Domenica 18 Novembre 2018
   
Text Size

“LICENZIATI” CON 100 E 100 E LODE DI GIOIA E DINTORNI-foto

100 centesimi quadri scuole

100 centesimi quadri scuoleStudio “matto e disperato”, un pizzico di fortuna, tanto impegno, questi gli elementi che solitamente consentono agli studenti di conseguire il più ambito dei risultati: il 100.

Ed anche in questo anno scolastico le eccellenze non sono mancate! Se ne annoverano ben dieci presso il Virgilio, dodici nel “Canudo” e sette nel “Galileo Galilei”. Per dovere di “appartenenza”, ricordiamo i sei 100 e i 100 e lode del “Don Milani” e presso l’IISS “Rosa Luxemburg” di Acquaviva presso cui sono iscritti numerosi gioiesi.

A tutti loro l’augurio di poter realizzare i propri sogni senza dover per tutta la vita competere per dimostrarsi migliori, ma di essere se stessi e sempre in ogni contesto.

LE ECCELLENZE DEL LICEO CLASSICO “P. V. MARONE”

Gli studenti che hanno cRossella Antonaccionquistato 100/100 al liceo classico “Publio Virgilio Marone” sono: Antonacci Rossella, D’Aprile Luisa, Lippolis Vito Alberto, Nettis Fabio, Romano Rosarianna di V A, Cervellera Francesco, Imperio Giovanni, Lagravinese Aurora di V B e Nettis Emanuele e Giovanna Cardinale di V C.. Fra questi, Nettis Fabio, Nettis Emanuele, D’Aprile, Imperio, Cervellera e Antonacci hanno conseguito anche la Lode. Alle domande “Quali progetti hai per il futuro e cosa porterai sempre con te di questi cinque anni?”, i neo maturati ci rispondono nel seguente modo.

Antonacci Rossella: “Per quanto riguarda i progetti futuri, studierò economia all'università di Trento. Ho già superato i test che sono stati fatti ad aprile, grazie anche alla formazione classica, maturata dopo questi cinque anni! Sicuramente, di questo percorso, porterò sempre con me gli insegnamenti dei professori, soprattutto quelli che non si limitano alle nozioni prettamente scolastiche, i volti dei miei compagni, ognuno speciale a modo suo, la continua sete di conoscenza che cresceva in me giorno dopo giorno. È stato un percorso che mi ha fatta maturare molto, sotto vari aspetti, e sono sempre più soddisfatta della scelta cheVito Alberto Lippolis ho fatto cinque anni fa.”

D’Aprile Luisa: “Per quanto riguarda il mio futuro, ho intenzione di iscrivermi alla facoltà di psicologia; inoltre, continuerò a lavorare nell'ambito della recitazione (con l’”Associazione Culturale Ombre” qui a Gioia) e del doppiaggio. Infatti in questi mesi sto prestando la mia voce per la realizzazione di audiolibri scolastici in collaborazione con la Lord Byron di Bari. Di questi cinque anni porterò con me la determinazione, la creatività e lo spirito di gruppo tipici degli alunni del mio liceo, i preziosi insegnamenti con cui i miei professori mi hanno sempre accompagnato e infine la disponibilità e la cordialità di tutti i collaboratori scolastici.”

Lippolis Vito Alberto: “Sto mettendo a posto i miei ultimi cinque anni e mi sto rendendo conto di quanto devo a chi per primo ha creduto in me, quando neanche io ci avrei mai creduto. Mi riferisco a docenti speciali che ho incontrato in questo percorso… che hanno riposto grande fiducia nelle mie capacità e mi hanno sempre incoraggiato. Giorni fa cercavo in internet la trama di un libro che avevo letto e, solo dopo aver trovato una recensione su GioiaNet, mi sono reso conto che l'avevo scritta io stesso. Non potete immaginare quante strade mi avete aperto e non smetterò mai di dirvi grazie. Adesso sono già tornato sui libri per prepararmi all'esRosarianna Romanoame di accesso alla “Normale” di Pisa a settembre ed iscrivermi alla classe di Lettere… Speriamo bene!”

Cervellera Francesco: “A settembre proverò i test di ammissione per medicina. Questi anni del liceo mi hanno accompagnato nella crescita e soprattutto nella scoperta del mondo. Coltiverò anche in futuro la passione per i classici della letteratura latina e greca, il cui insegnamento custodisco come un bene di massimo valore.”

Romano Rosarianna: “Il mio sogno è scrivere, vorrei frequentare una facoltà che concili la scrittura e la mia passione per l'arte. Credo sceglierò la Facoltà di Lettere per poi inserirmi nel campo del giornalismo. Di questi cinque anni porterò con me la mia classe e l'unione che ci caratterizzava. Avrò un ricordo positivo della mia scuola e dei miei docenti, per essere andati oltre l'insegnamento stampato sui libri, per averci trasmesso passione e impegno.”

Imperio Giovanni: “Certamente porterò questi cinque anni sempre con me. Sono stati anni densi di avventure eAurora Lagravinesed emozioni, pieni di lavoro e sacrifici, ma anche di tante gioie e soddisfazioni. Porterò con me la grinta e la forza di volontà che ho maturato ancora di più nel corso di questo importante periodo, cercando di migliorare sempre di più. Anche se intraprenderò una strada diversa da quelle che sono le materie peculiari della mia scuola, gli studi fatti e le radici classiche saranno sempre una parte di me. Per il futuro spero di proseguire in ambito economico-commerciale per poi riuscire ad affermarmi nel mondo del lavoro con la stessa passione e determinazione con cui ho vissuto questi anni.”

“Questa scuola - dichiara Aurora Lagravinese - resterà nel mio ricordo come una palestra di vita. Un luogo dove apprendere certo, ma anche dove lottare per affermarsi, dove inseguire con determinazione le proprie aspirazioni. Ora intendo iscrivermi alla facoltà di giurisprudenza e parallelamente portare a termine il mio percorso musicale in conservatorio.”

Infine, Nettis Emanuele ci anticipa di aver intenzione di iscriversi alla facoltà di ingegneria.Fabio Losavio

LE ECCELLENZE DEL LICEO SCIENTIFICO “R. CANUDO”

Record di eccellenze nel “Canudo”! Hanno conseguito la maturità con 100 e lode: Fazio Paola (V D), Luca Cristantielli e Filippo Antonia (V B), premiati con 100 Girardi Antonella, Lassandro Michelangelo e Duraccio Isabella (V B), Losavio Fabio e Longhi Elisabetta (V A), Laterza Marica (V E),Ungaro Simone e Jannotta Andrea (V D), Molinari Antonello (V C).

Losavio Fabio, non ha dubbi: “Ho intenzione di iscrivermi all’università. Ho già superato il test d’ingresso del Politecnico di Milano e voglio frequentare la facoltà di “Ingegneria informatica” in modo da trasformare una mia passione nel mio futuro lavoro. Di questi cinque anni porterò con me il ricordo di tutti i momenti indimenticabili trascorsi con i miei compagni e tutto quello che i miei professori, che ci tengo a ringraziare, mi hanno insegnato e trasmesso. Se oggi sono così di certo è anche un po’ merito loro.”

Longhi Elisabetta frequenterà il corso di “Economia e gestione aziendale” presso l'Università Cattolica del SacroIsabella Duraccio Cuore di Milano. “Di questi anni - confessa - porterò sempre con me quelle occhiate d'intesa tra i banchi di scuola con i miei compagni di classe che valevano più di mille parole.”

Per Laterza Marica “…sono stati cinque anni di sacrifici e studio matto e disperato, ma la conclusione positiva di questo mio percorso mi dà la carica giusta per iniziare la nuova e importante esperienza che mi attende. Mi iscriverò ad Economia e Commercio.”

Ungaro Simone ha le idee chiare: “Il mio progetto futuro è l'ammissione alla facoltà di “Medicina e chirurgia” unito al sogno di diventare un Chirurgo. Di questi cinque anni porterò il ricordo di una vera e propria seconda famiglia che mi ha accompagnato e sostenuto per tutto il corso del liceo.”

Luca Cristantielli, infine, ci anticipa che a settembre partirà per Milano, studierà “Management” alla Bocconi.

Isabella Duraccio:“Come ho scritto nella mia tesina, presentata all'esame orale, il mio sogno è quello di diventare magistrato, per contribuire alla realizzazione della "Giustizia", intesa come virtù sociale ed etica e come insieme di regole giuridiche. Dei cinque anni di liceo porterò sempre con me gli insegnamenti non solo delle singole materie di studio, ma anche di vita, i sorrisi e gli incoraggiamenti di alcuni docenti che hanno sempre creduto nelle mie potenzialità e capacità.”Michelangelo Lassandro

Paola Fazio:“Ho passato i test di ingegneria, perciò a settembre mi trasferirò a Pisa per studiare “Ingegneria biomedica”. Questo mi permetterà sicuramente di diventare del tutto indipendente e matura, dovendo vivere lontano dai miei famigliari ed amici. Di questi cinque anni mi rimarranno sicuramente le numerose occasioni che la scuola mi ha dato, primi fra tutti i progetti Comenius (grazie ai quali ho vissuto per una settimana in Repubblica Ceca e quasi un mese in Turchia) e il progetto col quale ottenere una certificazione di lingua inglese a Dublino, a seguito di tre settimane di frequentazione di una scuola della stessa città.”

Andrea Iannotta:“Quella del “Canudo” è stata un' esperienza molto positiva, che mi ha arricchito culturalmente e personalmente. Ho intenzione di intraprendere un corso di studi nell'ambito dell'IngegneMassimiliano Campagnaria, in particolare quella aerospaziale.”

Michelangelo Lassandro:“Di questi cinque anni con me porterò il cammino che la nostra classe ha compiuto , un cammino di maturazione di gruppo che ci ha fatto vivere momenti di scontro e contrasto , ma che alla fine si è chiuso con la formazione di un bellissimo gruppo a cui dedico il meglio per il futuro. I miei progetti per il futuro sono entrare nella facoltà di Biotecnologie .Oltre non mi sbilancio, perché sono aperto a ogni possibilità per ora, col tempo le idee saranno più chiare.”

LE ECCELLENZE DEL “GALILEO GALILEI”

I 100 del “Galileo Galilei” sono Nettis Gianpaolo (classe informatica), con Lode, Sasso Fabio (classe meccanica, meccatronica ed energia), Campagna Massimiliano (classe elettrotecnica ed automazione), Laera Italo e Fraccalvieri Gennaro (classe meccanica e meccatronica), Giannico Antonello (classe elettrotecnica) e Denora Vito (classe serale).

Abbiamo posto loro le stesse domane, Nettis Giampaolo ci risponde così: “Seguirò informatica a Bari e voglio fare l'analista. Di questi cinque anni non dimenticherò le prime esperienze fatte nella realizzazione di applicazioni e siti web e l'affetto di compagni e professori che mi sono stati accanto.”Fabio Sasso

Per Massimiliano Campagna, classe elettrotecnica ed automazione, i cinque anni trascorsi sono stati molto costruttivi sotto tutti i punti di vista, culturale , scientifico e umano. La sua scelta universitaria è “Ingegneria elettrica” e frequenterà il Politecnico di Bari.

Per Fabio Sasso: “La mia massima realizzazione sarebbe quella di diventare un dipendente e fare carriera nell' "ENEL", pur di contribuire alla continua crescita dell'Azienda e all'innovazione tecnica den Nostro Paese ma anche per diventare una figura altamente specializzata nel settore dell'istallazione e manutenzione elettrica, elettromeccanica o meccanica.”

Italo Laera:“A settembre ho intenzione di iscrivermi all'università, Ingegneria meccanica, anche se so che sarà impegnativa però voglio provare. Di questi cinque anni sicuramente mi mancheranno gli amici edAntonisa Pistilli il rapporto instaurato con i professori, otre alle varie manifestazioni alle quali abbiamo sempre partecipato come se fossimo una squadra unita.”

LE ECCELLENZE DEL LICEO LINGUISTICO “DON L. MILANI”

Una maturità da 100 tutta al femminile al liceo linguistico “Don Lorenzo Milani” di Acquaviva delle Fonti per Falcone Annalisa, Manca Silvia, Nico Gioana, Angelillo Alessia, Zeverino Fabiana e Pistilli Antonisa. Quest’ultima con Lode. Abbiamo riservato per loro le medesime domande, alle quali hanno risposto così: Zeverino Fabiana: “Per il momento non intraprenderò un percorso universitario perché vorrei terminare il conservatorio per ottenere il diploma e poi la laurea in Violino. Ciò non toglie che un domani potrei iscrivermi all'università... Ciò che porterò con me di questi cinque anni è la consapevolezza del fatto che se si crede fortemente in qualcosa, i risultati fino alla fine arrivano, ripagando il nostro impegno.”

Pistilli Antonisa: “In futuro spero di riuscire a realizzare tutti i miei progetti affermandomi anche nel mondo del lavoro. A questo proposito, ho deciso di iscrivermi alla facoltà di Giurisprudenza, specializzandomi nel settore internazionale, con il sogno di riuscire a lavorare per l'Unione Europea. Di questi cinque anni porterò sempre con me il ricordo indelebile di tutte le esperienze, dei viaggi, deGioana Nicoi miei insegnanti e dei miei compagni, che hanno contribuito in maniera speciale alla mia crescita e alla mia formazione.”

Manca Silvia: “Ho scelto di impegnarmi in una facoltà che si discosta un po' dal percorso di studi che decisi di intraprendere cinque anni fa: vorrei specializzarmi in ingegneria informatica perché mi darebbe la possibilità, in futuro, di conciliare il lavoro con uno dei miei hobby preferiti. Ovviamente, non dimenticherei ciò che il liceo linguistico mi ha insegnato e utilizzerei le mie conoscenze per visitare il mondo, conoscere culture d'oltreoceano e nuove tradizioni.”

Nico Gioana: “Come progetti per il futuro, spero di riuscire a realizzarmi nel mondo del lavoro, intraprendendo una carriera di studi completamente differente da quella affrontata fino ad oggi. Sicuramente la conoscenza delle lingue potrà sempre tornarmi utile, in qualsiasi ambito, anche per una futura specializzazione in paesi esteri. A settembre sosterrò dei test di ammissione per poter avviare studi in ambito medico-sanitario. Di questi cinque anni porterò per sempre con me tutti i viaggi e dunque tutte le esperienze che ho avuto l'opportunità di fare, insieme con i professori ed i miei compagni che hanno contribuito alla mia crAlessia Angelilloescita e formazione personale.”

Angelillo Alessia: “Ho intenzione di fare mediazione linguistica e mi piacerebbe diventare traduttrice o interprete. Di questi cinque anni avrò per sempre un bel ricordo, ricorderò soprattutto la sensazione di sentirmi a casa mia.”

Falcone Annalisa: “Non ho nessun progetto in cantiere, sono troppo indecisa. Ovviamente sceglierò una facoltà umanistica perché dovremmo rivalutare le materie letterarie a discapito di quelle scientifiche, perché costituiscono la conoscenza del mondo e della realtà. Per quanto riguarda il voto della maturità, non ho gioito come avrebbe fatto la maggior parte delle persone. Non perché io sia una ragazza superba, altezzosa, o me lo aspettassi (anzi), quanto per la poca considerazione che do ad un numero. Arriva quel giorno e tu vai a prenderti il voto che già predestinarono per te allo scrutinio del terzo anno a prescindere dal tutto, dalla prima/seconda/terza prova, e magari ti va bene se i professori hanno mangiato un cornetto e sono di buon umore. Allora ecco che ti prepari un percorso, la maschera, come quella che indossano i professori, i tuoi compagni e che ti hanno insegnato ad indossare, soprattutto quel giorno. Professori che ti hanno sempre difeso e aiutato ("mettiamo un sei, dai") e di cui scoprirai la reale cattiveria solo il giorno dei test d'ingresso universitari o al primo esame all'università. "Illuditi di essere intelligente quando avrai trovato il collegamento, e spera che non si insinui mai in te il desiderio di conoscere veramente quelle cose." ho letto un giorno su un articolo, niente di più vero. Ovviamente, collegare Rossella Signoriled'Annunzio con il fascismo sanno farlo tutti: è leggere Alcyone, il Piacere o altro che è tutt'altra cosa. Parlare della libertà, sì, bellissimo, ma vi sentite liberi studiando? Conoscendo? O pensate solo al risultato, al voto? Io sinceramente non mi sono stressata e no, non me ne sono nemmeno fregata: io me la sono goduta. Io ho incollato gli occhi sui professori, parlato col cuore, mi sono stupita e appassionata soprattutto ai programmi (meravigliosi) dell'ultimo anno. Ho provato non a cercare collegamenti per "il percorso", "la tesina" ma ho visto quanto fossero collegate quelle materie, quegli argomenti con la mia vita, il mio cuore e me stessa. Io non sono stata una maturanda, io sono stata me stessa a prescindere dal voto finale, per questo sì, gioisco.”

LE ECCELLENZA GIOIESI DELL’IISS “ROSA LUXEMBURG”

Rossella Signorile ha conseguito la Maturità nella ultima sessione 2015/2016 nella specializzazione “Grafico pubblicitario” con indirizzo commerciale, con la votazione di 100/100. Con lei c'è anche Maria Virginia Argenta diplomatasi con 100 su 100 al liceo artistico con indirizzo "Audiovisivo".

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI