Mercoledì 22 Novembre 2017
   
Text Size

CHE SPETTACOLO AL S. LUCIA CON LA SATIRA DEL BAGAGLINO-foto

bagaglino al santa lucia

bagaglino al santa lucia Il Bagaglino approda a Gioia grazie alle energie profuse da Luigi e Mario Scaramazza, che hanno fortemente voluto portare a Gioia nel Teatro Santa Lucia “Magnamose tutto!!!” un successo esilarante a firma di Pier Francesco Pingitore, presente sul palco nei saluti finali “ottantatre primavere da anarchico di destra e irregolare di professione”.

Uno spettacolo che ha regalato alla nostra martoriata nazione un sorriso… solo con la satira e l’ironia anche l’inaccettabile può esser “metabolizzato” e chissà… anche eliminato!

Il capocomico Martufello nelle vesti del veggente “burino” accanto a Mario Zamma, bravissimo imitatore, Demo Mura nei panni del premier Renzi, Enzo bagaglino al santa luciaPiscopo e la bambina prodigio, oggi giovane attrice Morgana Giovannetti  - perfetta nelle vesti di una Raggi “…donna senza grande energia, seppur in buona fede”, perennemente in trance - ed ancora Carlo Frisi… attori che si sono spesi con generosità per donare sorrisi ma anche spunti di riflessione al numerosissimo pubblico che ha assistito il 12 febbraio scorso al Teatro Santa Lucia allo spettacolo.

Al “dramma comico” segue nella seconda parte della serata “Donne che avete intelletto d’amore” - citazione dalla Vita Nova di Dante - con Valeria Marini e di Pamela Prati che tornano sul palcoscenico per dare volto e voce, oltre che musica e ballo, a grandi attrici del passato, tra cui le mitiche Wanda Osiris, Marilyn Monroe, la contessa di Castiglione, un’ipotetica Miss Italia, Cenerentola e Biancaneve... Con loro un corpo di ballo da brivido: Gaetano Messana, Sargis Galstyan, Federica Della Pelle, Shaila Di Giovanni e Federica Bastici che hanno danzato le cobagaglino al santa luciareografie di Evelin Hanack sulle musiche di Piero e Francesco Pintucci.

«È di più, è il nostro modus vivendi: dobbiamo magnarci tutto prima che arrivi qualcun altro a farlo al posto nostro», afferma Pier Luigi Pingitore che 51 anni fa ha fondato il Bagaglino e da allora ha scritto una nuova storia dell’Italia con la sua sagace ironia.

Non ha risparmiato nessuno: dal Papa a Grillo, dalla sindaca di Roma Raggi, a Di Maio e Di Battista, persino Trump. In scena vediamo Beppe Grillo che vuole azzannare i suoi Di Maio e Di Battista per indicare al popolo come salvarsi, il Papa in carica e quello immaginario della fiction “The Young Pope” ed ancora il Presidente Mattarella e la cancelliera Merkel oltre al neo presidente Usa Trump che litiga con la Clinton… ed altro ancora!

Abbiamo chiesbagaglino al santa luciato a Pier Luigi Pingitore il perché questo titolo.

«Rappresenta una sorta di rivolta epicurea in seguito alla notizia di un asteroide che sta per colpire la terra - nello spettacolo si chiama Matteostar, tanto per evitare equivoci - un invito a non chiudersi in casa, a non mettere i soldi nel materasso, spendere e godere per rimette in moto l’Italia».

Rispetto al passato è cambiato il clima. La prima Repubblica ha goduto, fino alla sua dissoluzione, dello sprint del miracolo economico. E’ pur vero che più che i politici sono cambiati gli italiani, oggi più tristi, meno coraggiosi e intraprendenti. La verità è che un popolo ha i politici che si merita.»

In riferimento a Grillo Pingitore non ha dubbi: «I veri comici sono i politici, fanno più ridere delle caricature. Certo, mi piacerebbe averlo sul palco al Bagaglino, sarebbe divertente vederlo alle prese con i miei testi. Grillo è un ottimo comico, soprattutto quando fa politica».

Al riguardo della sua creatura, del Bagaglino afferma: «di questi 51 anni resterà una cavalcata piena di facce e storie, risate, belle donne, torte in faccia. Talenti puri. Gabriella Ferri, sapeva esaltarsi come i grandi artisti. O Bombolo, che prima faceva il venditore ambulante. Lo vedemmo io e Castellacci in un’osteria: "Tre padelle mille lire! Che ce volete, pure un pollo?". E lo scritturammo subito».

Per Gioia una preziosa occasione anche dal punto di vista turistico… infatti le star hanno apprezzato la nostra città ed il calore del pubblico.

E l’ironia, come il buonumore, continua sabato 11 marzo con lo spettacolo “Una bugia tira l’altra”. Una esilarante commedia da non perdere. [Foto Angela Scaramazza]

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI