Venerdì 16 Novembre 2018
   
Text Size

CAMBIO DELLA GUARDIA AL 36° STORMO DI GIOIA DEL COLLE

cambio comandante 36° Stormo

cambio comandante 36° Stormo Mercoledì 7 settembre si è tenuta, presso l’Aeroporto militare “Ramirez” di Gioia del Colle, la cerimonia di passaggio del testimone di comando dal Col. Pilota Andrea Fazi al Col. Pilota Bruno Levati.

Erano presenti autorità civili e militari della nostra città, tra cui il sindaco Donato Lucilla. Imponente lo schieramento dei militari in forza presso l’aeroporto, ufficiali, sottufficiali e graduati, tutti in grande uniforme. Con loro, disposti a corona di fronte e di lato al palco delle autorità: il picchetto armato, intorno alla bandiera di guerra, la fanfara ed i rappresentanti delle associazioni combattentistiche e d’armi gioiesi, con i loro gonfaloni. Erano presenti delegazioni dei Comuni di Gioia del Colle, Cassano delle Murge, Putignano, Santeramo in Colle e Noci.

Alle ore 10 ha avuto inizio l’afflusso degli invitati che, ancora una volta, hanno potuto apprezzare l’efficienza impeccabile della macchina organizzativa.cambio comandante 36° Stormo

Alle 10.30, con l’arrivo del Gen. S.A. Franco Girardi, sono iniziate le varie fasi dell’evento con onori militari e rassegna dello schieramento. La cerimonia è iniziata con la lettura dell’ordine del giorno, cui hanno fatto seguito il discorso del Col. Andrea Fazi, Comandante uscente e la sua rassegna dello schieramento, seguito dal Col. Bruno Levati, comandante subentrante.

E’ stata poi pronunciata la formula delle consegne, con passaggio della bandiera tra i Comandanti.

Dopo queste ritualità, il Col. Bruno Levati ha pronunciato il suo discorso, che, come quello del Comandante uscente, ha commosso tutti per il fervore di evidente attaccamento all’cambio comandante 36° StormoArma, ai valori della pace ed al servizio per la Patria. I momenti più importanti di tutta la cerimonia sono stati scanditi dall’Inno Nazionale che, insieme alle parole dei due Comandanti, è stato motivo di forte, ripetuta emozione. I vari discorsi hanno avuto un completamento in quello del Gen. S.A. Franco Girardi, comandante della Squadra Aerea, che ha salutato tutti gli intervenuti ed augurato ai due colonnelli una lunga carriera piena di successi e di soddisfazioni. Ha concluso affermando: “Viva l’Aeronautica Militare, viva l’Italia!”

Ancora una emozionante esibizione dell’Inno Nazionale e sfilata in uscita, di tutte le delegazioni.

I vari schieramenti si sono sciolti decretando il ritorno alla normalità, dopo un’ora abbondante di rigore e disciplina militare, che ancora molto ha da insegnare in un mondo che va sempre più verso il disordine ed il qualunquismo. A seguire, nella accogliente sala bar del Circolo ufficiali, il consueto brindisi augurale. I due Comandanti, su richiesta dei rappresentanti della stampa locale presenti, hanno risposto ad alcune domande.

Il comandante uscente, Col. Andrea Fazi, si è detto soddisfatto per il suo rapporto con la città e con la popolazione gioiese della quale ha apprezzato la vicinanza all’Arma ed alla base militare.

Ha dichiarato di essere contento anche di ritornare a Roma, sua terra d’origine, arricchito di esperienze militari ed umane. Ha aggiunto che resterà sempre legato alla nostra città dove sono maturate le sue più importanti esperienze umane e militari.

Il nuovo comandante, Col. Bruno Levati, originario di Mesagne, si è detto molto felice di ritornare a Gioia dove nel passato ha cambio comandante 36° Stormotrascorso 13 anni da pilota militare. Ha aggiunto di apprezzare questa base per operatività ed umanità, e di sentirla come una grande famiglia. Secondo il suo parere ciò è frutto di condivisione e di operatività, “…perciò - ha dichiarato - …saremo condannati a migliorare!”

A questo proposito, il nuovo Comandante chiede alla città, attraverso la stampa, di collaborare segnalando interessi ed esigenze. Di seguito il curriculum, le benemerenze e le onorificenze del Comandante Levati. Una cosa è certa: La nostra città può essere orgogliosa di aver avuto presso di sé il meglio dell’Aeronautica militare.

Sinceri auguri ad entrambi da tutta la redazione!

---------------------------------------

CURRICULUM VITAE DEL PIL. COL. BRUNO LEVATI

Bruno LevatiIl Pil. Colonnello Bruno Levati, nato a Mesagne il primo aprile del 1970, ha lasciato il comando del 212° Gruppo di Volo per approdare al 36° Stormo. Con al suo attivo circa 3.000 ore di volo su velivolo a reazione, entra in aeronautica Accademia Aeronautica il 27 agosto 1990 con il corso MARTE IV.

Consegue il Brevetto di Pilota Militare presso la scuola ENJJPT (Euro Nato Joint Jet Pilot Training) di Sheppard in Texas (Stati Uniti) il 4 agosto del 1995.

Presso la 61^ Brigata (Ora 61° Stormo) effettua il corso pre-Tornado propedeutico alla fase di conversione operativa effettuata in Inghilterra presso il TTTE (Trinational Tornado Training Establishement) di Cottesmore.

Nel marzo del 1996 è pilota della 381^ Squadriglia del 156° Gruppo CBOC (Caccia Bombardieri Ognitempo Convenzionali), proprio a Gioia, presso il 36° Stormo. Nel 1999 durante l’operazione Allied Force/Simun comanda la 381^ Squadriglia.

Presso il 36° Stormo nei 12 anni di permanenza ricopre i seguenti incarichi:

– Ufficiale UNITREP (Unit Representative) presso il CAOC (Combined Air Operations Center) della 5^ ATAF e presso l’ITALDEL (Italian Delegation) di Vicenza;
– Ufficiale Sicurezza Volo del 156° Gruppo Volo;
– Capo Sezione Piani e Operazioni;
– Capo Centro Operativo di Base;
– Capo Ufficio Operazioni;
– Capo Nucleo Tattiche Operative e Guerra Elettronica del 156° Gruppo;

Il primo luglio del 2008 torna al 61° Stormo in qualità di istruttore. Prima di diventare Comandante del 212° Gruppo SMI (Slow Mover Interceptor) ricopre l’incarico di Comandante del GEA (Gruppo Efficienza Aeromobili).

In oltre quindici anni di attività in qualità di pilota il Tenente Colonnello Levati ha volato su: SF 260AM, T 37A, T 38A, Tornado e ovviamente MB 339A e CDed ha partecipato ai seguenti corsi:

-231° Trinational Tornado Training Operational Convertion Course e 243° Advanced Course, presso la Royal Air Force Base di Cottesmore, in Inghilterra;

– Scuola di Guerra Aerea, modulo “A” e “B” e 65° Modulo Normale per Capitani e Corso Comando;
– Corso OJT simulatore di volo — Istruttore di Guerra Elettronica;
– 33° Corso Sicurezza Volo;
– 70° Corso Istruttori di Specialità;
– Corso Istruttori di Volo;
– Corso Istruttori Lead In Fighter Training
– 16° Corso Piloti Collaudatori di produzione;
– Tactical Leadership Programme Night-NVG-Flying Corse presso Moron della Frontiera, in Spagna;
– Corso Joint Combat Operations/Close Air Support presso Sembach Air Base, in Germania;
– Corso Istruttori Crew Resource Management MTT institute in Memphis-Tennesse, negli Stati Uniti;
– 12° Corso ISSMI e 11° Corso Interforze per Consigliere Giuridico nelle Forze Armate.

Numerose le seguenti onorificenze conferite:

– Medaglia Aeronautica d’Argento per Lunga Navigazione Aerea;
– Distintivo Bellico d’Argento - Specialità Caccia per aver partecipato alle operazioni “Allied Force” e “Deliberate Forge”;
– Croce commemorativa per la partecipazione alla missione di pace in Bosnia;
– Medaglia NATO per il Kosovo;
– Medaglia NATO per la ex Jugoslavia;
– Croce d’Argento per Anzianità di Servizio.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI