Venerdì 16 Novembre 2018
   
Text Size

1° RADUNO NAZIONALE “IN VESPA CON GIOIA” CHE FESTA!-foto

1° raduno nazionale vespa

1° raduno nazionale vespa Nella mattinata del 4 settembre Gioia è stata invasa da uno sciame di 800 vespa di ogni epoca e colore in occasione del 1° Raduno nazionale “in Vespa con Gioia”, organizzato in città dal Vespa Club gioiese capitanato da Antonella Milillo.

Il Club costituitosi nel 2015 porta a segno un’importante vittoria: aver convinto il Vespa Club Italia a portare nel sud, nella nostra cittadina, un così importante raduno nel 70° anniversario di nascita della mitica due ruote che tanti italiani ha fatto innamorare.

Il programma si è svolto senza intoppi, baciato dai raggi del sole che hanno reso ancor più brillante il giallo delle magliette indossate: raduno in piazza Plebiscito dalle 8.00 alle 12.00, con vespa di tutte le epoche, visita al Castello e nel centro storico, e alle 12 tutti in sella per le vie della città, pronti a salutare i cittadini a suon di vespanti ronzii e clacson, quindi degustazione di prodotti tipici presso la concessionaria Piaggio “Fiorente moto” e poi tappa alla Masseria Canale per ristoro e premiazioni.

I “Gialli di Gioia” spr1° raduno nazionale vespa Iizzavano entusiasmo e felicità, tra di loro Biba Vespuccia, al secolo Anna Marzia Soria. Suo il disegno sulla toppa realizzata per ricordare questo evento. La locandina è a firma di un altro vespista d.o.c. - Mario Pugliese -, mentre Lucia Zagalolo è l'autrice del disegno del club.

E’ stata una esperienza bellissima e coinvolgente. Ho partecipato a numerosi raduni organizzati dagli altri Vespa club d’Italia - ci confessa Anna Marzia - , ma ritrovarci tutti a Gioia mi ha regalato una emozione indescrivibile! Ho ritrovato tantissimi amici provenienti da tutta Italia. Le amicizie che nascono durante i raduni hanno in comune amore, passione per la vespa e tanta voglia di far festa insieme. Non c’è competizione con gli altri club, nessuna invidia… solo la vespa e quella sensazione di bellezza ed eleganza che l'accompagna. Siamo davvero un bel gruppo!”

“Da sempre sono uno spirito libe1° raduno nazionale vesparo e la Vespa la sento come un momento liberatorio, come una necessità per evadere dalla compulsione quotidiana... Il Vespa Club gioiese mi ha piacevolmente coinvolta e lasciata libera di esprimermi... Ho sentito forte l'emozione di questo primo raduno! Mi piace trasformarmi in super eroe e regalare allegria, ritrovare amici vespisti che ti corrono incontro e ti sollevano per farti volare (è bellissimo), amici che ti raccontano le loro vite, le loro vespe...e poi l’incontro con il vespista più anziano - 86enne di Locorotondo arrivato in Vespa - che mi concede una fotografia. Ed ancora un bimbo che simula di andare in vespa e mi ricorda l'infanzia, Un 74anne di Santo Spirito che mi racconta la sua tristezza perché i figli vogliono impedirgli, data l'età, di guidare la Vespa e spostarsi...”.

1° raduno nazionale vespa I

“E poi la gente che gioiosa osserva va in giro assaporando attimi di spensieratezza... ed ancora la felicità di far conoscere il mio marchio a persone di Gioia e non che entusiasti si complimentavano... Mi son sentita leggera, di quella leggerezza che ti sospende l'anima dalle brutture, dalle tristezze della vita. Mi ha fermato anche un poliziotto in moto dicendomi: “Per favore signora Vespa, possiamo fare una foto io con la mia moto e lei con la sua vespa da far vedere a tutti i miei colleghi?” Trattengo nel cuore anche questa immagine. Cerco di trattenere le immagini belle perché divengano poesia, battiti nuovi. Questa è la magia della Vespa. lo stare insieme per il piacere di una passione. Quando indosso le ali (ops, pardon) quando indosso il vestito allegro lo sentono anche i bambini che sto trasformandomi in un super eroe e mi chiedono una foto ed io sorrido con il cuore perché so di regalare attimi di spensierata lucida follia.” [foto Mario di Giuseppe]

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI