Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

ATTORI GIOIESI AL TEATRO EGÒ IN “PER COLPA DI CHI?”

cast de per colpa di chi?

teatro egò logo “Dare la colpa ad altri è un piccolo e pulito meccanismo che puoi usare ogni volta che non vuoi prenderti la responsabilità per qualcosa nella tua vita. Usalo ed eviterai tutti i rischi e impedirai a te stesso di crescere.”[Wayne Dyer]

Ci saranno due gioiesi - Giuseppe Procino e Rossella Notarnicola - in scena il 26 Agosto presso la Tenuta Battista di Cassano delle Murge nello spettacolo “Per colpa di chi?” della compagnia teatrale Teatro Egò, alle ore 20.30, con Enza Molinari e Marianna Maiullari di Santeramo.

Enza, presidente dell’associazione, è tra le fondatrici della compagnia assieme a Giorgio Poggioli, Gianluca Masiello e Annarita Lorusso. Ha frequentato vari corsi di teatro e di cinema, tra i più importanti: “l’Accademia del Cinema” a Bari, percorso intenso durato tre anni; il seminario di MariclaBoggio, sul metodo Orazio Costa e svariati stage e workshop. Nel 2010 è nominata vicepresidente della compagnia “La Fabbrica del Teatro”. Negli anni partecipa a diversi spettacoli in tour, tra i tanti “Cinque”, “Il Suicida”, “I cadaveri si spediscono e le donne si spogliano”, “Volti di donna”, “Il re leone”, “La signorina Papillon”, “Una moglie nervosa” e “Vite frammentate”, per citarne alcuni.

Enza analizza attraverso i suoi spettacoli la società che ci circonda con i suoi meccanismi, le sue nevrosi e i suoi cambiamenti repentini. Autrice del copione “Per colpa di chi?”, ha scritto il testo ispirandosi ai racconti di Stefano Benni (autore amato da Enza che portò in scena già nella manifestazione Rumorosamente a Santeramo qualche anno fa e nel penultimo spettacolo “Monster Claus”).

Ringraziamo Enza Molinari per averci concesso l’intervista di seguito riportata.

_____________

RacconEnza Molinaritaci come nasce l’idea di questo spettacolo?

Gli artisti sono strani …“non c’è che dire, non c’è mai un perché o un per come”. Una sera di maggio, fui presa d’assalto da mille idee che dovevo riportare su di un foglio. Mi è bastata una notte, un pc, e avevo scritto un copione. Un copione alquanto singolare, che si affaccia per alcuni versi al teatro sperimentale. Alcuni racconti sono tratti liberamente dai testi di Stefano Benni, altri sono miei.Tema centrale è l’estate in un villaggio vacanze: la brezza marina, la gente che chiacchiera, le onde, il vento, gli schiamazzi, la tintarella…e il ricordo interminabile dell’estate. Eh sì…perché la stagione estiva segna l’inizio di un lungo periodo di spensieratezza e felicità. Il mare, le canzoni estive, le giornate che si allungano e le serate all’insegna dell’allegria, sono solamente alcuni degli aspetti più piacevoli della bella stagione. Le vacanze estive sono l’occasione per rilassarsi, e allontanarsi dalla routine quotidiana. I momenti di relax sotto l’ombrellone consentono di recuperare le forze, dopo un lungo anno di lavoro e studio. L’opera è intitolata “Per colpa di chi?”… esilarante e divertente, dove ogni nota vi farà battere il cuore forte, forte… una pungente satira nei riguardi di una mentalità atemporale e a-spaziale, che non risparmia neanche la contemporaneità. Il tutto è accompagnato, da interpretazioni corporee, rumori di scena e musiche che ben si addicono alla pièce teatrale. Il genere potremmo definirlo cabarettistico. Bella gente. Quattro attori…e un bell’esperimento! Dallo spettacolo è nato un trailer, diretto e ideato dal nostro video maker Gianluca Masiello. Il filmato travolgente e unico nel suo genere, lo potete vedere a questo link: https://www.youtube.com/watch?v=5seCge4mj28…un trailer rumoroso, che lascia il segno. Per trovare le date, perché ce ne saranno altre, non è stato facile. Il personale dell’agriturismo Tenuta Battista è stato disponibilissimo. Magari fossero tutti così. Lo spettacolo sarà presentato in un posto magnifico, un anfiteatro romano tra le murge, che trasmette tanta suggestione per la sua bellezza.

Come ti sei trovata a collaborare con questo gruppo?

Ho lavorato benissimo! C’è davvero un gran feeling tra noi. Voi vi chiederete, come mai due attori sono di Gioia del Colle? Conoscevo Giuseppe Procino, perché un po’ di anni addietro abbiamo collaborato insieme con la Compagnia Teatralmente Gioia di Gioia del Colle appunto. Non lo sentivo da un po’. Davvero strano è che mentre scrivevo lo spetper colpa di chi?tacolo, mi è venuto in mente proprio lui…vi stupirà! Poi avevo bisogno di due attrici. Rossella Notarnicola, anche lei di Gioia, me l’ha presentata Giuseppe. Devo dire “una bella sorpresa”…inaspettata! E’ davvero molto brava! Con Marianna, vicepresidente della compagnia Teatro Egò, vanto collaborazioni da sempre. E’ come se ci conoscessimo da una vita. Anche lei non mente, in fatto di bravura… avrete modo di scoprirlo in scena!

Quali altri progetti hai in cantiere?

Sicuramente ne ho tanti…troppi. Quello che posso anticipare è che la compagnia debutterà ben presto con un nuovo spettacolo…oltre questo ovviamente!

Ormai con internet, o youtube nello specifico, l'arte assume altra forma, la rete aiuta a farsi conoscere o ci si perde nella massa virtuale?

L’arte di vendere se stessi. Ecco cos’è youtube. Oggi tutto è comunicazione. Bisogna stare al passo con i tempi e creare delle immagini o dei video ad altissimi contenuti visivi, per farsi conoscere…la rete è un ambiente in costante evoluzione. La società dello spettacolo rappresenta lo scenario principale dell'educazione contemporanea, che è caratterizzata dalla frammentazione e dalla molteplicità all'interno di specifici tendenze culturali. Televisione, radio, film, musica, internet e carta stampata sono diventati strumenti estremamente potenti in grado non solo di plasmare e influenzare il nostro modo di vivere, ma anche la formazione e l'educazione nelle scuole e nelle università. In questa società dello spettacolo, i media sono a tutti gli effetti rivali e sembrano sopraffare la scuola come fonte di informazione e conoscenza. Per cui youtube, in questo contesto ha un ruolo fondamentale.

Cosa è cambiato del teatro in questi ultimi tempi?

Il teatro da sempre considerata una delle arti principali dell’epoca moderna, oggi è stato rivalutato. La gente non ama più andare a teatro. Alcuni non ci sono mai andati in tutta la loro vita. Il teatro oggi, se vuoi farlo devi portarlo per le strade, nei centri urbani… dove c’è gente. Per noi artisti non è cambiato nulla…in fondo continuiamo ad abbattere muri, a parlare alla gente, a prenderci le porte in faccia… noi raccontiamo le nostre storie, di vita e natura, di uomini e animali.

Per prenotare i posti è possibile contattare la compagnia Teatro Egòsu facebook, o rivolgersi alle librerieLibriamo” di Santeramo in Colle in piazza di Vagno e la “Librellula” di Gioia del Colle in via Ricciotto Canudo.

https://www.facebook.com/TeleSanteramo/videos/1763314123883010/

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI