Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

GLI OFF-SHORE ANCORA DA TUTTO ESAURITO AL UEFFILO

off shore

off shore Dopo aver viaggiato per la Puglia, da Mottola a Castellana e Sannicandro, gli Off Shore ritornano a Gioia, con una serata di musica al Ueffilo venerdì 26 agosto alle 21.30 registrando il tutto esaurito. Piccola band di giovani gioiesi, gli Off Shore nascono solo un anno fa, ma le loro capacità e la loro musica hanno già contagiato più luoghi d’Italia. Quattro classi '96 e un solo '92, il gruppo musicale è composto da Emanuela Montenegro alla voce, Gianluca Procino alla chitarra elettrica, Dodo Lillo alla batteria, Jacopo Antonicelli al sax, al piano e seconda voce, Gaetano Zeverino al basso. Così come suggerito dal nome, si sentono spiritualmente e musicalmente “al largo" e spaziano in un repertorio decisamente vasto che si dirama nel soul, nel blues, nel funky e soprattutto, si specializza nel creare inediti.

La serata inizia con "Fever" di Michael Bublè, dedicata al chitarrista Gianluca, raffreddatissimo ma che, nonostante tutto, ha messo a disposizione la sua chitarra per il suo pubblico. Seguono brani su brani tra cui "Black to Black" di Amy Winehouse, "I'd rather go blind" di Etta James, "Nu me scocoff shorecià" di Pino Daniele. Centrali "Crazy" di Gnarls Barkley, la quale nasce come un duo chitarra-voce, ma che il gruppo ha meravigliosamente arrangiato, creando una canzone che ha lasciato senza parole il pubblico, e “Rome wasn’t built in a day”di Morcheeba, che si traduce con “Roma non è stata costruita in un giorno”, “… un invito a fare con molta calma, nello stesso modo in cui noi prepariamo i nostri concerti", come ironizza Jacopo.

Ultima ma più importante, la loro "Fucking Layer", appena registrata presso una casa discografica, che ricorda vagamente la famosissima "Lemon Tree" dei Fool’s Garden.

Insomma, influenzati da James Brown, Nina Simone, Ella Fitzgerald, Amy Winehouse, Paolo Nutini ed Eric Clapton, oggi gli Off Shore riescono quasi a superare le loro Muse. Piccoli grandi talenti a cui auguriamo di continuare sulla strada del successo, senza tralasciare la loro umiltà che particolarmente li rende unici. Tra un applauso, un sorriso e aria familiare (basti pensare che il pubblico richiedeva scherzosamente un bis a base di Rose Rosse!!), un simpaticissimo "Ciao ciao" e un abbraccio caloroso musicale, la serata si conclude suscitando un'armonia che solo la passione per la musica può trasmettere.

Commenti  

 
#9 Per gianni 2016-09-01 17:09
Gianni, ribadisco il concetto ! Se pagano, ci sono (rileggi con attenzione!)" SENZA COLORANTI" Non sono su nessun piedistallo ! Anzi!ho fatto tantissime serate gratis perché credevo in quella cosa, perché non vi era scopo di lucro! Permettimi se qualcuno ci deve guadagnare...la storia cambia! Se fai il cameriere ,chiedi dei soldi ? Giusto ?! Se fai un qualsiasi lavoro, chiedi una retribuzione..giusto ?!?! Idem! Lavoro ,quindi scusa se ,chiedo dei soldi !purtroppo devo vivere anch'io! Se questo vuol dire stare su di un piedistallo...cosa dire ?! Ok ! Sto su un piedistallo !!!! Va be ! Buona serata a tutti !
 
 
#8 senza coloranti 2016-09-01 15:26
VUOI mettere i Terrarossa gruppo pieno di serate in tutta la puglia.Chiedi quanto chiedono? stanno girando alla modica cifra di 2.000 2.500 euro.Deborah scendi dal piedestallo.
 
 
#7 gianni 2016-09-01 15:11
un po dolce un po salato gelato al cioccolato.ti contraddici,prima dici che vai fuori gioia x le serate,perchè a gioia non pagano bene,poi vai a suonare al marabù a gioia.più di 50 euro a testa non li da nessuno.come dice bennato..sono so lo canzo nette.poi io sono un estimatore di sandro gianni e mario....
 
 
#6 pulcinella 2016-09-01 13:13
Mi sembra che Ueffilo sia nel mirino di qualcuno, che non perde occasione per criticare. La realtà è che da quando ha riaperto ha offerto serate di buona musica, incontri con intellettuali apprezzati anche fuori dal paesello, una gastronomia di pregio e qualità. Un vantaggio per Gioia. Oppure dobbiamo restare ai pupi e i panzerotti con le solite "primedonne" locali?
 
 
#5 Per gianni 2016-09-01 08:42
Caro "Gianni" o chi tu sia! Sono Deborah dei Cleverness . Mi spiace per te ma non siamo spariti ! Anzi ! Forse non senti più parlare di noi a Gioia, perché suoniamo fuori...perché seleziono le serate dove suonare,proprio perché, non suoniamo per "la gloria degli altri"..qui a Gioia, ci contattano di continuo ma ....indovina un po' ?! per scelta abbiamo evitato, determinate manifestazioni ,proprio perché gratis!ultima tra tutte una manifestazione, che si è appena svolta nel centro storico.purtroppo suonare a Gioia è questo. Fuori queste storie non ci sono ! E poi mio caro ,il concetto che hai di successo ,andrebbe rivisto! A Gioia, suoniamo dove ci pagano , domenica 4 Settembre, saremo al Marabù....fatti vedere, così vedrai se siamo spariti o altro! Forza off shore! Non ho ancora avuto il piacere di ascoltarvi dal vivo , ma alla prima occasione ci sarò!ogni esperienza crea il musicista ! Non ascoltate certe futili commenti e andate avanti!
 
 
#4 gianni 2016-08-31 14:55
chi si accontenta gode ? beati voi.
 
 
#3 Antonella 2016-08-31 14:04
Beh, si chiama gavetta e il successo passa anche di qui. Se esibirsi per quattro soldi da visibilità, perché non provarci, se il piacere di stare insieme di questi ragazzi si esprime attraverso la musica, perché non farlo, se pizza e birra a 20€ non ha fatto desistere molti (tutto esaurito) da ascoltare questi ragazzi, perché non dare fiducia. Il Ueffilo è tanto fucina di giovani talenti e quanto 'covo' di artisti affermati. Ad averne tanti di spazi come questo.
 
 
#2 meglio tardi che mai 2016-08-31 11:36
Gianni sempre a criticare stai? Non sei tu quello che faceva la predica ad un tale che si chiama Jupiter? E mo perche' non te ne vai tu da questo paese? Parli pure con le frasi scritte dagli altri...
 
 
#1 gianni 2016-08-30 22:07
ragazzini in cerca di successo.loro suonano e cantano x 4 soldi.chi ci guadagna sono i gestori,ragazzi dai venite,pizza e birra e 20 euro a testa.vi ricordate i Claverness spariti,suonano cantano,e arrivano a 50 annisenza successo.meditate gente meditate.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI