Mercoledì 22 Novembre 2017
   
Text Size

LICEALI. DALL’OPENDATA DAY ALLA CITTÀ METROPOLITANA

ARTICOLO GIOIANET CONSEGNA LETTERA-1

ARTICOLO GIOIANET CONSEGNA LETTERA-2 “L’obiettivo di valorizzare e potenziare l’integrazione con il territorio anche nell’ambito dell’Alternanza Scuola Lavoro sta consentendo a trenta studenti del IISS ‘R. Canudo’ provenienti dal Liceo Classico e Scientifico una interessante esperienza di cittadinanza attiva attraverso la  partecipazioneal progetto “A Scuola di OpenCoesione”.  Trenta studenti del IISS ‘R. Canudo’ provenienti dal Liceo Classico e Scientifico in Alternanza Scuola Lavoro stanno analizzando il contesto economico e ambientale  che ha reso necessarie tutte le azioni volte alla realizzazione del progetto  ‘Adeguamento ed estendimento collettore emissario impianto di Dep. di Gioia del Colle’, approvato con fondi provenienti dal Fondo per lo Sviluppo e la Coesione 2007-2013 a Gioia del Colle. Gli studenti negli ultimi giorni si sono confrontati con ingegneri ed esperti di ambiente e territorio, hanno incontrato l’Ingegner Calderoni, responsabile dell’attuazione degli interventi programmati con Fondi europei della Regione Puglia che ha offerto loro una ampia disamina non solo sui fondi europei ma soprattutto sulla gestione dei fondi e sulle grandi opportunità di progresso, ricerca ed occupazione per la nostra Regione. La necessità di offrire agli studenti una comprensione più profonda del funzionamento della Amministrazione e quale attenzione e cura viene rivolta dai decisori politici alla analisi del contesto e dei bisogni del terARTICOLO GIOIANET CONSEGNA LETTERA-6ritorio hanno guidato le tutor, Prof.sse Lippolis e De Giorgi, nell’organizzare un incontro con l’Assessore De Mattia e l’Ingegner Lassandro per avere un confronto diretto sui temi oggetto di analisi del progetto ‘Adeguamento ed estendimento collettore emissario impianto di Dep. di Gioia del Colle’ ovvero l’emergenza odore nauseabondo nei pressi del depuratore cittadino, la tutela e la salvaguardia della zona ad interesse naturalistico che si va formando, l’importanza di una crescita del territorio che si armonizzi col contesto, la tutela dell’ambiente in generale.

Tutti gli incontri hanno offerto aperture su nuovi mondi  grazie all’alto profilo dei dirigenti incontrati ed alla disponibilità dimostrata verso il mondo della scuola ed hanno confermato, come ha sostenuto il Dirigente scolastico prof. Rocco Fazio, intervenuto all’incontro presso il Comune di Gioia, che la Alternanza Scuola lavoro mette alla prova gli studenti e li proietta in un mondo in cui l’esperienza, la capacità di osservazione, la possibilità di confrontarsi con modelli e ruoli nuovi consente l’acquisizione di quell’atteggiamento di flessibilità ed elasticità mentale fondamentali nel mondo pieno di sfide che li aspetta.

La giornata dell’OPEN DATA DAY promossa per il 4 marzo 2017, ha dato l’avvio ad un’intera settimana all’insegna della TRASPARENZA NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, attraverso la ARTICOLO GIOIANET CONSEGNA LETTERA-3pubblicazione degli OPEN DATA.

Sabato 4 marzo, in concomitanza con l’OPENDATA DAY INTERNATIONAL, gli studenti del gruppo di OPENCOESIONE “DEPURAZIONIAMOCI”, dell’Istituto d’istruzione secondaria “R.Canudo”, hanno partecipato a tale iniziativa, mostrando capacità di Data Vizualition, nella presentazione del loro progetto relativo all’infrastruttura del Depuratore gioiese.

I project manager, non si sono limitati a sottolineare le problematiche connesse al malfunzionamento del depuratore, ma si sono spinti fino all’individuazione delle possibilità di riutilizzo delle acque reflue, e soprattutto dall’iARTICOLO GIOIANET CONSEGNA LETTERA-5ndagine condotta sul territorio e dall’incontro di alcuni rappresentanti del settore lattiero-caseario, sono giunti a ipotizzare il notevole incremento economico e la ricaduta sull’occupabilità sostenibile, derivata dal riutilizzo del siero nella produzione di prodotti farmaceutici e cosmetici, nonché il possibile smaltimento del siero.

L’OPEN DATA DAY organizzato presso il Palazzo Comunale di Gioia del Colle ha previsto tavole rotonde, workshop e presentazione di start up da parte numerosi esperti degli Open Data provenienti dal mondo della scuola: Il Sottosegretario di Stato al Ministero della Pubblica istruzione, dott.ssa Angela D’Onghia e i docenti del Politecnico di Bari.

La formazione e gli stimoli provenienti dal contributo dei diversi astanti ha portato ad un obiettivo chiaro e indispensabile: la trasparenza amministrativa e la pubblicazione degli Open Data; poiché gli open data e il loro riutilizzo è necessario per lo sviluppo economico della cittadinanza, in quanto più si utilizza il dato più esso acquista valore economico, quindi esso costituisce una chiave di sviluppo per la società.

All'interno dell'amministrazione il sindaco Lucilla ha ricordato “Ci sono due tipi di persone: i sudditi e i cittadini, se abbiamo i cittadini abbiamo persone che chiedono resoconti riguardo il lavoro dell'amministrazione; quindi il cittadino ha l'obbligo di controllare ciò che avviene all'interno del suo paese spronato dalla volontà di cambiare il paese. Per quanto riguarda lo Stato, esso ha il compito di formare noi studenti per diventare cittadini consapevoli, invece il nostro compito è quello di allargare i nostri orizzonti”.

Di qui si è acceso il desiderio degli studenti di Depurazioniamoci di arrivare fino alle porte del Palazzo della Città MetropoliARTICOLO GIOIANET CONSEGNA LETTERA-4tana, per incontrare la Delegata alla Cultura della città Metropolitana di Bari, la dottoressa Francesca Pietroforte e l’ingegnere Piscitelli esperto in problematiche ambientali, ai quali hanno rivolto domande, chiarimenti e ribadito la richiesta di continuare questo percorso di sensibilizzazione verso le potenzialità del territorio gioiese legate al riutilizzo delle acque reflue, alla costruzione di un Parco naturale nella zona di Lama S.Giorgio e del riutilizzo del siero proveniente dall’attività produttiva dei numerosi caseifici presenti sul territorio.

La sintesi di questa volontà di cambiamento e innovazione si è tradotta nella consegna di una lettera da parte del gruppo degli studenti, alla dott.ssa Pietroforte e al sindaco della città metropolitana dott. Antonio De Caro affinchè “Gli amministratori della Città Metropolitana possano favorire la cultura degli OPENDATA rendendo trasparenti i dati relativi al sistema commerciale, amministrativo, culturale considerato che in molte nazioni i dati pubblici aperti stanno creando valore, vantaggi economici e sociali. E soprattutto perché le nuove combinazioni di dati possono creare nuova conoscenza e nuove intuizioni, che possono portare a campi di applicazione inimmaginabili”.

I liceali del Canudo  

Commenti  

 
#1 Ivana 2017-03-09 18:37
Complimenti questi ragazzi faranno la differenza certo! Ivana
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI