Venerdì 14 Dicembre 2018
   
Text Size

ANTONELLA LOZITO DÀ NUOVA LUCE AL CENTRO STORICO-foto

porte dell'imperatore il viandante di antonella lozito

porte dell'imperatore il viandante di antonella lozito Antonella Lozito ha creato una delle sue opere più belle scegliendo di donarla alla città nella pinacoteca on the road nei borghi del centro storico, geniale progetto artistico passato alla storia con il nome delle “Porte dell’Imperatore”, momento di intensa vitalità pittorica e di promozione del territorio ideato da Artensione e sostenuto da un gruppo di artisti che hanno lasciato traccia di sé tra le antiche mura.

Ed è in un momento di nostalgia che nasce il Viandante federiciano, “un popolano col bastone, unico suo fedele compagno di viaggio, che dopo lunghe giornate passate a vagare in cerca di fortuna, spingendosi in terre a lui sconosciute, finalmente ritorna a casa dalla sua amata.... Tante, troppe giornate lontano da lei e dal suo amore. Egli si sofferma dinanzi all'arco di Costantinopoli, scorge un pozzo e lo raggiunge per abbeverarsi e riempire la sua borraccia prima di riprendere il cammino... Stanco, sfinito ma felice. Ad attenderlo sull'uscio della porta di via Barba 40, la sua donna con un solo e unico pensiero da tanti giorni nella mente... Una preghiera: Non importa se avrà trovato ricchezze ma buon Dio riportalo da me.”

Questa descrizione a firma di Fabio Guliersi, più di ogni altra riflessione rende il senso di questa opera, un messaggio di amore verso la città e verso quel viandante lontano e a lungo atteso in serate solitarie.

La porta decorata è qporte dell'imperatore il viandante di antonella lozitouella dello studio di Antonella, una porta davvero singolare sia per le prospettive da cui la si può ammirare che per la sedia artisticamente posta in alto, quale simbolo di accoglienza.

Il viandante è stato ispirato da una foto scattata durante la festa federiciana, l’ho realizzato a mie spese, ascoltando la musica soffusa proveniente dallo studio… avrei voluto trasformarlo in un happening con musica dal vivo, per vivacizzare il borgo, ma non sono riuscita a convincere il musicista ad affiancarmi.”

Ed oggi questo luogo ha una luce nuova ed una splendida opera d’arte in più! [foto Aldo Liuzzi]

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI