una mano ai loro progetti, anche solo con una condivisione spirituale.

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI