Venerdì 14 Dicembre 2018
   
Text Size

“IL CICLOPE” AL LICEO SCIENTIFICO CON PAOLO RUMIZ

Paolo Rumiz il ciclope

Paolo Rumiz il ciclope“A viaggio finito, mi accorgo che in quei giorni ho aderito al presente in modo totale, forse come mai in vita mia… A ripensarci, mi rendo conto di non aver scritto io questa storia. Sono stati il vento e la marea. Io non ho fatto che registrarne la voce amplificata dal cavo della torre”.

Con queste parole, tratte dal capitolo introduttivo de “Il Ciclope”, l’autore Paolo Rumiz, pellegrino errante e viandante senza pace, sintetizza la cifra profonda  di una scrittura segnata dal ritmo cadenzato, eppure vorticoso, delle tre settimane trascorse su di un’isola quasi inaccessibile del nostro Mediterraneo, lontana dai percorsi turistici, e su cui sovrasta un faro tuttora fondamentale per le rotte che legano Oriente e Occidente. Novello occhio del Ciclope.

Paolo Rumiz, nell’ambito della rassegna organizzata da “Il libro possibile-winter” con i Licei Cartesio, presenterà “Il Ciclope” il giorno 13 aprile alle ore 11:00 a Gioia del Colle, nell’Auditorium del Liceo Scientifico “ Ricciotto Canudo”. 

“Il Ciclope”, attraverso uno stile magistrale, in cui si fondono suggestioni linguistiche arcaiche, di reminiscenza classica, con un lessico levigato dai venti e dal mare, racconta del viaggio di un’anima,vento appunto nel suo etimo primitivo (dal greco anemos), come tiene a precisare il nostro autore. Viaggio interiore, nelle proprie solitudini e silenzi, per  imparare a vivere per sottrazione in un’età che ci sta assuefando, al contrario,  a considerare il superfluo necessità. E scoprire alla fine della storia che “anche la mia casa è un faro. Com’è che  non ci avevo mai pensato? Eppure l’avevo sempre cercato un posto così da dove vedere le navi in partenza”. Ma riuscirà il nostro Odisseo a “far riposare” le sue “vecchie ossa?”. Scopriremo infatti che, come l’eroe omerico, non c’è mai requie e che, una volta giunto a casa, “La luce già indicava un’altra meta”.

Dialogheranno con l’autore alcuni studenti del Liceo Scientifico.

L’incontro è aperto alla cittadinanza e a ingresso libero.

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI