Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

“VESSILLI AD ARTE” PROGETTO DI GRANDE INTERESSE CULTURALE-foto

vessilli ad arte nel centro storico

vessilli ad arte nel centro storico Come tante contrade di un paese in festa in cui ognuna orgogliosamente esibisce il suo simbolo, così Gioia ha fatto dono ai suoi cittadini di una parata di vessilli sparsi per tutto il centro storico. I gioiesi hanno potuto ammirare, alzando il naso all'insù, i lavori che i 35 artisti, in base alle loro caratteristiche ed ai loro stili pittorici, hanno realizzato per l'evento promosso da "Artensione ".

Per tutti quelli che gironzolavano per le vie del centro storico chiedendosi cosa fossero quei festoni sospesi tra una facciata e l'altra degli edifici, ecco svelato il mistero: “una mostra diffusa, colorata e innovativa, per le vie storiche della città che affianca, valorizza e integra il progetto già realizzato de ‘Le Porte dell’Imperatore’”. La mostra dal titolo “Vessilli ad Arte” inaugurata il 31 Luglio, si protrarrà sino al 15 Ottobre ed è stata promossa e organizzata dall’Associazione artistico culturale “Artensione”, in collaborazione con il comune di Gioia del Colle, gli artisti del territorio, privati, esercenti ed associazioni, azienda SPES spa di Gioia del Collevessilli ad arte nel centro storico.

Una maniera per valorizzare ancora di più la parte storica della città, un'occasione per ammirare un ornamento architettonico a cui non si è mai prestato attenzione, una strada caratteristica, una fontana, un “pisulo” o più semplicemente un tetto sotto la cui grondaia ha nidificato una rondine o ancora un cortile ricco di fiori e piante profumati.

Un tour non solo per "forestieri" che, dando come punto di partenza via Carlo III di Borbone, scorre lungo via Michele Petrera, passa per via Piottola lì dove si affaccia il suggestivo arco di Costantinopoli su cui si abbarbica una meravigliosa vite canadese o svoltando in via Spada, ci fa ammirare l'arco di via Serpente, fresco di ristrutturazione grazie alle amorevoli cure di un residente del luogo, e poi ancora via Barba, via Jovia con il suo angolo nascosto che ci catapulta lontano nel tempo, e tutte le altre stradine del borgo sino a giungere a quelle vie che non erano state inglobate nel precedente progetto “Le Porte dell'Imperatore” come via Mastandrea, via Stefano vessilli ad arte nel centro storicoda Putignano o via Arciprete Gatta.

Un progetto dall’indiscusso interesse culturale che permette anche di fare una bella ripassata alla toponomastica. L'inaugurazione avvenuta in via Carlo III di Borbone, si è avvalsa della proiezione della mappa della città in cui sono ubicati tutti i vessilli che si potranno anche scoprire attraverso Google Maps, come è stato ribadito dal sindaco Donato Lucilla, il quale ha sottolineato che l'Amministrazione aveva bisogno di individuare iniziative caratterizzanti e questa è una di quelle.

Assieme al primo cittadino anche il vicesindaco Enzo Cuscito che ha accolto i presenti elogiando l'iniziativa e tutti i promotori, l'assessore all'Urbanistica Daniela De Mattia che ha ricordato le norme che regolano la conservazione e ristrutturazione degli edifici del centro storico con progetti per la riqualificazione e viabilità stradale e l’Assessore alle Culture Anna Maria Longo che ha rimarcato il valore culturale dell'iniziativa a cui l'Amministrazione Comunale ha subito risposto favorevolmente.

Mario Pugliese presidente di “Artensione” e promotore di questa mostra a cielo aperto, con la sua sensibilità artistica ha dato corpo a questo progetto che sognava di realizzare da tempo con altri colleghi artisti. Con “Frammenti dell'Imperatore” ha dato appuntamento all'11 Agosto, data in cui vari artisti dipingeranno formelle in tavola da apporre su alcune porte del centro storico dando continuità al vecchio progetto spingendo la realizzazione dei lavori fino alla Chiesa Madre e Piazza Livia.

Un ringraziamento va sicuramente a tutti gli artisti che hanno offerto il loro prezioso contributo: Giuseppe Van Westerhout, Deborah Angelillo, Michele Angelillo, Ettore Basciano, Fabio Catucci, Pompeo Colacicco, Umberto Colapinto, Giuseppe Covella, Annalaura Cuscito, Antonio d'Aprile, Claudio de Leo, Stefania di Gioia, Gino Donvito, Mariangela Farella, Michele Ferrovecchio, Pino Ferrovecchio, Concetta Forte, Vito Antonio Fosco, Laura Galante, Andrea Gatti, Sergio Gatti, Antonella Lozito, Mario Lozito, Antonio Milano, Mimmo Milano, Mariella Minore, Noire, Francesca Pastore,Valerio Pastore, Carmine Pavone, Francesca Quatraro, Maria Teresa Romavessilli ad arte nel centro storicono, Francesco Sannicandro, Lidia Stasi, Mario Verrastro.

Anche alle aziende ed Associazioni che hanno contribuito economicamente: We Markers, Ciacco B&B, Cavour B&B, Casanine’ B&B, Jsuite B&B, Al Borgo B&B, Il Grifone B&B, Spaziounotre, Gioia Running Corri Con Gioia, Pierre Animazione, Pleroo Design, Studio Mariangela Farella, Jewels, Laterza Calzature, Tenerezza, Pasquale Petrera Imp. Elettrici, Panificio Fiore, Osteria del Borgo Antico, Caffetteria degli Angeli, Frisce e Mange Street Food, La Vecchia Vallata, Grand Cru' Pasticceria, Panta Rei, Lions Club Gioia del Colle.

Concediamoci una passeggiata nel centro storico, uno dei più grandi della zona, lì dove i segni del tempo si raccontano da soli, e tra un vessillo e l’altro soffermarci ad ammirare le scanalature della pietra di una facciata di un edificio antico, le chianche irregolari, fregi, maschere e le abitazioni caratteristiche celate dagli archi storici. [foto Fabio Guliersi]

Commenti  

 
#2 Il vecchio 2016-08-09 17:46
Esempio di stampa bulgara . Si osannano manifestazioni che si sono sempre fatte ed ora si scende dalle nuvole. Attendo da parte di Cuscito e Lucilla risposte sulla gara della mensa scolastica che anche se di gestione commissariale è molto anomala.
 
 
#1 LINGUAGLOSSA 2016-08-09 15:56
Un ottimo esempio di come si realizzano le manifestazioni culturali: in sinergia massima tra le associazioni, il Comune e i finanziamenti ottenuti dagli sponsor! Dovrà essere questa la strada maestra per i prossimi eventi che si vorranno organizzare !
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI