Mercoledì 22 Novembre 2017
   
Text Size

SANT’ANTONIO. LA TRADIZIONE DEI 13 “MARTEDÌ MAGGIORI”

sant'antonio da padova 2015

sant'antonio da padovaPartiranno il prossimo 14 marzo 2017 alle ore 17.00, presso la Chiesa di San Francesco, le celebrazioni in occasione dei “13 Martedì Maggioriin onore di Sant’Antonio da Padova. Quella dei Martedì è una delle più antiche pratiche di culto dedicate al Santo Taumaturgo. Questa devozione, legata al giorno dei funerali del Santo, avvenuti martedì 17 giugno del 1231, è nata nel 1617. In quell’anno, una pia e devota donna di Bologna, ricorrendo al patrocinio di Sant’Antonio, per una grazia che le stava particolarmente a cuore, ebbe, una notte, la visione del Santo, che le disse:Visita per nove martedì la mia immagine nella Chiesa di San Francesco, e sarai esaudita. La donna, convinta della sua potente intercessione e affidandosi a lui con fiducia, si recò, per nove martedì, presso la statua del Santo custodita nella Chiesa di San Francesco, come nel sogno le era stato ordinato. Ebbene, al termine dei nove martedì, la preghiera, il desiderio e l’ardore di quella donna fu esaudito, un bambino, dopo vent’anni di matrimonio, veniva a rallegrarle la casa e a portare la pace in famiglia. I martedì furono, dai devoti, portati al numero di 13 in ricordo del giorno della morte del Santo, I martedì vengono solennizzati in tutte le Chiese dove è venerato al Santo, sono scelti per la pia pratica devozionale i 13 martedì che precedono la ricorrenza del 13 giugno, in modo da essere un valido percorso di preparazione alla sua festività.

Il calendario indicato, riporta le date con l’orario delle celebrazioni.

Il cammino di che inizieremo il 14 marzo, grazie alle predicazioni dei Padri Monfortani, si intensificherà il 31 maggio con l’inizio della “Tredicina” e si concluderà il 13 giugno con la solenne concelebrazione alle ore 18.00 presieduta dal nostro Arcivescovo, Mons. Francesco Cacucci.

In occasione del 4° centenario di questa antica devozione (1617- 2017), la Confraternita ha ricollocato in chiesa la scultura lapidea di Sant’Antonio da Padova del 1500 di Paolo Catalano restaurata grazie al contributo dei “Lions Club” di Gioia del Colle”.

La Confraternita del Purgatorio

sant'antonio da padova

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI