Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

ROCKERELLA APPLAUDITO INCONTRO RIEVOCATIVO MUSICALE

rockerella 2016

rockerella 2016 Tornano i riflettori sul documentario “Rockerella”, a puntarli sono le Associazioni “SIC! Progettazioni culturali” e “Circolo Arci Lebowski”, coadiuvate dal Comune di Gioia del Colle; il Teatro Rossini non ha potuto che essere il palco naturale per la storia della musica gioiese. Sabato 17 dicembre un nostalgico pubblico ha accolto, plaudente, l’esibizione live di Sandro Corsi, storica pietra miliare del “Fungo Cinese” e GianLuca Procino, figlio d’arte di Pippetto. Un duo di chitarre che ha saputo spaziare nell’universo del Rock&Blues: un tuffo nei colori e nelle immagini degli anni ’70, nei ricordi impastati ai suoni e miscelati dal timbro graffiato di Sandro. È impressionante cosa due sole chitarre riescano ad evocare: non solo sentimenti, luci, ma anche i sapori delle lotte politiche, della cultura di massa, dei movimenti giovanili di cui quegli anni ne sono diventati l’emblema.

A condurre la serata Vanni La Guardia, storico componente dei C.F.F., in rappresentanza del gruppo Rockerella, ovvero del primo censimento di musicisti effettuato a Gioia del Colle, tutt’ora in divenire. Ospite l’avvocato Lucio Romano per Palazzo Romano Eventi, per la sensibilità al mondo delle arti figurative e non; Romano, con il suo intervento, è stato capace di far vibrare le corde più sensibili dei presenti, richiamando la memoria di Valerio Tango, Pippetto Procino e la casetta, storica base del gruppo gioiese e punto di ritrovo per tanti musicisti e amanti della musica. La musica, come linguaggio, traghetta emozioni, essa è uno strumento, non il fine, e come tale deve essere curata: occorre saper fare musica.rockerella 2016

Ecco Rockerella: punto di raccordo tra il passato e l’anima della musica, impreziosito dai disegni di Valerio Pastore nella seconda edizione. Le voci e le storie del Rock gioiese in DVD, il tassello perduto del puzzle, ora al proprio posto. Al termine della proiezione gli interventi di Gualberto Giandomenico e Maria Cristina De Carlo per le Associazioni che hanno collaborato per la riuscita dell’evento e Paolo Cantore, Assessore alle Politiche Giovanili, al quale, a nome di tutta la cittadinanza, è stata regalata una copia del filmato.

L’intervento di Cantore ha sottolineato l’importanza dei Centri di Aggregazione e promozione dei talenti artistici, soprattutto in favore delle fasce giovanili: “Laboratorio urbano “Bandeàpart” è una realtà in cui la nostra Amministrazione crede molto, e che fortemente vorrà sostenere, rispetto anche alle imminenti scadenze del contratto di gestione”. La serata si è poi conclusa con l’esibizione rap di Ster Mist & Dioko, tre giovani artisti che ben rappresentano il fuoco vivo della musica gioiese, una cultura che ci appartiene e che è riuscita a solcare importanti palchi, come l’Ariston.

Al termine della serata il saluto del Sindaco Donato Lucilla, dell’Assessore alle Culture Anna Maria Longo e il ringraziamento di Vanni La Guardia a quanti hanno collaborato nel grande progetto di Rockerella, documentario della musica gioiese.

https://www.facebook.com/rockerellafest/videos/1197696616981419/

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI