Mercoledì 22 Novembre 2017
   
Text Size

SCUOLAZOO SBARCA A GIOIA OSPITE DI IIS E LICEO CLASSICO

SCUOLAZOO

SCUOLA ZOO Un’assemblea del tutto fuori dall’ordinario è quella che hanno vissuto martedì 14 marzo gli studenti dell’IIS Da Vinci-Galilei e del Liceo Classico, con la collaborazione dello staff di ScuolaZoo. Forse meno conosciuta tra coloro che hanno più di 40 anni (a meno che tu non sia un professore!), ScuolaZoo è una community molto popolare tra gli studenti e.. i più giovanissimi.

Scuolazoo nasce nel 2007 quando, ad un esame di stato, un professore si addormenta e viene immortalato dal suo studente, Paolo, fondatore della pagina. I giornali, allora, scrissero dell’evento “Questa è una scuola o uno zoo?” e da questo titolo è stato coniato il nome. Nasce come blog per studenti, diventa pian piano una community, fino a quando non diviene famoso per il suo organizzare viaggi per liceali e universitari. Ad oggi partono 13.000 utenti compresi tra i 16 e i 26 anni in tutte le mete d’Europa e non solo. Per questa estate vi sono diverse destinazioni divise per fasce d’età: gli student village (16-18), il viaggio di maturità e gliSCUOLA ZOOuniversità break (19-26).

Ma se questa è solo la parte “zoo”, giocosa, colorata, si associa anche la parte “Scuola”. Vi sono all’interno dell’equipe, infatti, dei giuristi che rispondono a ogni singola domanda e richiesta di aiuto da parte degli studenti dando loro tutte le info necessarie per agire in casi particolari, come ad esempio il crollo di un tetto di una scuola. Il vero lato importante, però, della “Scuola” è l’andare nella scuola stessa.

Noi ricerchiamo persone con la forza di proseguire nonostante le difficoltà sul proprio cammino. Noi offriamo un servizio e il risultato più bello è poter dire di avercela fatta. Il rappresentante d’istituto non viene lasciato in mezzo al nulla o isolato nel suo territorio, ma diviene il rappresentante d’Istituto dell’Italia. A quest’età, il ragazzo di 18-19 anni ha bisogno di linee guida e noi diamo loro proprio questo supporto che risulta essere fondamentale. Il nostroSCUOLA ZOO motto è “ eliminare le barriere tra studenti e insegnanti.” Con la strategia dell’assemblea ,confidiamo che gli studenti possano vedere con un occhio nuovo il proprio professore.” ci rivela Andrea, il video maker targato ScuolaZoo.

L’assemblea è stata organizzata in due momenti, scanditi dalle parole “SCUOLA” e “ZOO”. In un primo momento gli studenti hanno rotto il ghiaccio con una sfida canora, di ballo e di bitbox i cui vincitori hanno ricevuto dei biglietti per il prossimo film Medusa “Classe Z” che uscirà nelle sale il 30 marzo. A seguire, alcuni psicologi e educatori hanno trattato temi come il bullismo e il cyber bullismo, ricordando una ragazza suicidatasi a causa di un video in rete che la traeva, drogata, in rapporti sessuali. A sei mesi dalla sua morte, il video non è stato ancora tolto da Internet. Dopo un momento di pausa, è iniziato il momento “Zoo” che ha visto partecipi anche gli insegnanti. Questo crea un nuovo filo che unisce il licSCUOLA ZOOeale al suo prof divenendo questo il culmine del progetto atteso. Giochi a squadre e nuove sfide che hanno donato maggiori risate ai presenti. L’assemblea è terminata con una novità: ScuolaZoo, partner di Medusa per Colorado Film, ha realizzato con i ragazzi un flashmob per “Classe Z” che sarà pubblicato sulle pagine FB di Medusa, favorendo pubblicità anche alla scuola stessa.

Due mesi fa l’IIS Da Vinci-Galilei ci ha invitato a partecipare all’assemblea d’Istituto perché il rappresentante Claudio Cirielli è rappresentante Scuola Zoo. Era stato contattato anche il Liceo Scientifico ma i rappresentanti hanno deciso di non prendere parte – ci spiega Giuseppe Mastrangelo, rappresentante d’istituto del Liceo Classico -. Abbiamo quindi partecipato al concorso indetto da ScuolaZoo e, mettendo likes sulla pagina fb abbiamo vinto. In un mese ci siamo organizzati per avere le autorizzazioni dai presidi delle scuole e dal Comune per avere il luogo. Inizialmente era stato preselezionato il Palazzetto Kouznetsov, perché essendo di martedì e avendo il mercato vicino, era inevitabile non scegliere il Palazzetto dello Sport. Ma il giorno precedente, lunedì 13 marzo, è crollato un faro e quindi, siamo stati con Claudio dalle 19:00 alle 21:00 al Palazzetto per fare maggiori accertamenti e spostare l’assemblea in codesto luogo. A coordinare i ragazzi ed evitare problemi ci sono gli stessi studenti: il Classico ha selezionato 10 studenti per il servizio d’ordine, l’IIS 20. Noi crediamo fortemente che quando sono gli stessi ragazzi ad autogestirsi c’è sempre un clima di tranquillità.”

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI