Domenica 18 Novembre 2018
   
Text Size

UN AMICO. UN DISCEPOLO. UN SACERDOTE. UN EROE. DON SAVINO!

Don Savino

Don Savino raccolta fondi per Amatrice“Io non c’ero quella sera del 18 settembre! Non potevo esserci per il semplice motivo che avrei pianto durante l’abbraccio che ci saremmo scambiato.

Non potevo esserci perché, con te, avrei pianto io il terrore del 6 maggio 1976 in Friuli e, con te, avrei pianto l’ignominioso disastro di Amatrice, luogo in cui, per giunta, riposa una suora mia amica d’infanzia.

Quel pomeriggio del 24 agosto - terribile -, quando ti telefonai, ti dissi che nessuno poteva credere più di me e della mia famiglia al disastro della notte infame che pose fine alle anime di tanti innocenti di Amatrice.

La storia parla di Padre Minozzi, parla di Padre Semeria. Parla e parlerà sempre di Don Savino D’Amelio!

L’uomo, il discepolo, il sacerdote del terremoto, l’amico di tutti, il sacerdote benvoluto da tutti, il discepolo vero, l’uomo del rinnovo (quanti!), l’uomo della ricostruzione di Amatrice.Ritrovata l'icona della Madonna

Purtroppo l’età avanzata non mi consente di volare da te per darti una mano come ho fatto altrove.

E, purtroppo, non oso prolungarmi, perché anche se in età avanzata sono ancora capace di commuovermi, di piangere a singhiozzi pensando a quei giorni del mese di maggio e settembre 1976 e a quella notte in cui Don Savino si rivelò anche un eroe!

Bravo Don Savino! Sei grande e immenso!

Che il Signore ti premi per ciò che hai fatto e ciò che fai.

Ciao caro amico mio e di tutta Gioia del Colle.

Ciao gran sacerdote e vero discepolo!”

Pasquale Lamanna

 

Commenti  

 
#1 obiettivo 2016-09-28 15:41
Pasquà! Avrei mica esagerato un pochetto? E fallo santo subito sto prete...
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI