Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

ORAZIO SVELTO. ORGOGLIO GIOIESE E DEGLI ITALIANI-foto

il laser con orazio svelto

Il pomeriggio di sabail laser con orazio sveltoto 29 ottobre il professore Orazio Svelto è stato ospite del liceo scientifico Canudo per presentare il suo libro “Il fascino sottile del laser”, facente parte di una collana, formata da 50 libretti, chiamata “Dialoghi Scienza”.

A presiedere l'incontro, oltre al professor Marco Giampetruzzi e Leonardo Marazia (presidente del Circolo Unione), c'era anche il sindaco Donato Lucilla.

Hanno preso parte all'incontro alunni delle tre scuole superiori di Gioia del Colle, professori delle scuole locali e la cittadinanza gioiese. Non ci sono state molte domande, forse perché grazie al Power Point presentato dal dottor Svelto leil laser con orazio svelto poche domande che ci eravamo posti, avevano già avuto risposta.
Il primo laser è stato messo in funzione il 16 maggio 1960 da
Theodore H. Maiman. Le prime applicazioni del laser ci sono state in ambito ottico, nelle lavorazioni dei materiali e in ambito medico. Attualmente, oltre all'ambito medico, ci sono nuovi settori che usufruiscono di tale scoperta: tecnologie dell'Informazione, settore manifatturiero, aerospaziale e scientifico.

Come ha fatto il Signor Svelto a conoscere così bene il laser?

“Grazie alla vincita della borsa di studio, il professor Svelto ha avuto due grandissime opportunità:
1) studiare due anni presso l'Università di Stanford;

2) praticare l'attività di riceil laser con orazio sveltorca con il prof. Schawlow il quale, nel 1981, vinse il premio Nobel per la fisica.

Quando tornò in Italia Orazio Svelto, insieme ai suoi collaboratori, realizzò il primo laser.

In onore dei 50 anni del laser, Barack Obama disse: “Il laser ha cambiato la maniera in cui viviamo”.

Il professor Svelto, invece, cosa pensa a riguardo?

“Il Laser rappresenta una delle invenzioni più importanti dello scorso secoloed è destinato ad avere un impatto ancora maggiore in questo Secolo”.

Un signore ha voluto concludere l'incontro ringraziando il professore e affermando che è grazie a persone come lui che possiamo ritenerci orgogliosi di essere italiani. [foto Mario Di Giuseppe]

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI